Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 26/09/2017
IPOTESI E SPERANZA

A Palermo le sculture di Giovanni Rizzoli

Il Polo Museale regionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Palermo ospita una mostra dello scultore Giovanni Rizzoli, Ipotesi e speranza.

L’artista milanese è presente alla sede espositiva con una scelta mirata e significativa di quattro importanti sculture realizzate tra il 2008 e il 2014 – Doppio infinito (impossibilità dell’eschaton), 2008-2009, Infiniti infiniti, 2011 e due diverse versioni di Oltre, 2013-2014 (tutte opere in pregiati marmi neri del Belgio e vetro di Murano) – Rizzoli interviene in una cruciale querelle millenaria.

Le dimensioni dell’universo sono evocate con opere le cui forme, tanto enigmatiche quanto perentoriamente definite in senso plastico e simbolico, dischiudono e suscitano sostanziali riflessioni sulla possibile fine dei tempi (eschaton) con quesiti ineludibili. L’opera di Rizzoli apre, con non minore trepidazione, un’interrogazione sulla figura storica del Cristo, possibile ipotesi, speranza e chiave risolutiva dell’enigma escatologico e della sua eventuale impossibilità.

Al museo  palermitano Giovanni Rizzoli, nato a Venezia (1963) e residente a Milano, arriva dopo una carriera internazionale prestigiosa. Dopo aver trascorso l’adolescenza in Canada, tornato in Europa nel 1984-85 frequenta la Sotheby’s Style in Art Course di Londra, nel biennio 1985-87 l’Architectural Association di Londra e dall’87 al ’90 l’Università di Cà Foscari a Venezia, dove si laurea in Storia dell’arte. Nell’88 frequenta la Sumi School of Painting di New York. Tornato in Italia si stabilisce a Milano.

“Il Museo Riso – dichiara Valeria Patrizia Li Vigni, direttrice del Polo Museale – prosegue nel solco di una programmazione di ampio respiro, volta a focalizzare l’attenzione su un artista di fama internazionale, scultore, poeta, scrittore, esperto medievalista e docente di spessore che coniuga nelle sue opere misticismo e spiritualità, religiosità e laicismo. La sua arte ci invita ad una riflessione profonda sul dramma dell’esistenza umana dilaniata tra conoscenza e fede”.

Polo Museale regionale d’Arte Moderna e Contemporanea

Cappella dell’Incoronazione, via dell’Incoronazione, 11 Palermo

Direzione: Valeria Patrizia Li Vigni, Polo Museale regionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Palermo

Periodo: 6 ottobre – 6 dicembre 2017



Society - 10/10/2019

Masi agricola da Venini col nuovo decanter di design

Masi e Venini sono protagonisti della decima edizione de “La Vendemmia” di Montenapoleone, l’e [...]

Trends - 15/12/2019

Funky Table, quando la tavola dà spettacolo

Tradizioni, storie, eredità, tutto si riversa nell'allestimento delle tavole invernali. In qu [...]

Leisure - 22/01/2019

Amici, complici e affiatati: Federica Carta e Shade a Sanremo 2019

Prima che essere un duetto sul palco del Teatro Ariston per Sanremo 2019 sono davvero amici nella vi [...]

Top