Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 24/05/2021
ESPERIENZE HOT

Jacopo D’Emblema: “Sul set per dare piacere”

Non è mai stato un sogno irrealizzabile diventare attore hard per Jacopo D’Emblema, 25enne di Novara con la passione per il mondo a luci rosse. Di giorno, ragazzo semplice, normale studente di discipline ginniche. Nel tempo libero, appassionato di film hot tanto da voler entrare in quel mondo in maniera professionale. Con una mission precisa: esibirsi per regalare piacere e sdoganare una professione troppo chiacchierata.

“Non ho avuto minimo dubbio sin da ragazzo – ci racconta – e ho adottato il mio nome d’arte, D’Emblema, perché era quello che mi ero scelto quando facevo video su Facebook da adolescente. Ora ho 25 anni e quello che è successo recentemente a Bologna potrebbe essere uno spartiacque, un punto di partenza per la mia carriera“. Jacopo infatti parla a The Way Magazine di come il suo sogno di recitare su un set hard si sia avverato, grazie all’interessamento di una star del settore. “Sono grato a Valeria Curtis per avermi voluto, è stata la mia prima scena su un set professionale. So che c’è da migliorare, adesso inizia il difficile, bisogna rimboccarsi le maniche. Ma con la mia umiltà e con quello che penso di poter dare, credo ce la farò. Dal punto di vista strettamente sessuale, anche nella vita privata, sono aperto completamente con la donna, non ho limiti di sorta e questo credo mi ponga in una posizione unica nei confronti di chi fa il mio stesso mestiere”.

Jacopo vuole che la sua immagine resti sempre pulita, genuina, con valori e trasparenza “comunicando al mondo che questo lavoro abbia pari dignità degli altri ma purtroppo in Italia siamo lontani da questo punto di vista. Sto cercando di far capire che ci sono tanti ragazzi che vogliono farlo, ma la paura di essere giudicati a volte supera la necessità di dover essere se stessi”.

E sotto questo aspetto, per contesto sociale “la professione degli attori hard è giudicata male, specie per le donne. Infatti da ragazzo sono anche io stato prudente. Ma maschio o femmina, secondo me non cambia nulla, bisognerebbe essere nella possibilità di fare ciò che si vuole”.

Non bisogna avere remore, dice Jacopo: “Sebbene sia laureato in Scienze Motorie e Sportive voglio portare avanti sia la carriera sul set a luci rosse che il percorso di studi e sto prendendo la laurea magistrale in Scienze Tecniche e avanzate dello sport. Mi ha sempre interessato quel mondo, ho giocato 16 anni a calcio, guardo le Olimpiadi di tutte le discipline”.

Jacopo, che ha un carattere molto deciso e non fa mistero di essere fidanzato, ha sempre fatto quello che gli piaceva “nella legalità e nel rispetto degli altri. Il settore dei film hard è soprattutto la realizzazione di un mio piacere, anche se il fine ultimo è di far vedere come posso dare piacere a chi è con me. Ho sempre cercato di essere molto altruista rispetto al sesso”.

La sua passione è nata a 18 anni: “Ho iniziato a fare show per il web, mi faceva piacere esibirmi per gli altri, non essendo la mia una performance da protagonista, non in maniera presuntuosa, ma fatta per passione. Mi è sempre piaciuto dare piacere”.

Ora che può raccontare del suo debuto da professionista in un film hot, Jacopo rilegge gli alti e bassi di questa esperienza: “Sul set mi hanno accolto bene. Ho notato che la cosa a cui bisogna abituarsi è che ci sono mille fattori differenti da tenere sotto controllo mentre si registrano le scene. Devi avere soprattutto sempre un riferimento alla luce, devi pensare a mantenere l’erezione e dare piacere a lei. Sono tutti aspetti che non si possono separare nella testa e in tante frazioni di secondo bisogna tener conto di tutto senza guardare in camera, nonostante bisogna ricordarsi che in quel momento si è ripresi. Si tratta di un’esperienza sicuramente impegnativa, ma io non vedevo l’ora che succedesse. Ovviamente a parte i primi 10 minuti di acclimatamento, ha prevalso l’idea entusiasmante che ero lì per realizzare il mio sogno”.

Per favorire il montaggio, e questa è una cosa che Jacopo dice di aver scoperto in itinere, si fanno delle pause sul set. E poi bisogna affrontare “la sfida” della ripresa: “Devo riconoscere che per essere stata la prima volta per me, l’attrice è rimasta soddisfatta e probabilmente vorrà coinvolgermi in suoi progetti digitali in futuro, quindi sono contento di come è andata. Per me è stata un’ora indimenticabile. Mi è anche piaciuto assaporare il dietro le quinte, il fatto di non aver programmato nulla di preciso ma di aver concordato con la protagonista la scena finale che è normalmente il clou di questo genere di film”.

Adesso per il giovane studente si apre la stagione delle scelte. “Qualsiasi porta si apra – conclude Jacopo – per me sarà sempre una porta verso la libertà. E spero di ispirare gli altri come me, a fare ugualmente”.



Travel - 08/11/2020

Tra i 20 castelli più belli d’Europa, tre italiani

Tra tutti i castelli sparsi per l’Europa non è facile scegliere i più attraenti e per questo il [...]

Fashion - 21/02/2019

Moncler Genius, a NoLo ha portato l’idolo del K Pop

Si iniziano a vedere celebrità e stravaganze di tutti i tipi a NoLo, il quartiere a nord di Loreto [...]

Fashion - 07/03/2017

Prexsence disegna il lusso del 21° secolo

Prexsence è un brand made in Italy che si sta facendo strada con una mission: la celebrazione d [...]

Top
Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e sezioni extra che stiamo sviluppando. Obbiettivo: sorprendere i nostri lettori nel corso del 2021!