Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 10/07/2019
DAL MUSEO EGIZIO

A Giffoni 2019 “Berni e il giovane faraone”

Dal 20 al 22 luglio sarà nelle sale il film evento speciale Berni e il Giovane Faraone. Prodotto da Piero Crispino per 3Zero2 e co-prodotto da The Walt Disney Company Italia con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte, il film sarà presentato in anteprima sabato 19 luglio alla 49^ edizione del Giffoni Film Festival con una proiezione speciale alla quale seguirà un incontro con il regista Marco Chiarini.

Girato in parte all’interno del Museo Egizio di Torino, tra suggestive location come la Galleria dei Re e il Tempio rupestre di Ellesija, Berni e il Giovane Faraone catapulterà il pubblico in una favola tutta italiana che unisce la modernità del XXI secolo al fascino dell’antico Egitto.

Ram è un ragazzo di tremila anni figlio della potente dinastia di faraoni Ramsete che viene catapultato nel caotico mondo contemporaneo. Un adolescente educato per essere venerato e governare che ora si ritrova a essere trattato come un diverso. Berenice è una giovane ragazza che vive sulla sua pelle il disagio tipicamente adolescenziale di sentirsi sempre fuori posto e che si ritrova coinvolta in una lontana e misteriosa profezia egizia quando, attraverso il suo sangue, risveglia una mummia nel museo Egizio di Torino. Insieme, i due ragazzi vivranno un’incredibile avventura, piena di elementi fantastici e di riferimenti alla storia dell’antico Egitto.

Interpretato dai giovanissimi Jacopo Barzaghi ed Emily De Meyer, il film vede inoltre la partecipazione di Gigio Alberti e con Alessandra Faiella, Angelo Pisani, Silvia Giulia Mendola, Pierluigi Madaro, Anastasia Bruno, Chiara Cardea, Rebecca Decò, Lorenzo Dellapasqua, Riccardo Forte, Aysha Sulla, Gaia Zucca.

Oltre al Museo Egizio le riprese di “Berni e il Giovane Faraone” hanno toccato il Collegio San Giuseppe, IRV – Istituto di Riposo per la Vecchiaia (Poveri Vecchi) e ville private in Torino e in Moncalieri.

Altro importante elemento distintivo della produzione è stato l’applicazione del protocollo Edison Green Movie, le prime linee guida europee per il cinema sostenibile, che ha messo in pratica varie misure previste dal progetto Green Set curato da FCTP. Seguendo Edison Green Movie, 3ZERO2 ha ripensato l’intero ciclo produttivo del film adottando comportamenti di risparmio, rispetto e uso intelligente delle risorse. L’applicazione del protocollo a tutte le fasi di produzione ha permesso di ottimizzare i consumi energetici e di materiali contribuendo a ridurre l’impatto ambientale del film e portando concreti risparmi economici.

Girato in parte all’interno del Museo Egizio di Torino, tra suggestive location come la Galleria dei Re e il Tempio rupestre di Ellesija, Berni e il Giovane Faraone catapulterà il pubblico in una favola tutta italiana che unisce la modernità del XXI secolo al fascino dell’antico Egitto.

Ram è un ragazzo di tremila anni figlio della potente dinastia di faraoni Ramsete che viene catapultato nel caotico mondo contemporaneo. Un adolescente educato per essere venerato e governare che ora si ritrova a essere trattato come un diverso. Berenice è una giovane ragazza che vive sulla sua pelle il disagio tipicamente adolescenziale di sentirsi sempre fuori posto e che si ritrova coinvolta in una lontana e misteriosa profezia egizia quando, attraverso il suo sangue, risveglia una mummia nel museo Egizio di Torino. Insieme, i due ragazzi vivranno un’incredibile avventura, piena di elementi fantastici e di riferimenti alla storia dell’antico Egitto.

Interpretato dai giovanissimi Jacopo Barzaghi ed Emily De Meyer, il film vede inoltre la partecipazione di Gigio Alberti e con Alessandra Faiella, Angelo Pisani, Silvia Giulia Mendola, Pierluigi Madaro, Anastasia Bruno, Chiara Cardea, Rebecca Decò, Lorenzo Dellapasqua, Riccardo Forte, Aysha Sulla, Gaia Zucca.

Oltre al Museo Egizio le riprese di “Berni e il Giovane Faraone” hanno toccato il Collegio San Giuseppe, IRV – Istituto di Riposo per la Vecchiaia (Poveri Vecchi) e ville private in Torino e in Moncalieri.

Altro importante elemento distintivo della produzione è stato l’applicazione del protocollo Edison Green Movie, le prime linee guida europee per il cinema sostenibile, che ha messo in pratica varie misure previste dal progetto Green Set curato da FCTP. Seguendo Edison Green Movie, 3ZERO2 ha ripensato l’intero ciclo produttivo del film adottando comportamenti di risparmio, rispetto e uso intelligente delle risorse. L’applicazione del protocollo a tutte le fasi di produzione ha permesso di ottimizzare i consumi energetici e di materiali contribuendo a ridurre l’impatto ambientale del film e portando concreti risparmi economici.



Leisure - 20/06/2018

I Giardini del Lago di Como, belli da metterli in un libro

Il Lago di Como è celebrato nel mondo per le sue bellezze ma anche per la maestria con cui da sempr [...]

Leisure - 25/02/2018

Sannolo 2018, anche The Way Magazine e Mooziki a caccia di talenti

Sannolo è partito come una risposta scherzosa a Sanremo nel 2017 e si è trasformato in un trampoli [...]

Society - 25/06/2019

“Kiss my genders”, a Londra la mostra sull’identità di genere

"Kiss My Genders" nel titolo rimanda all'irriverente "kiss my ass" che in gergo inglese vuol dire "n [...]

Top