Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 05/11/2018
CANTAUTORE

Il “bagaglio a mano” d’autore di Andrea Amati

Andrea Amati, giovane cantautore romagnolo, ricorda gli spensierati ma interessanti protagonisti del pop leggero italiano degli anni 80 e 90. In salsa rivista e aggiornata, s’intende, ma se provate ad ascoltare la sua “Bagaglio a mano” vi accorgerete sicuramente dei suoi ascolti e riferimenti musicali.

“La canzone – dice l’autore – è ispirata dal libro “solo bagaglio a mano” di Gabriele Romagnoli che ho divorato in un paio d’ore durante un viaggio Milano-Rimini in treno. Arriva sempre, e più volte nella vita, il momento in cui dobbiamo alleggerirci per ricominciare o anche solo per capire cosa è davvero importante e di cosa possiamo fare a meno. Accumulare spesso rappresenta un ostacolo al guardare avanti”.

In queste settimane, prosegue con grande successo il viaggio live di Andrea Amati e il suo calendario dal vivo si arricchisce di un nuovo e importante appuntamento in programma il 5 novembre al “Ronchi 78” di Milano (Via S. Maurilio, 7) alle ore 19.30. Questo concerto apre la parte autunnale del “Bagaglio a mano tour“, realizzata grazie alla vittoria del bando S.I.A.E “S’illumina“, che ha permesso al cantautore romagnolo di finanziarsi questa nuova tranche di concerti.

 

Nel corso del live milanese, in cui Andrea Amati sarà accompagnato da Federico Mecozzi (violino) e Massimo Marches (chitarre), l’artista presenterà i brani del suo repertorio e gli estratti dal suo ultimo album di inediti “Bagaglio a mano”, pubblicato per Borsi Records e prodotto da Massimo Marches. Il disco comprende 9 inediti tutti scritti e arrangiati dallo stesso Andrea Amati e una cover (La ballata della moda di Luigi Tenco) e, ispirato dall’omonimo libro di Gabriele Romagnoli, è un progetto in cui l’autore ha voluto mettersi alla prova, sperimentando nuove sonorità e un nuovo approccio alla scrittura, collaborando anche con i più giovani e promettenti artisti della nuova scena musicale dell’Emilia Romagna.

Questa la tracklist dell’album: Mi sono perso”, “Bagaglio a mano”, “Cose”, “Altrove”, “Carmen”, “La ballata della moda”, “Salvo (2017)”, “Bacio botto”, “Il muro”, “Verrà il tempo”.

 

Inoltre dallo stesso giorno sarà in rotazione radiofonica il nuovo singolo “Cose” e Andrea Amati racconta così questo brano: «Questa canzone è come un film che racconta tante immagini, tante possibili storie che vanno a formarne una, la mia! Tanti piccoli antidoti alla “salvezza”, tanti piccoli gesti, piccole azioni, piccole cose, appunto, che magari non cambiano la vita ma che sono un’arma letale puntata contro il senso di vuoto e di dolore che tante volte devo affrontare».

 

Andrea Amati è nato e vive a Santarcangelo di Romagna. Il suo percorso verso la musica parte da lontano: non da una scuola musicale, non da un conservatorio ma dal palco del teatro. Fin da adolescente comincia, infatti, a frequentare scuole e ambienti teatrali riminesi e a perfezionare il linguaggio del corpo con la danza, la dizione, il canto e la narrazione. Nel 2014 si è fatto conoscere con il suo primo album “Via di Scampo” che lo ha portato a suonare in giro per l’Italia. Autore originale e interprete brillante del canzoniere legato alla grande musica d’autore italiana, Andrea sul palco ha una forte presenza, intenzioni molto precise e uno stile immediatamente riconoscibile uniti ad una grande capacità di coinvolgere ed emozionare il pubblico. Nel 2018, in seguito alla pubblicazione del suo nuovo album “Bagaglio a mano“, è stato anche opening act di alcune date del tour dei Nomadi, tra cui il concerto che ha celebrato i 55 anni di attività della band lo scorso 23 giugno a Rimini.



Leisure - 04/03/2020

Terrammare dalla Sicilia a Milano, la fusion è anche nel mood

La Sicilia pura nella sua essenza, con il calore "indossato" nel garbo e nel sorriso di  chi ha c [...]

Travel - 25/06/2019

Le abbazie del mondo, turismo con spirito e gusto

Dal Grana Padano al “Tête de Moine”, passando per la birra Grimbergen ed il “Pastel de nata [...]

Leisure - 01/01/2018

Roberto Bolle mito contemporaneo in tv

Roberto Bolle continua a farsi promotore della danza presso le masse. E sono sconfinate davvero quel [...]

Top