Magazine - Fine Living People
Society

Society - 07/06/2019

Zuart Day: al quarto anno il vicolo della street art è ormai meta turistica

e tele realizzate nel corso dei tre giorni potranno essere comprate . Il ricavato andrà investito nuovamente in opere di riqualifica, tutto l'evento è no profit, la tela potrà essere anche donata a scuole.

Zuart Day è un progetto prevede un’azione pittorica corale di artisti italiani ed europei tutti di fama internazionale, che trasformeranno il Vicolo del Fontanile a Milano (Zona 2, ai confini ovest di NoLo) in un vero museo a cielo aperto di street art. Arrivato alla quarta edizione apre oggi, 7 giugno con artisti coinvolti che lavoreranno in un’inedita scenografia d’arte contemporanea e con le loro opere faranno da cornice strepitosa a questi tre giorni all’insegna di urban art, musica, DJ Set, divertimento e colore.

ZUArtDay per la sua quarta edizione, affiancherà altre iniziative del quartiere che avranno luogo negli stessi giorni e in particolare ospiterà Radio Nolo, la radio di quartiere con cui consolida nuovamente una collaborazione, oltre a creare un ponte artistico di collegamento con l’evento domenicale che si svolgerà sulle sponde della Martesana, chiamato “MONTMARTRE DELLA MARTESANA”, per sottolineare ancora di più la mission di portare arte e bellezza contro il degrado.

Se l’edizione 2018 ha registrato oltre 1700 partecipanti e più di 300.000 interazioni social nel mondo, questa nuova edizione si presenta ancora più potente. Petra Loreggian, speaker di Rds,  in una veste diversa da quella a cui siete abituati sentendola ogni giorno in diretta radio, racconta: “Sono ormai 4 anni che organizzo con l’aiuto dei vicini di casa e di quartiere un festival che si è trasformato fino a diventare un vero appuntamento per l’arte urbana di Milano. Saremo dal 7 al 9 giugno impegnati a dare un nuovo spaccato d’arte a Milano,e soprattutto al quartiere alle porte di Nolo, che si trasforma sempre di più nel nuovo polo artistico di Street Art della città”.

In questi tre giorni le opere esistenti verranno cancellate e si creeranno nuove opere sui muri. Un manipolo di ulteriori artisti si dedicherà alla realizzazione di tele nel corso dei tre giorni che potranno essere comprate . Il ricavato andrà investito nuovamente in opere di riqualifica, tutto l’evento è no profit, quindi la tela potrà essere anche donata a scuole enti no profit , ospedali, strutture della zona. Tutti gli artisti operano gratuitamente.

La partnership tecnica verrà curata quest’anno da Montana Cans che fornirà gli spray gratuitamente e porterà la crew di 10 artisti. A loro si aggiungeranno nuovi artisti che realizzeranno tele straordinarie che si potranno acquistare , il cui ricavato verrà utilizzato per nuove opere di riqualifica e destinate se non per uso privato a scuole o associazioni di quartiere.

In questo modo sarà possibile creare una connessione social anche con loro, taggandoli nelle nostre comunicazioni , viste e diffuse da moltissimi utenti finali se sommati tutti insieme.

La caratteristica principale dell’evento è insita nella sua storia, un vicolo abbandonato e oggetto di degrado si è trasformato grazie al contributo gratuito di artisti da tutto il mondo nel corso degli anni, in un museo a cielo aperto. Petra ricorda: “Ho fondato un’associazione no Ppofit con l’architetto Ronzano mio dirimpettaio per sostenere negli anni questo festival, si chiama LA GINNASTICA , la mission è portare il bello dove prima esisteva solo spazzatura.  Ora questa piccola via è meta di tour guidati, foto, video , articoli, immaginate per noi la grande soddisfazione di vedere le opere intatte nel tempo divenire orgoglio del quartiere”.

Quest’anno i writers professionisti della crew Montana, provenienti da tutta Europa, si concentreranno sui muri del Vicolo del Fontanile, per raccontare, attraverso i murales, una vera e propria giungla urbana. Di fatto “Urban Jungle” è proprio il cuore tematico delle opere artistiche che verranno realizzate nel corso di questa grandiosa azione pittorica corale.L’evento è ideato e organizzato dall’associazione no profit La Ginnastica APS – fondata da Petra Loreggian, nota conduttrice radiofonica, insieme a Giuseppe Ronzano, vicino di casa, passionario e visionario architetto – insieme a Montana, main partner oltre al consueto supporto degli sponsor tecnici e della partecipazione gratuita dei cittadini del quartiere.

LINE UP – Sobekcis – IG: SOBEKCI- Tres (DIAS-LDK-CTA) _ IG: tony_tres- Inok (WELSCH – PSA) _ IG: justin_okapi- Mr.Pencil (WILDBOYS – CTA – VMD) _ IG: mr.pencil08- Rusl (LOVE LETTERS) _ IG: rusloveletters- Claudio Sale _ IG: claudeeosale- Miedo12 (BN – VGN) _ IG: Miedo12- Caver (GVS – R1) _ IG: _thecaver_- Horso197 (CG – YF) _ IG: horso197- Teso (NSIS – CPRS) _ IG: teso_cprs_nsis

ARTISTI CHIAMATI A OPERARE LIVE A ZUART 2019 PER LA SEZIONE TELE:

MANU INVISIBILE 

http://www.manuinvisible.com/it/news/

———

ANDY http://www.fluon.it/

———-

ANDREA CRESPI https://instagram.com/andcrespi?igshid=1f7jqh194xi1b     @andcrespi

PROGRAMMA

Venerdì 7 GIUGNO 2019 Writing Live session – focus on “Urban Jungle”@ Vicolo del Fontanile – via G. Zuretti, 71 – a partire dalle ore 10.30 ALL ARTISTS IN ACTION

Sabato 8 GIUGNO 2018 Writing Live session – focus on “Urban Jungle”@ Vicolo del Fontanile – via G. Zuretti, 71 – a partire dalle ore 10.30 ALL ARTISTS IN ACTION

Domenica 9 GIUGNO 2019Writing Live session – focus on “Urban Jungle”@ Vicolo del Fontanile – via G. Zuretti, 71 – a partire dalle ore 10.30 ALL ARTISTS IN ACTIONLaboratori creativi destinati ai più piccoli@ Vicolo del Fontanile – via G. Zuretti, 71 ore 11.00 Consigliata la prenotazione via mail: associazionelaginnastica@gmail



Leisure - 12/10/2017

The Way Magazine lancia gli incontri d’arte a Milano. Si parte con Paolo Gonzato

Si chiama OI DIALOGOI, in omaggio ai famosi dialoghi di Platone, la nuova rassegna d’arte e di inc [...]

Leisure - 13/06/2018

Lorenzo Puglisi, il libro e la mostra

Un modo per conoscere meglio la produzione pittorica di Lorenzo Puglisi è il Dialogo sulla pittura [...]

Leisure - 10/06/2019

Angelo Campolo vince il primo NoLo Fringe Festival

"Sono contento di aver contribuito a portare il teatro nei vari spazi e non era per nulla scontato c [...]

Top