22 Marzo 2022
Famularo

Carlo Mey Famularo: un Cuba Cafè dall’animo soul

22 Marzo 2022
Famularo

Carlo Mey Famularo: un Cuba Cafè dall’animo soul

22 Marzo 2022
Famularo

Carlo Mey Famularo: un Cuba Cafè dall’animo soul

Carlo Mey Famularo, meglio noto come autore e interprete della sigla della piu longeva soap televisiva al mondo (“Un posto al sole” su Rai Tre dal 1996), pubblica un disco per riannodare i vari fili del dna del suo repertorio musicale.

In CUBA CAFE’ , prodotto da Max Marcolini, fido collaboratore di Zucchero, c’è una versione rieditata della canzone che l’ha reso celebre (stavolta con la voce femminile di Stefania Orrico, esponente dell’ondata di Sixty Pop). E molto di più.

Ahi Mi Rovinahi” nasce piano e voce e si sviluppa in una intrigante metrica di rime baciate rivelando la sua vena autoriale migliore.

Nella descrittiva ”Cuba Libero” ci si immerge nell’atmosfera caraibica per perdere brevemente il pathos melodico e divertirsi assieme all’autore. 

La già nota “Donna nera” usa l’elettronica con astuzia ed è una delle punte di disimpegno dell’intero lavoro. Ma la vera perla intensa del disco è la cover (dovuta?) di “Hey man” di Zucchero (dal mitico album Blue’s del 1987) con una appropriata intro alla Beatles che la rinvigorisce in maniera originale.

Fornaciari torna come ispirazione in “Non mi rompere il blues”, un titolo che starebbe bene in qualche tracklist di Pino Daniele, altro nume per Famularo. Che in “Soul cafè” ha l’ironia di Paolo Conte e la spensieratezza di alcune hit estive del dalessio più ispirato. Famularo in una collezione eclettica trova comunque una sua cifra: “Spirito” sembra pronto per la rotazione radiofonica contemporanea, “Un giorno in più” è una suadente ballad che fa dimenticare l’indicazione caraibica del titolo del disco. Che non è infestato di banali citazioni della musica del sud del mondo, ma nasce, appunto, da una ricerca dell’anima. Carlo Mey Famularo fa proprio quello che ci si aspetta, invano, da tanti divi da classifica: musica con l’anima.

Read in:

English English Italian Italian
Christian D'Antonio

Christian D'Antonio

Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Vuoi saperne di più?