Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 03/02/2020
GRAN TURISMO

Alpine di Renault al FAI di Parigi con un prototipo

Nel 2015 Alpine ha scelto il Festival Internazionale dell’Automobile (FAI) per presentare Alpine Vision Gran Turismo. Nel gennaio 2018 l’Alpine A110 riceve il premio per l’auto più bella dell’anno 2017. Nel 2020, Alpine sceglie il FAI per una mostra che presenta modelli storici, presenti e fantasiosi, la cui trama è un avanti e indietro tra due epoche e la ricchezza della storia alpina come fonte inesauribile di ispirazione.

Per la sua terza partecipazione al Festival Internazionale dell’Automobile degli Invalides (Parigi), Alpine ha immaginato al pubblico una mostra di modelli nuovi o poco conosciuti: il prototipo A210, l’Alpine Vision Gran Turismo, l’A110 1800 – 1972 Gp4 guidato di François Alessandri e Jean Pierre Manzagol, la A110 SportsX, una A110 “berlinette” 1300 del 1971 e la A110S.

Il prototipo A210

Nel 1966, Alpine lanciò un nuovo prototipo progettato esclusivamente per la competizione, l’A210. Fu usato tra il 1966 e il 1969 per la partecipazione di Alpine alla 24 ore di Le Mans. Sarà vittorioso nel 1966 grazie all’equipaggio Grandsire / Cella e nel 1968 con l’equipaggio Andruet / Nicolas. L’Alpine A210 presentato è stato prodotto nel 1967. Ha un motore Renault Gordini tipo 58 CI ed è equipaggiato con un cambio Porsche. La sua velocità massima è di 270 km / h, stabilita sulla Hunaudières nel 1969. Questa A210 ha preso parte alla 24 ore di Le Mans il 14 giugno 1969 con l’equipaggio di Killy / Wollek. Questo modello sarà seguito da una nuova generazione di auto destinate alla competizione: la A440 e la A441.

Alpine Vision Gran Turismo

In occasione del 15 ° anniversario del simulatore di guida di Gran Turismo, Alpine ha immaginato la sua visione del gioco. Presentata nel 2015 all’International Automobile Festival, la Alpine Vision Gran Turismo è stata creata per l’evento in scala 1: 1. Promemoria di vari spunti di design alpino possono essere visti su questo concetto, che è destinato esclusivamente alla guida virtuale. La parte posteriore ricorda le auto alpine che hanno corso nella 24 Ore di Le Mans negli anni ’60, come la A210 e la A220, mentre la parte anteriore è ispirata alla leggendaria Berlinette. Questo Alpine è equipaggiato con un V8 che sviluppa 450 CV. Il cambio è un cambio sequenziale a sette marce da 580 Nm. La sua velocità massima è di 320 km / he pesa 900 kg. Questo modello unico non è disponibile per la vendita.

Alpine A110 1800 Gp4 – 1972 ex usine

La Berlinette A110 nella sua versione da rally fece la sua prima apparizione nel 1964. Destinato esclusivamente alle gare di rally, questo modello regnerà incontrastato tra il 1969 e il 1972 su tutti i principali rally europei e africani, vincendo quasi 150 vittorie. Alpine ha vinto il Campionato internazionale di marchi nel 1971 grazie a Ove Andersson. Nel 1973, Alpine viene incoronato campione del mondo con l’A110. Gli alpini esposti al FAI hanno partecipato a numerosi raduni. Vittorioso durante il Giro di Corsica nel 1972, il team Manzagol-Alessandri arrivò secondo nel Critérium des Cévennes dello stesso anno. Nel 1974, prese parte al Rally Jeanne d’Arc, al Rally du Maine e al Tour Auto. Nel 1976, l’auto, preparata con un motore del 1800, uscì violentemente dalla strada durante il Critérium de Touraine. Una piccola squadra di appassionati ripristinerà completamente la macchina. La ricostruzione, completata nel 2018, è durata un anno con un lavoro quasi quotidiano. L’auto è completamente fedele all’originale, grazie alle parti originali. Gli alpini restaurati hanno preso parte al Tour Auto 2018, al Modena Cento-Ore e allo storico Tour della Corsica.

Alpine A110 SportsX

L’A110 è una fonte inesauribile di ispirazione per i team di sviluppo di Alpine. Lo dimostra ancora una volta con Alpine A110 SportsX. L’Alpine A110 SportsX è il risultato di uno sforzo congiunto dei team di progettazione e ingegneria di Alpine Questo esercizio di stile si ispira alle versioni di rally dell’A110 – ingrandite e sollevate – e più specificamente alla A110 vincente del Rally di Monte Carlo del 1973. Con il suo corpo più largo di 80 mm e l’altezza da terra aumentata di 60 mm, l’A110 SportsX esplora un nuovo aspetto sportivo. Basato sulle caratteristiche tecniche di una A110 Pure, la A110 SportsX rimane fedele al DNA di Alpine: leggerezza e agilità per il piacere di guida. Questo modello unico non è disponibile per la vendita.

Alpine A110 – 1971

Nel 1962, Alpine lanciò un nuovo modello, l’A110. Ha guadagnato la sua reputazione nel campo della competizione vincendo il campionato francese di rally nel 1968 e il campionato mondiale di rally nel 1973. La Berlinette A110 diventa il modello iconico del marchio. L’Alpino presentato al FAI è un A110 1300 risalente al 1971. Fu restaurato tra il 1995 e il 2004 dal suo proprietario. La Berlinette a due posti ha un cambio a 5 marce, un motore che eroga 103 CV per un peso di 705 kg. La struttura del corpo è realizzata in fibra di vetro e resina poliestere. L’auto è compatta, leggera e agile. Queste caratteristiche diventeranno i principi fondamentali di un alpino. È questa macchina che definirà davvero il DNA di un alpino, che ora si trova nella nuova A110.

Alpine A110S

Svelato durante il torneo 24 Ore di Le Mans, l’A110S si posiziona ai vertici della gamma A110. Nuovi tocchi di colore esprimono la sua sportività con l’arrivo di arancio e carbonio. L’A110S è fedele ai principi senza tempo di Alpine: leggerezza, agilità e piacere di guida. Al suo centro l’A110S utilizza la stessa struttura in alluminio molto leggera e compatta di qualsiasi A110, ma la configurazione unica del telaio lo rende un’auto sportiva molto focalizzata. Le nuove molle elicoidali sono più rigide del 50% e gli ammortizzatori sono stati regolati di conseguenza. Le barre antirollio – vuote per ridurre al minimo il peso – sono più solide del 100%. l’A110S è un’auto sportiva a due posti a motore centrale che eroga 292 CV e pesa 1114 kg. Prezzo € 66.500 * prima delle opzioni.

Foto di Anthony Villain



Fashion - 20/04/2017

Franco, il sarto dalle linee semplici in un libro illustrato

Franco, il sarto dalle linee semplici non è solo il titolo di un pregevole libro appena pubblicato. [...]

Fashion - 14/12/2018

Sweet Years marchia di fantasia tutti i regali del Natale 2018

Zaini, portafogli, sciarpe over, berretti e  portachiavi sono le proposte del brand del cuore, Swee [...]

Leisure - 13/07/2020

Cielo stellato su un prato: la land art di Antonello Ghezzi

Un’opera di arte ambientale, una costellazione di corpi brillanti che di notte illuminerà quasi [...]

Top