Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 26/06/2019
SCELTE FRANCESI

Il Mirazur di Mentone è il miglior ristorante del mondo

Si trava in costa Azzurra il miglior ristorante del mondo per il 2019. L’esportazione culinaria dell’Argentina serve squisite specialità stagionali sulla Costa Azzurra al Mirazur di Mentone, appena dopo il confine italiano. Ad opera di uno chef argentino, Mauro Colagreco, che dopo la designazione nella cerimonia ufficiale al al Marina Bay Sands di Singapore, è diventato il re dei “World’s 50 Best Restaurant”. Numero uno, dunque, con sportività: lo chef ha detto che metà del suo team è italiano (come sembra anche il suo nome).

Ciò che lo rende speciale: viste ineguagliabili della Costa Azzurra, tre livelli di giardini a cascata che producono i prodotti più dolci e una squadra di cuochi scandalosamente talentuosi e personale addetto al front-house si uniscono per rendere Mirazur l’ultima esperienza del ristorante. La cucina unica di Mauro Colagreco si ispira al mare, alle montagne e ai giardini del ristorante, tra cui gli emblematici agrumi di Mentone.
Dal 2002, la gara dei 50 migliori ristoranti del mondo riflette la diversità del panorama culinario mondiale. Grazie alla sua giuria composta da oltre 1.000 esperti culinari, nonché alla sua procedura di voto strutturata e controllata, la lista annuale dei migliori ristoranti del mondo offre un’istantanea di alcune delle migliori destinazioni per esperienze culinarie uniche, oltre ad essere un barometro per tendenze gastronomiche globali.

Con la cerimonia annuale dei premi tenutasi a Londra dal 2003 al 2015 prima di iniziare un tour globale con tappe a New York nel 2016, Melbourne nel 2017 e Paesi Baschi nel 2018, The World’s 50 Best Restaurants crea una fantastica opportunità per portare un’incredibile comunità di cuochi insieme da tutto il mondo. L’ultima edizione di The World’s 50 Best Restaurants si è svolta a Singapore martedì 25 giugno 2019.

È più di una semplice lista. È una celebrazione dell’universalità delle cucine, che è anche esplorata nella serie # 50BestTalks di conferenze e dimostrazioni culinarie dal vivo, così come gli eventi che si concentrano sui punti di forza gastronomici di una particolare regione, vale a dire i 50 migliori ristoranti asiatici e l’America Latina 50 migliori ristoranti. Con un seguito social media di oltre un milione di amanti del cibo, il marchio ha anche una straordinaria portata nella comunità gastronomica globale attraverso i suoi canali digitali.

Quando il gastro-turismo ha iniziato a crescere in popolarità, The World’s 50 Best Restaurants ha guadagnato la sua legittimità come bussola per i buongustai, scoprendo chef emergenti e tendenze culinarie e mettendo in mostra la sottigliezza e la complessità delle varie cucine di tutto il mondo.

Nel gabinetto dei trofei: è giusto dire che il 2019 è l’anno di Mauro Colagreco. Salita stabilmente La lista dei 50 migliori ristoranti del mondo dal suo esordio al N.35 nel 2009, Mirazur festeggia 10 anni nella classifica passando al numero 1. Il riconoscimento coincide con il ristorante che ha finalmente ottenuto le ambite tre stelle Michelin, nonché l’inizio di un progetto di ristrutturazione triennale che ha coinvolto una nuova sala da pranzo, estensioni agli orti e un’esperienza culinaria più coinvolgente.

Informazioni sul cibo: I punti salienti del menu degustazione Mirazur includono barbabietole in crosta di sale del giardino con crema al caviale, uova del pollaio (durante la visita ai giardini, attenzione alla gallina premiata, Tina Turner) con anguilla affumicata e nocciole e un brioche di patate con uovo fuso e tartufo bianco. Il pane perfetto per la condivisione del ristorante è intriso di zenzero e servito con un poema di Pablo Neruda.

A proposito dello chef: Colagreco, nato in Argentina, si è trasferito in Francia a 20 anni, lavorando con il celebre chef Bernard Loiseau fino alla sua morte nel 2003. In seguito ha lavorato a Parigi con Alain Passard presso Arpège e Alain Ducasse presso l’Hotel Plaza Athénée prima di stabilirsi a Mentone, in il confine italo-francese, dove ha aperto Mirazur nel 2006.

Altre iniziative: Oltre al suo famoso ristorante Grand Coeur a Parigi e alle filiali di carne Carne in Argentina, Colagreco ha recentemente aperto Grill 58 a Macao e Florie’s a Palm Beach, negli Stati Uniti, con più ristoranti per Bangkok e Pechino.

ITALIANI – Massimo Bottura con Osteria Francescana in Emilia Romagna era risultato il migliore del 2018 e ora è nella Hall of fame per permettere ad altri di entrare in classifica. Per gli italiani molte new entry nella parte bassa in questo 2019. C’è pr la prima volta il ristorante Uliassi di Mauro Uliassi (entrato al 61° posto), il Lido 84 dei Fratelli Camanini (al numero 78), che hanno conquistato l’attenzione internazionale col premio Miele One to Watch 2019, e il St.Hubertus dello chef Norbert Niederkofler Norbert Niederkofler, al debutto al 116.

In definitiva solo due italiani sono lela top 50: Il Piazza Duomo, il ristorante di Enrico Crippa ad Alba, in Piemonte (dalla 16 alla 29) e i Fratelli Alajmo con Le Calandre dalla 23 alla 31.



Leisure - 21/06/2018

Le “statue vive” di Sergio Visciano a Napoli

"Statuae Vivae. Fotografie di Sergio Visciano", una mostra di fotgorafie che mira a rendere vive e a [...]

Design of desire - 12/12/2018

Andrea Anastasio ha compilato un libro sui nuovi designer: ecco Work

WORK (Corraini Edizioni, 2018), pubblicazione nata dall'omonima mostra curata dal designer Andrea An [...]

Leisure - 08/09/2017

Le dolcezze di Cova sbarcano a Montecarlo

La pasticceria milanese più antica d'Italia ha aperto a Monte Carlo il suo primo Caffè europeo. C [...]

Top