11 Giugno 2022
ASSISTENZA BUSINESS

“Imprenditore non sei solo”, nasce la Onlus per chi è in difficoltà

INSS, Imprenditore Non Sei Solo, è la prima Onlus in Italia che supporta le aziende in crisi con un programma di formazione e orientamento gratuito mensile. Domenica 5 giugno a Bologna il primo incontro dal vivo

11 Giugno 2022
ASSISTENZA BUSINESS

“Imprenditore non sei solo”, nasce la Onlus per chi è in difficoltà

INSS, Imprenditore Non Sei Solo, è la prima Onlus in Italia che supporta le aziende in crisi con un programma di formazione e orientamento gratuito mensile. Domenica 5 giugno a Bologna il primo incontro dal vivo

11 Giugno 2022
ASSISTENZA BUSINESS

“Imprenditore non sei solo”, nasce la Onlus per chi è in difficoltà

INSS, Imprenditore Non Sei Solo, è la prima Onlus in Italia che supporta le aziende in crisi con un programma di formazione e orientamento gratuito mensile. Domenica 5 giugno a Bologna il primo incontro dal vivo

Dalle indagini sui propri assistiti emerge come la mancanza di un piano finanziario sia tra le principali cause di crisi per l’80%delle imprese assistite. I numeri della Onlus dal 2018 a oggi: 630 imprenditori supportati, 230 volontari in tutta Italia e 700mila euro di donazioni sono state erogate a sostegno del progetto. Alla fine del 2021 una delle sovvenzioni è arrivata dal Parlamento Europeo.

Domenica 5 giugno a Bologna è previsto il primo evento nazionale della Onlus aperto al pubblico con più di 300 imprenditori presenti.

La realtà associativa di INSS, Imprenditore Non Sei Solo, è una onlus fondata nel 2018 e dedicata al supporto degli imprenditori in difficoltà grazie a una rete di grandi e piccoli imprenditori volontari che hanno scelto – gratuitamente – di sostenere, in prima persona, le imprese in crisi, fornendo formazione sul giusto approccio manageriale e su tematiche verticali.

I volontari, diventando soci della no profit, scelgono di partecipare a un programma di formazione imprenditoriale e sviluppo soft skills specifico, ideato gratuitamente per la Onlus da OSM, Open Source Management, società di consulenza manageriale, principale realtà da cui la no profit viene sostenuta e promossa. Il medesimo piano di formazione manageriale, orientato su specifiche esigenze, viene a seguire proposto agli assistiti.

Come funziona l’assistenza a chi è in difficoltà

In caso di necessità, una volta contattata l’associazione, si riceve un consulto individuale in seguito a un questionario attitudinale, che consente di identificare le aree di miglioramento nella gestione manageriale, in maniera da personalizzare il percorso formativo a seconda delle specifiche mancanze. Inoltre, gli imprenditori volontari mettono a disposizione del network e degli assistiti consulenze specifiche collegate alle proprie professionalità. Nasce così una rete virtuosa di sostegno che consente, sia ai volontari sia agli assistiti, di migliorarsi dal punto di vista professionale e umano. Alla base vi è l’idea che le partite IVA e le piccole imprese siano il futuro del Paese, realtà sulle quali investire e da valorizzare per creare aziende sane in grado di generare offerta di lavoro.

Cosa intralcia lo sviluppo delle imprese?

Secondo quanto rilevato da INSS, la maggior parte degli assistiti (circa l’80%) è in difficoltà per una mancanza di definizione di un piano finanziario adeguato allo sviluppo; per cui accade che i margini di guadagno non siano sufficienti a generare profitto.

Insieme ai i numeri, è necessario lavorare anche sull’approccio mentale, che rappresenta il fattore determinante. Il primo in azienda a essere propenso ai cambiamenti e alla crescita deve essere l’imprenditore stesso; solo così si potrà innescare quella contaminazione positiva anche tra i suoi collaboratori che consente all’azienda di prosperare. Il percorso si focalizza in particolare nell’acquisizione di competenze utili alla gestione della leadership imprenditoriale; la guida dei propri dipendenti è infatti un’abilità imprescindibile per far crescere un’impresa che richiede in primis un grande lavoro su chi la guida.

Il 70% degli assistiti presenta inoltre difficoltà evidenti nella gestione delle persone; non tenendo conto delle reali capacità della risorsa, sul potenziale e le sue attitudini.

La lacuna sul marketing digitale, poi, rappresenta un problema per 8 imprese su 10 che non comprendono a fondo l’importanza della promozione online evitando di destinare parte del proprio budget a questo tipo di investimento.

I numeri di Imprenditore Non Sei Solo e il primo evento nazionale a Bologna previsto per domenica 5 giugno

INSS dalla sua fondazione nel 2018, voluta dagli imprenditori Enrico Tosco e Paolo Ruggeri, ha ricevuto grande sostegno da aziende di successo che hanno scelto di contribuire alla causa mettendo a disposizione risorse e finanziamenti; tra queste Fondazione di Venezia, la squadra di calcio U.S.Lecce, Imprefocus , Nitesco International e 3Labs.

Domenica 5 giugno a Bologna, dalle ore 10 fino alle 19 presso The Sydney Hotel (via Michelino 73) è previsto il primo incontro nazionale della Onlus aperto al pubblico, dove saranno presenti i due founder Enrico Tosco e Paolo Ruggeri insieme ai tanti volontari. L’evento è gratuito e aperto al pubblico previa registrazione a questo link.

Le donazioni ricevute, necessarie per mantenere nel tempo i progetti formativi, a oggi hanno permesso al team di INSS di supportare già 630 imprenditori in difficoltà in Italia di cui il 20% è uscito dal percorso di affiancamento nell’arco di un solo anno. I volontari attivi sono attualmente 230 in tutto il Paese; grazie al loro supporto sono state aperte finora 6 classi territoriali di sostegno nelle città di Roma, Milano, Bologna, Cagliari, Venezia e Palermo ed erogate 4.560 ore di formazione individuale. Nel 2021 l’associazione ha ricevuto, inoltre, una sovvenzione dal Parlamento Europeo che ne ha riconosciuto il valore. Le donazioni ricevute dalla Onlus dal 2018 ammontano a 700mila euro.

“Durante questi anni di prima attività, abbiamo capito quanto sia importante attivarsi subito per avviare il cambiamento capace di aprire a nuove opportunità professionali che non riusciamo spesso a trovare nel contesto in cui viviamo. Far crescere le piccole imprese significa rendere il nostro Paese più solido e investire nel futuro è una responsabilità di tutti. I traguardi che, come Onlus, abbiamo raggiunto ad oggi ci motivano a voler puntare ancora più in alto, a sostenere le imprese in difficoltà perché sapranno restituire al Paese quanto ricevuto in termini di lavoro, benessere e produttività. Auspichiamo che aderiscano al progetto sempre nuovi volontari in tutta Italia per poter aprire sempre più classi di formazione e ottenere nel tempo la massima capillarizzazione sul territorio. Per fare questo, ogni donazione è un piccolo grande aiuto a sostegno di tutto il progetto” dichiara Andrea Turrini, Operations Manager e Responsabile Fundraising.

Per richiedere informazioni su come diventare volontario, effettuare una donazione o chiedere assistenza in caso di difficoltà consultare il sito imprenditorenonseisolo.it Sui canali social FacebookInstagramYoutube e Linkedin è possibile restare sempre aggiornati sulle attività della Onlus.

Read in:

English English Italian Italian
Ti potrebbe interessare:

Thomas Struth a Bologna

Da ora fino al 22 aprile 2019, la Fondazione MAST a Bologna presenta una selezione di grandi immagini a colori

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Vuoi saperne di più?