Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 23/03/2018
VENETO

A Rovigo c’è Cinema!

Si accendono i riflettori di Palazzo Roverella a Rovigo con l’inaugurazione della nuova mostra “CINEMA, storie, personaggi, paesaggi” promossa da Fondazione Cariparo, Accademia dei Concordi e Comune di Rovigo, interessante rassegna che dal 24 marzo al 1 luglio 2018 racconterà con diversi materiali fotografici e multimediali il Delta del Po, set prediletto da tanti registi famosi come Rossellini, Antonioni, Olmi, Mazzacurati.

Come annunciato alla BIT di Milano, Rovigo Convention & Visitors Bureau promuove l’offerta turistica locale con CINEweekend, proposte tematiche di 2-3 giorni che, oltre alla visita della mostra, includono, in base alle preferenze, la visita di Rovigo con focus differenti e la possibilità di scoprire la bellezza del Delta del Po, area Mab Unesco.

Un’occasione da non perdere per tutti coloro che, con l’arrivo della primavera, desiderano programmare un weekend fuori porta tra cultura e natura.

ITINERARIO-IDEEweekend per scoprire Rovigo e dintorni (rovigoconventionbureau.com/cineweekend-da-non-perdere/) Delta del Po nel cinema prevede 2 giorni. Primo giorno arrivo a Rovigo e visita al Museo dei Grandi Fiumi, che consente di conoscere la storia e l’evoluzione del territorio polesano.

Nel pomeriggio passeggiata libera in centro e visita alla Mostra presso Palazzo Roverella “Cinema! Storie,
protagonisti, paesaggi”. Secondo giorno Si raggiunge il Delta del Po e per la precisione Porto Tolle e la
Sacca degli Scardo vari. Qui Roberto Rossellini girò l’ultimo episodio di “Paisà”, in cui partigiani ed ex prigionieri americani vivono alla macchia, scontrandosi contro i tedeschi che risalgono il fiume su pesanti barche armate. Questa zona, oggi, è una delle più floride dal punto di vista economico grazie agli allevamenti di cozze e vongole, la principale fonte di reddito degli abitanti del Delta.
Nel pomeriggio si raggiunge Pila e a bordo di piccole imbarcazioni si naviga fino a Scano Boa, nei luoghi amati dal grande scrittore rodigino Antonio Cibotto, dove la Natura è madre e matrigna, e si protrae la perenne dicotomia tra la lotta per la sopravvivenza e l’agognato Eden. Anche Renato dall’Ara e Mario Soldati rimasero attratti da questi luoghi e con il film “La donna del fiume” Sofia Loren diventa celebre grazie al Delta del Po.


Leisure - 03/06/2019

A Basilea le sculture cinetiche di Heikedine Günther

Heikedine Günther ha una nuova personale a Basilea dal titolo Core & Cosmos (7 giugno - 21 lugl [...]

Leisure - 05/04/2018

Japan Pop nel land of fashion al Franciacorta Outlet Village

Se pop deve essere, che lo sia fino in fondo si saranno detti gli organizzatori della mostra di Japa [...]

Society - 09/08/2019

Lorenzo Ceva Valla: “L’arte di fotografare le pozzanghere diventa Parashoot”

Ammirando le foto di grande formato di Lorenzo Ceva Valla della serie "Parashoot", viene spontaneo c [...]

Top