Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 16/10/2017
SOLISTA TOSCANO

Gio Mannucci fa da solo ed è bravo

Abbiamo ascoltato con interesse il nuovo disco di Gio Mannucci, la sua prima prova su formato completo, chiamato Acquario. Il giovane cantautore livornese si è alleato con un bravo produttore (Ale Bavo ha lavorato con Mina, Subsonica, Virginiana Miller, Velvet).  L’album sarà pubblicato da SANTERIA e MANITA DISCHI e distribuito in Italia da Audioglobe.

Musicista, cantante e compositore livornese, Giorgio Mannucci, ha all’attivo 5 album, incisi con The Walrus, Mandrake, e Sinfonico Honolulu e numerose tournee a giro per lo stivale, in Germania, Francia e Svizzera.

Dopo un confronto molto intenso tra l’artista e il produttore, il contributo del bassista Daniele Catalucci (Virginiana Miller) e i cori del cantante vicino di casa Filippo Infante (Nu and The Thumps Up), è nato “Acquario”.

Le 8 canzoni che caratterizzano questo album parlano di Amore. L’Amore che si prova per la propria donna quando siamo innamorati (Clinomania), quando ci lasciamo (Sotto La Pioggia) quando litighiamo (Regina Falò), quando perdiamo la testa (Escamotage). L’Amore per la propria città, ferita e attaccata brutalmente, che si risolleva una sera in un locale ad ascoltare la voce funambolica di un’anziana rivoluzionaria di nome Francesca Solleville (Parigi). L’amore che si scopre per l’arte – per il teatro in questo caso – quando ormai privi di tutto perchè ergastolani, riscopriamo di poter rinascere (Applausi a scena aperta, ispirata all’attore Aniello Arena). L’amore per i più piccoli, che con la loro fantasia sanno come scacciare ogni forma di ipocrisia (Tipico della tua età). L’amore per quelli che come me, hanno spesso la testa tra le nuvole, e proprio come le nuvole, sono in costante mutamento alla ricerca di se stessi (Come le nuvole).

Un disco pop, italiano, che subisce l’influenza di artisti internazionali come Damon Albarn, Sufjan Stevens, Tame Impala, ma anche quella di talenti di casa nostra come Daniele Silvestri, Lucio Dalla e Colapesce. Chitarre, batterie elettroniche, synth caratterizzano questo disco. Il brano “Clinomania”, non ancora pubblicato, gli ha  già valso  il Premio “Ernesto De Pascale” per la miglior canzone in italiano proposta al Rock Contest 2016 di Controradio.

“Sotto La Pioggia” è il primo singolo estratto da “Acquario” ed è ascoltabile e visibile a questo link.

 Registrato nel Gennaio e nel Maggio 2017 nella mia camera, da Ale Bavo, a Livorno, molto vicino al mare. Il pianoforte di “Escamotage” e di “Applausi a scena aperta” è stato registrato al 360 music Factory di Livorno da Andrea Pachetti.
Il coro dei bambini di “Tipico della tua età” è stato registrato alla Scuola di Musica Orfeo di Ospedaletto (Pi), da Sandro Del Carratore.
Prodotto e mixato da Ale Bavo presso il Fotosintesi Studio (Torino)
Masterizzato da Simone Squillario presso l’Hybrid Studio (Torino)



Design of desire - 23/05/2017

Il cristallo di Nude glass è Memento Mori

Con una limited edition, il brand Nude Glass, premium brand del gruppo Sisecam, lancia in Italia Mem [...]

Travel - 24/08/2018

Amiata, la Toscana d’autunno è ancora più bella

Amiata, montagna che è madre e che nutre e che racconta una Toscana ancora tutta da scoprire: nasce [...]

Leisure - 15/05/2018

L’amore “pizzicato” di Giuseppe Vivace

L'amore "Pizzicato" è al centro di un bel libro che esce in questi giorni ad opera di uno scrittore [...]

Top