Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 12/12/2016
HOTEL

Le feste al Mandarin di Milano

Celebrare le feste al Mandarin Oriental, Milan all’interno di quattro eleganti palazzi del XVIII secolo completamente rinnovati a due passi da La Scala, è l’idea affascinante di oggi. La struttura situata nel cuore della città (104 camere di cui 32 suite e il fine-dining Seta e il Mandarin Bar) è al centro delle preferenze di un folto numero di facoltosi globe-trotter che passano costantemente da Milano.

Vivace e cosmopolita, il Mandarin a Milano ha aperto poco più di un anno fa e si prepara al suo secondo Natale con lo chef Antonio Guida che ha ideato inedite esperienze gastronomiche per dare ad ogni momento di festa un tocco gourmet, da celebrare sia nell’atmosfera elegante del ristorante Seta, da poco premiato con la seconda stella Michelin, sia nell’ambiente più conviviale del Mandarin Bar & Bistrot.

 

Pranzo di Natale:  le ricette italiane della tradizione incontrano gusti moderni come nei Tortelli farciti di fagiano, fonduta di pecorino e tartufo bianco o ancora con la Tempura di scampi con trombette dei morti e salsa agrodolce.  Per chi desiderasse un menu più semplice ma ugualmente gourmet, le quattro portate del Mandarin Bar & Bistrot offrono divertenti accostamenti fra ingredienti classici dal twist contemporaneo, come l’Anatra con riduzione di vino rosso alla sangria e confetti di Sulmona.

Cena di Capodanno: esperienza gourmet a otto portate. Proposte creative come gli Scampi alle spezie avvolti in foglia di patata dolce, i Ravioli farciti con aragosta e basilico o il Germano reale al lime e pompelmo rosa e proposte della tradizione come il classico Zampone e lenticchie. A concludere questa kermesse gastronomica un dessert dai sapori invernali, il Cioccolato con crema al mascarpone, castagne e gelato al mandarino.

Al Mandarin Bar & Bistrot per l’occasione si animerà di luccichii e musica anni ’60 per accompagnare la cena a sei portate: tra le proposte del menu la Terrina di fegato grasso al caffè con mela cotogna, i Ravioli farciti con zabaione, crema di broccoli e tartufo bianco, la Triglia avvolta nella bieta con crema di peperoni all’olio di Argan. Per non deludere gli amanti della tradizione, anche qui non potrà mancare la classica portata di Zampone e lenticchie e il Dessert al mandarino con chantilly al mascarpone e cuore di crema di marroni.

Brunch di Capodanno: piatti tradizionali serviti à la carte,  un buffet di antipasti e dolci, e una cocktail ‘station’ per il Bloody Mary e il Mimosa.

Per info qui

 

 



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Design of desire - 05/08/2018

Superfluid, il nuovo SUP di design.

Superfluid è un nuovo marchio di lusso della nautica. Il primo prodotto è un SUP (Stand-up Paddleb [...]

Leisure - 08/03/2018

Wrongonyou, da Roma al mondo

Potrebbe essere il pezzo forte da export dell'anno, il cantautore romano dal sound internazionale Wr [...]

Society - 08/09/2017

A Raffles si impara lo stile come in una bottega rinascimentale

È raggiante il sindaco di Milano Beppe Sala quando taglia il nastro della Raffles Milano, la nuova [...]

Top