Magazine - Fine Living People
Society

Society - 16/02/2020

“Una settimana dopo la fine, Sanremo 2020 l’hanno vinto Morgan e Bugo”

Lo dice l'esperto di marketing Omar Venturi. E "Off Topic" di Radio 24 lancia la petizione: incidete la canzone con la nuova strofa.

Sanremo che parla di Sanremo. Ecco il risultato finale relativo alle views su YouTube a una settimana dalla fine del Festival. L’esperto di marketing Omar Venturi, che ha accettato di condividere le sue analisi con The Way Magazine, ha monitorato i video caricati dal canale ufficiale RAI relativi a Sanremo 2020 e ha scoperto che a destare più interesse non sono le esibizioni ma i colpi di scena. In definitiva, il video più cercato e visto dell’ultimo Festival è quello dell’esibizione di “Sincero” di Morgan e Bugo, eseguita a metà col testo cambiato (12 milioni e passa di views mentre scriviamo).

SINCERI FINO IN FONDO – Sinceri, i due artisti di cui si è parlato per giorni, in effetti lo sono stati fino in fondo, portando sul palco i loro dissapori e non confinandoli in voci da corridoio. E il video campione di incassi viene presentato dalla RAI per quello che è, senza mezzi termini: “Colpo di scena al Festival di Sanremo: Bugo, in gara con Morgan con il brano ‘Sincero’, decide di abbandonare l’esibizione. Da regolamento sono squalificati”, si legge nella descrizione. E l’immagine-copertina del video è inesorabile: Bugo di spalle che imbocca la via di uscita dal Festival di Sanremo.

A una settimana dalla fine del grande show, anche le classifiche di vendita italiane FIMI riflettono questo interesse, seppur più moderatamente: la canzone incisa in duetto “Sincero” nella versione originale è la 20esima più acquistata, il disco completo di Bugo, “Cristian Bugatti” è 28esimo, un traguardo mai raggiunto dal cantautore indie che di album ne ha pubblicati 9.

Ma soprattutto è la strofa “nuova” che viene ripresa da tutti in video e su Instagram (ultimi, gli irresistibili Calcutta e Tommaso Paradiso assieme) che recita:

“Le tue brutte intenzioni, la maleducazione, la tua brutta figura di ieri sera, la tua ingratitudine, la tua arroganza, fai ciò che vuoi mettendo i piedi i testa. Certo, il disordine è una forma d’arte ma tu sai solo coltivare invidia, ringrazia il cielo che sei su questo palco, rispetta chi ti ci ha portato dentro. Questo sono io”.

 

Venturi, che di lavoro fa il marketing consultant per grandi aziende, ci racconta: “Dalla fine della quarta serata alla domenica dopo il festival, quindi considerando tutta la serata di sabato e tutta la domenica, il video più visto è stato il buco di Bugo: i momenti che hanno catalizzato l’attenzione sono stati proprio quelli dove Bugo ha lasciato il palco. Questo testimonia che Sanremo, nel bene o nel male, continua a essere un fenomeno di massa nel nostro paese. Un evento che da qualche anno ormai riesce a catalizzare le tendenze anche dei social media, per quanto riguarda l’utenza italiana, e sicuramente vieni rivisto all’infinito grazie ai video in diretta e alla piattaforma RaiPlay. Ma decidere di pubblicare contenuti anche sul proprio canale YouTube, secondo me, ha fatto allargare la platea ulteriormente”.

Omar Venturi si è appassionato a questo aspetto innovativo del festival di quest’anno e lo ha fatto praticamente in tempo reale, suddividendo i video caricati sul canale YouTube RAI per singoli episodi (canzoni, interviste, monologhi, ecc). Analizzando l’andamento di quei singoli video quindi (like, view, dislike, comment) è stato possibile avere un’idea (ache se non precisa) del gradimento di ogni singolo momento, questo anche senza l’accesso agli analytics di youtube del canale RAI.

Omar Venturi è consulente di marketing per grandi aziende. Quest’anno, ci ha detto, si è avvicinato al fenomeno-Sanremo. ” Analizzando l’andamento di quei singoli video quindi (like, view, dislike, comment) è stato possibile avere un’idea (ache se non precisa) del gradimento di ogni singolo momento, questo anche senza l’accesso agli analytics di youtube del canale RAI. Ho raccolto e analizzato i dati e ho trovato alcuni aspetti interessanti”.

Tutti i dati su YouTube sono pubblici e si vede sempre la soglia raggiunta da ogni video. Venturi racconta: “Ogni 20 minuti potevo disegnare la progressione. Una cosa interessante che ho notato alla domenica dopo la proclamazione, il contatore delle views ha cominciato a far guadagnare in maniera molto più mirata i video dei vincitori. Ma i due primi classificati, Diodato e Francesco Gabbani, ma non sono i più visti. La canzone di Morgan improvvisata è il momento musicale e di spettacolo più visto di questo festival ancora oggi. Sanremo è Sanremo ma non è solo il palco: l’interesse include tutta la cassa di risonanza mediatica che c’è attorno”.

Cosa viene dopo il clamoroso abbandono del palco con la canzone improvvisata, in ordine di popolarità? “Il monologo di Rula Jebreal, di cui si è parlato tanto, il bacio di Tiziano Ferro con Fiorello catturano l’attenzione. Le testate hanno bisogno di notizie polarizzanti che possano aumentare il traffico sui siti e quindi continuano a rilanciare questi spezzoni che permettono di informare e far parte del dibattito anche le persone che non hanno visto le 4 ore e oltre di diretta ogni sera”.

E se al momento sono 12 i miilioni di views per Bugo che abbandona, Achille Lauro con la sua prima esibizione da “santo nudo” ne totalizza 6. Venturi sottolinea: “Questa della fruizione dei video brevi su YouTube è stata un’ottima mossa. Ho calcolato che in un solo giorno in RAI hanno monetizzato circa 91mila euro dalla visione sul web ma soprattutto hanno raggiunto una audience che diversamente non avrebbero raggiunto”.

Venturi, 44enne bresciano che ha una storia ventennale come sviluppatore e collabora con un’agenzia di marketing con le multinazionali del settore tecnologico, dice che questo momento storico della fruizione dei video sanremesi sta cambiano anche la percezione sociale dell’evento festivaliero: “YouTube è il primo social media in Italia. Aprirsi a questa piattaforma, e avere così tanto successo nel 2020 ha avvicinato al brand-Sanremo anche persone che non vogliono vedere il festival per pregiudizi, perché va di moda dire che non lo si vede”.

 

 

Sanremo 2020: molti pensano che sarà ricordato per il momento dell’abbandono del palco da parte di Bugo. La strofa della canzone eseguita a metà è la più citata sui social. Per questo il programma “Off Topic” di Radio 24 ha lanciato questa petizione: La canzone “Sincero” deve essere reincisa con la nuova strofa”.

E ora che la nuova strofa della canzone squalificata (ma che tutti ricordano) fa il giro del web, molti la vorrebbero trovare “incisa”. Addirittura gli autori del programma radiofonico “Off Topic” di Radio 24 hanno lanciato questa petizione online su Change.org: “Sincero” di Bugo e Morgan deve essere reincisa con la nuova strofa”. Ecco il link per sottoscriverla.



Travel - 07/03/2019

Al Velas il Messico delle eccellenze

Un resort nella Riviera Maya del Messico,  il Grand Velas Riviera Maya sorge in quel tratto di terr [...]

Fashion - 25/06/2018

Bordoni 1926, un esempio di italianità nel cuore della Valtellina

Famiglia e impresa coincidono nel brand di cui vi parliamo oggi, Bordoni 29126. L’impresa familiar [...]

Society - 14/09/2016

George Michael, 25 anni da Freedom! 90 il video che cambiò la moda

George Michael rilancia il disco che 25 anni fa cambiò la musica e la moda. Esce nelle prossime set [...]

Top