Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 31/05/2017
UMBRIA

Hermann Nitsch, l’Azionismo viennese a Foligno

L’Azionismo viennese di Hermann Nitsch è stato molto discusso e ricordato negli anni. Ora una mostra lo fa rivivere e ricordare al Ciac di Foligno (fino al 9 luglio 2017), che è terra di benaltre arti, ugualmente ammirate.

Il Wiener Aktionismus a metà anni Sessanta sconvolse il panorama artistico europeo. Non conosciuto ai livelli della performance art, aveva una matrice autolesionistica e sadistica che lo rese inviso a una certa fetta di pubblico.

Al Centro di Foligno, però, quella che è in corso è chiamata  O.M.T. Orgien Mysterien Theatre (Teatro delle Orge e dei Misteri) – Colore dal Rito, una mostra curata da Italo Tomassoni e Giuseppe Morra, dal 1974 storico gallerista ed editore degli scritti di Nitsch cui ha dedicato nel 2008 un Museo a Napoli.

L’esposizione raccoglie circa 40 opere, divise in 9 diversi cicli di lavori, realizzati tra il 1984 e il 2010 e allestite come fossero un’unica grande opera aperta negli spazi del CIAC, che diversifica nuovamente la propria offerta espositiva offrendo l’opportunità di incontrare uno tra i maggiori protagonisti dell’arte internazionale della seconda metà del Novecento.

Il percorso espositivo presenta alcune celebri installazioni di Nitsch.  Come 18b.malaktion,108.lehration, 130.aktion con i celebri Relitti, alcune stampe su tela di ispirazione religiosa, Tavole di colore, una installazione composta da dieci tavole disegnate con pastelli a cera, una serie di litografie del ciclo The Architecture of the O.M. Theatre e vari volumi teorici. Un percorso esaustivo della poetica, certamente complessa e ricca di suggestioni filosofiche, di Hermann Nitsch, personalità che rappresenta ad alto livello tensioni, problematiche ed istanze della società contemporanea.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Design of desire - 08/05/2018

Un coro creativo per Former e Busnelli

FORMER E BUSNELLI hanno lanciato alla scorsa design week una collezione di arredi densa di collabora [...]

Society - 02/02/2018

Mirco Toffolo: “Fotografare Venezia per trasmettere un incanto”

Fotografare il Ballo del Doge è sicuramente una delle esperienze più interessanti per un fotografo [...]

Society - 06/12/2017

Carles Puigdemont: Don Chisciotte o Mr. Bean?!

Prima di affrontare da un punto di vista grafologico la scrittura di Carles Puigdemont, ho letto va [...]

Top