Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 11/01/2021
VIAGGIO IN TV

La Bella Italia su Canale 5 con Cesare Bocci

Martedì 12 gennaio, in prima serata, su Canale 5, nuovo appuntamento con «Viaggio nella Grande Bellezza», la serie di doc-evento della rete ammiraglia Mediaset, con Cesare Bocci in veste di guida d’eccezione.

Protagonista della puntata, Roma, museo a cielo aperto unico al mondo.

Bocci racconta la Capitale con i suoi tesori, quelli più belli e ricchi di storia: dal Campidoglio ai Fori, da Ponte Sant’Angelo a Palazzo Colonna. Girata nel periodo del primo lockdown, la puntata mostra luoghi come Piazza di Spagna o Piazza Navona da una prospettiva insolita, nel silenzio della notte e senza le folle di turisti. E attraverso testimonianze, brani di fiction e ricostruzioni, in cui il conduttore incontra i protagonisti dell’arte e della storia della Città Eterna: Michelangelo, Raffaello, Bernini, Borromini, Donna Olimpia, l’Imperatore Tito.

A Venezia nelle scorse puntate, le opere d’arte illustrate da Cesare Bocci sono state il Paradiso di Jacopo Robusti (Tintoretto), La Scuola Grande di San Rocco (artisti vari) e La Nobiltà e la Virtù sconfiggono l’Ignoranza (Gian Battista Tiepolo) . Il percorso di Bocci nella città lagunare è partito da Palazzo Ducale, con la straordinaria vicenda dei Dogi e della millenaria Repubblica, e con le opere di uno dei suoi artisti più geniali, Tintoretto. Poi procedeva raccontando le storie e le curiosità delle residenze patrizie, delle gondole, dei caffè storici, dei suoi musei antichi e moderni, come il Guggenheim. Simbolo di Venezia è anche Giacomo Casanova: «Viaggio nella Grande Bellezza» ne ricostruisce la storia e le avventure. Infine, Venezia meravigliosa, ma fragile: i grandi incendi, come quelli del Teatro della Fenice, e gli episodi più drammatici dell’acqua alta, che l’hanno messa a dura prova, senza però mai piegarla del tutto.

I prossimi appuntamenti con il programma realizzato da RTI, in collaborazione con la RealLife Television di Maurizio Rasio e la regia di Roberto Burchielli, prevedono Firenze e Milano di Leonardo (il 19), Torino (il 26) e, infine, il 2 febbraio, Assisi e Orvieto.



Trends - 20/11/2018

Dagli artigiani alle tech company, come cambia il made in Italy

David Pambianco, Ceo di Pambianco Strategie d'Impresa, ha raccontato la ricerca "Dalla Manifattura a [...]

Bona Fide Biz - 14/05/2019

Carta buona e virtuosa, il riciclo italiano fa scuola nel mondo

L'industria cartaria italiana è tra le prime in Europa. Un settore al passo con i tempi nell'epoca [...]

Leisure - 03/10/2019

Andrea Berton apre alle masterclass

Con la determinazione e il talento ha aperto uno dei ristoranti più famosi d'Italia a Milano, nella [...]

Top