Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 27/02/2020
I DOP E IGP

Formaggi, amari e mele, il grande dono delle tavole in Piemonte

Vini ma non solo. In Piemonte allevatori, coltivatori e produttori di alimenti di origine protetta (DOP e IGP) sono compatti nel presentarsi a fiere e manifestazioni in Italia e all’estero con le loro produzioni tutelate. Assopiemonte DOC & IGP è stata costituita nel 1989, ed è l’associazione a cui aderiscono i sei Consorzi di Tutela dei formaggi a Denominazione di Origine Protetta esclusivamente prodotti in Piemonte: Bra, Castelmagno, Murazzano, Raschera, Robiola di Roccaverano e Toma Piemontese, Quello che si vede in foto d’apertura, è il Toma, il formaggio DOP più diffuso a livelloregionale. Prodotto con latte di vacca,nelle varianti “intero” o “semigrasso” enelle pezzature “piccola” e “grande”. Dalla tipicaforma rotonda, ha una stagionatura minima chevaria dai 20 ai 45 giorni.

Storica produzione casearia della Langa Astigiana, la Robiola di Roccaverano è prodotta con latte crudo intero di capra misto o in purezza. Sapore delicato e saporito, è ottimo formaggio da tavola.

Il Raschera è un formaggio semigrasso, crudo, pressato, a pasta compatta di colore bianco avorio, stagionato minimo 30 giorni. Dal sapore fine e delicato, è tipicamente profumatoe moderatamente piccante se stagionato.

Il Murazzano è Formaggio fresco a latte crudo intero ovino, in purezza oppure misto, prodotto sulle colline dell’alta Langa cuneese. Si presenta in forme da 250-400 g dal sapore fine, delicatamente profumato e con un gradevole sapore che ricorda il latte vaccino.

Il Castelmagno soprannominato il “Re dei formaggi”, è prodotto in soli 3 comuni della provincia di Cuneo. Latte vaccino, una particolare lavorazione della cagliata e una stagionatura in grotte naturali, conferiscono al prodotto un sapore e un aroma inconfondibile.

Il Bra Tipico formaggio delle valli cuneesi, è prodotto con latte vaccino nelle varianti tenero (45 giorni di stagionatura minima) e duro (180 giorni di stagionatura minima). Formaggio pressato ideale per la tavola o da grattugia nella variante dura.

Il salume tipico piemontese di Raspini, morbido e compatto, è fatto con carni suine provenienti da allevamenti piemontesi. All’impasto viene aggiunto Barolo DOCG da uve nebbiolo in purezza, la massima espressione dei vini piemontesi, e una miscela di spezie selezionate, quali pepe nero, chiodi di garofano, aglio e noce moscata. Questi ingredienti conferiscono un aspetto e un gusto unico: al taglio la fetta ha un colore rosso rubino, con un perfetto equilibrio tra parti magre e grasse.

SALUMIFra i prodotti più apprezzati dei tanti salumi regionali, spicca il Salame Piemonte DOP e il Crudo di Cuneo DOP.

Il salame Piemonte IGP Raspini è preparato con le migliori carne suine provenienti da allevamenti piemontesi, al suo impasto viene aggiunto Barolo DOC da uve nebbiolo in purezza, la massima espressione dei vini piemontesi, e una miscela di spezie selezionate, quali pepe nero, chiodi di garofano, aglio e noce moscata

Poi ci sono il Salame cotto, il Lardo, le diverse varietà di Pancetta, ma anche la Mortadella di fegato, la Bresaola d’Ossola, il Bisecon, il Crespone piemontese, il salame di Turgia, il salame di Giora, la Bundiola.

LA MELA ROSSA DI CUNEO – Il Piemonte è una terra a grande vocazionalità ortofrutticola e offre un paniere ricchissimo di prodotti. Tra i frutti, si possono citare: mele, pesche e nettarine, kiwi, albicocche, susine, pere, ciliegie, fragole, piccoli frutti, castagne e nocciole; mentre, per gli ortaggi: peperoni, pomodori, melanzane, zucchini, fagioli, cardi, meloni, cavolfiori e verze. La loro tipicità è testimoniata dal riconoscimento della IGP-Identificazione Geografica Protetta per la Castagna Cuneo e, ultima arrivata, per la Mela Rossa Cuneo, di grande impatto produttivo e commerciale per il territorio cuneese.

La Mela Rossa Cuneo IGP è il frutto allo stato fresco delle varietà di melo Red Delicious, Gala, Fuji e Braeburn, dalla polpa compatta e succosa. Si caratterizza per una sovracolorazione della buccia e una tonalità della caratteristica colorazione rossa particolarmente luminosa e brillante.

Il Toccasana è un altro simbolo del Piemonte in tavola. Liquore ottenuto dall’infuso di 37 erbe selezionate e magistralmente miscelate come vuole la ricetta dell’erborista Teodoro Negro.

GLI AMARIL’infusione e la magistrale miscela di 37 erbe creano il liquore Toccasana secondo la ricetta messa a punto dall’erborista Teodoro Negro. La ricetta di Toccasana è rimasta sempre la stessa: una miscela di erbe dalle notevoli proprietà digestive, aromatiche e rilassanti.

Gamondi Vermouth di Torino Superiore Bianco; Gamondi Vermouth di Torino Superiore Rosso.

Casa Gamondi commercializza anche il mitico Vermouth superiore rosso e bianco, tipico protagonista del fine tavola dei torinesi. Nasce da un antica ricetta dell’erborista Carlo Gamondi, che ha voluto coniugare la freschezza degli aromatizzanti con la qualità del suo preparato.

Il Consorzio dell’Asti Docg sarà presente alla manifestazione Vinitaly dal 7 al 10 aprile, la più grande manifestazione dedicata al mondo del vino, alla sua 53esima edizione. Verrano presentati i tre grandi vini: l’ASTI Dolce, il MOSCATO d’ASTI e il nuovo nato in famiglia, l’ASTI Secco Docg, presso il padiglione Piemonte Hall 10, posizione D3.

VINI – Ve li esaminiamo per ultimi perché sono sicuramente i più conosciuti del Piemonte e meriterebbero un’enciclopedia. Nessun pasto tipico da queste parti può definirsi completo senza i vini.

Il Consorzio Barbera d’Asti presenta le eccellenze vinicole del Monferrato. Il Consorzio dell’Asti, invece, opera dal 1932 per la tutela e promozione dell’Asti Docg e del Moscato d’Asti Docg in Italia e nel mondo. Il prodotto più recente è l’Asti Secco Docg. Questo vino nasce dall’uva Moscato bianco. La complessa e precisa lavorazione gli regalano un quadro gustativo ed olfattivo equilibrato, armonioso e sorprendente. Al naso si possono apprezzare delicati aromi floreali (acacia, lavanda, salvia) e fruttati (mela, pera, banana).

Asti o Asti Spumante è un vino spumante DOCG, dolce o secco. Da notare che Asti spumante e Moscato d’Asti, pur facendo parte della medesima denominazione Asti ed essendo ambedue espressioni di Moscato bianco, sono due vini diversi.



Design of desire - 27/08/2018

Gli organismi d’arredo di Giovanni Prisco

Giovanni Prisco è un professore della costiera amalfitana che dalla tecnica di assemblaggio di [...]

Leisure - 12/03/2020

Artisti uniti per farci restare a casa: la musica italiana ai tempi del Coronavirus

In questi giorni di riposo forzato a casa , gli italiani e i cantanti italiani si fanno compagnia. S [...]

Design of desire - 23/02/2017

Never Stop Designing Spaces, anche quando la location è un paradiso

Never Stop Designing Spaces: più che un titolo di un libro sembra un avvertimento, o meglio, una di [...]

Top