Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 30/09/2020
SOPRANO ATTESO

Anna Netrebko torna alla Scala di Milano

Anna Netrebko torna alla Scala con tre concerti straordinari dopo il trionfo come protagonista di Tosca lo scorso 7 dicembre, e rinnova la collaborazione con l’Orchestra scaligera e il Direttore Musicale Riccardo Chailly. Il grande soprano, che nelle scorse settimane ha dovuto interrompere temporaneamente l’attività a causa di una polmonite da Covid, rivolge queste parole al suo pubblico milanese: “Il Teatro alla Scala è una delle mie case artistiche più amate al mondo e non potrei essere più entusiasta di tornare per questi concerti. In particolare non vedo l’ora di esibirmi per la prima volta in concerto con l’Orchestra e il Maestro Chailly”.

La cantante lirica russa naturalizzata austriaca è un’autentica personalità nel suo campo. Nel 2007 è comparsa nella lista TIME 100 diventando così la prima cantante d’opera in assoluto ad essere nominata tra le persone più influenti al mondo. Ha debuttato al Teatro alla Scala nel 1998 e all’Arena di Verona nel 2019 nell’allestimento storico di Franco Zeffirelli per Il Trovatore.

Il 21 ottobre avremo una prima occasione di riascoltarla con l’Orchestra della Scala diretta da Riccardo Chailly in una selezione di arie da opere di Verdi, Puccini, Ponchielli e Cilea: una galleria di grandi eroine femminili da Aida a Elisabetta di Valois fino a Gioconda, Adriana Lecouvreur, Butterfly e Manon Lescaut. Il concerto suggella un rapporto artistico ormai consolidato con il Maestro e con i musicisti scaligeri che continuerà il 20 febbraio con un secondo concerto dedicato all’opera tedesca. Un dittico per il quale si sta pensando a un’incisione a testimonianza della versatilità dell’artista in entrambi i repertori.

Il concerto del 21 ottobre precede di un giorno quello del tenore Jonas Kaufmann: un fine settimana eccezionale per gli appassionati del canto.

Il 15 novembre l’artista sarà nuovamente a Milano per un recital straordinario in cui per la prima volta si presenta alla Scala senza orchestra ma dividendo il palcoscenico con artisti di assoluto valore e soprattutto affrontando un repertorio variegato tra Lieder e arie del repertorio russo, tedesco e francese che le permetterà di presentare nuovi aspetti della sua arte vocale.

Tosca è stata per Anna Netrebko la quarta inaugurazione di stagione (terza con Riccardo Chailly), ma alla Scala l’artista aveva debuttato già nel 1998 con un concerto della Filarmonica diretto da Valery Gergiev; sempre Gergiev l’ha diretta due anni più tardi in Guerra e pace di Prokof’ev. È tornata quindi come Donna Anna in Don Giovanni diretto da Daniel Barenboim il 7 dicembre 2011, come Mimì ne La Bohème diretta da Daniele Rustioni nel 2012, Giovanna d’Arco per il 7 dicembre 2015 e come Violetta ne La traviata diretta da Nello Santi nel 2017.

Nella foto d’apertura: ritratto di Julian Hargreaves di Anna Netrebko



Trends - 29/07/2016

Mangereste questa stampa? Arriva Food Ink, il cibo creato dalle macchine

Food Ink a Londra ha scatenato la fantasia e la curiosità di tutti i media europei. Adesso che si [...]

Leisure - 27/03/2017

La natura in fiore di Villa Taranto sul Lago Maggiore

Sul Lago Maggiore la fioritura di primavera è una vera occasione di ammirazione della natura per un [...]

Leisure - 12/09/2020

Gemito, genio del ritratto tra Parigi e Napoli

La mostra Gemito è un progetto di Sylvain Bellenger, direttore del Museo e Real Bosco di Capodimon [...]

Top