Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 14/05/2019
CONGRESSO

Made in Steel, l’acciaio come risorsa del futuro

Si sta avvicinando l’apertura di Made in Steel, la principale Conference & Exhibition del Sud Europa dedicata alla filiera siderurgica, che si terrà a fieramilano Rho (Milano) dal 14 al 16 maggio 2019. Sarà STEEL HUMAN – Sustainability and innovation il titolo dell’ottava edizione della manifestazione alle prese con la necessità di ridurre il proprio impatto ambientale e di rinnovare prodotti e processi per non perdere competitività. «Solo con le leve della sostenibilità e dell’innovazione, i pilastri sui quali si reggerà la siderurgia del futuro, riusciremo a produrre un acciaio umano, restando umani, rispettando persone, ambiente, imprese – spiega Emanuele Morandi, amministratore delegato di Made in Steel -. Per conquistare un futuro migliore, è necessario integrare rigore quantitativo, attenzione all’organizzazione e logica economica con empatia, saggezza, coraggio e creatività proprie dell’uomo».

I NUMERI DI MADE IN STEEL 2019 – La manifestazione internazionale viaggia verso un’edizione da record. Già a dicembre, a cinque mesi dalla chiusura delle registrazioni, i metri quadrati venduti (circa 12mila) superavano di ben il 20% la superficie espositiva totale della precedente edizione. Circa l’80% degli espositori del 2017, poi, ha confermato la propria partecipazione anche nel 2019; una quota superiore del 10% alla media di analoghe manifestazioni internazionali.

A oggi, gli espositori provengono da 16 Paesi

E in questo 2019, anno dell’ottava edizione di Made in Steel, in Unione europea e in Italia le prospettive per il settore dell’acciaio rimarranno positive, anche se con numeri inferiori rispetto al recente passato, influenzati dall’effetto di trascinamento negativo dell’ultima parte del 2018.

Secondo le ultime previsioni di Eurofer, l’associazione dei produttori siderurgici dell’Europa, in Unione europea il consumo reale di acciaio dovrebbe frenare nel 2019, fermandosi a +0,8% (contro il +2,2% del 2018) a 165 milioni di tonnellate, seguito da +0,9% nel 2020, 166 milioni.

Pressoché tutti in rallentamento i settori utilizzatori in Europa nel 2019 e 2020, che si terranno comunque in territorio positivo: +1,5% e +1,7% il tasso di crescita della produzione previsto (contro il +3,1% del 2018).

 



Leisure - 31/10/2018

Il Romanticismo ha una mostra: 200 opere dell’Ottocento a Galleria d’Italia

Le Gallerie d'Italia – Piazza Scala, sede museale di Intesa Sanpaolo a Milano, e il Museo Poldi Pe [...]

Trends - 30/05/2018

L’America di Trump canta coreano con il K-Pop

Vero è che Donald Trumpo non ha da recuperare nulla con la Corea del Sud, fido alleato. I problemi [...]

Fashion - 27/09/2019

Swarovski protagonista dello scintillante autunno 2019

Li abbiamo visti prima a New Work, l’11 settembre scorso, indossati dalla cantante e attrice Rihan [...]

Top