18 Ottobre 2021
EDINA ALTARA E VITTORIO ACCORNERO

Illustratori del Novecento, la mostra al Man di Nuoro

18 Ottobre 2021
EDINA ALTARA E VITTORIO ACCORNERO

Illustratori del Novecento, la mostra al Man di Nuoro

18 Ottobre 2021
EDINA ALTARA E VITTORIO ACCORNERO

Illustratori del Novecento, la mostra al Man di Nuoro

Gruppo di famiglia con immagini, mostra curata da Luca Scarlini e dedicata a Vittorio Accornero de Testa (Casale Monferrato, 1896 – Milano, 1982) e Edina Altara (Sassari, 1898 – Lanusei, 1983) è visitabile al Man di Nuoro fino al 22 gennaio 2022. La mostra sarda vuole riportare l’attenzione sull’operato dei due artisti e illustratori, indagando le complesse vicende biografiche e creative che li hanno visti uniti a partire dalle loro prime opere individuali degli anni Venti sino agli anni Ottanta del Novecento.

In questa occasione e con il contributo importante di un gruppo di scenografi attivi con il Teatro di Sardegna – Loïc Hamelin, Sabrina Cuccu e Sergio Mancosu – il MAN si trasforma in un libro di fiabe, un caleidoscopio di immagini d’eleganza novecentesca. Va in scena la fiaba di due artisti sospesi tra la Sardegna, l’Italia continentale e il mondo. La mostra è un racconto della fiaba di Edina e Ninon scandito in capitoli nelle sale della mostra, tra i territori della grafica – come nel caso delle immagini per il transatlantico Rex, e l’invenzione di oggetti tra design e architettura – gli specchi di Edina e le rivisitazioni architettoniche neo-rococò di Accornero in Piemonte.

L’esposizione al Man di Nuoro valorizza alcuni significativi materiali d’archivio della Fondazione Tancredi di Barolo, tra cui cartoline illustrate, tavole originali e clichè di stampa inerenti alla produzione per l’infanzia dei due artisti.

Molti dei materiali messi a disposizione dalla Fondazione fanno parte dell’archivio personale di Paola Lombroso Carrara (Zia Mariù), pervenuto in donazione dagli eredi. Proprio ai rapporti tra l’illustratrice sarda e Zia Mariù è dedicato il saggio di Pompeo Vagliani Edina Forbicicchia nell’“azienducola” di Zia Mariù all’interno del catalogo dell’esposizione, edito dal MAN con Silvana Editoriale.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email
Share on print
Ti potrebbe interessare:

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Vuoi saperne di più?