Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 22/03/2019
DISTILLATI

Nardini, la grappa premiata al World Spirits Award

In occasione della World Spirits Award Celebration 2019, tenutasi ieri all’interno delle Bolle Nardini, moderna opera di architettura di Massimiliano Fuksas, Nardini, la più antica distilleria d’Italia e leader dal 1779 nel mercato delle grappe e dei distillati di eccellenza, vince cinque medaglie alla prestigiosa competizione internazionale che valuta e classifica tutti i liquori e i distillati del mondo. In foto d’apertura ammiriamo l’esultante reazione di Wolfram Ortner (fondatore di World Spirits Award) e Antonio Nardini alla premiazione.

 

Al World Spirits Award 2019 hanno preso parte 117 contendenti e distillerie provenienti da 25 nazioni, per un totale di 485 etichette. Vastissimo l’assortimento: dai distillati per caffè e sigari al gin, dal rum alle acquaviti di frutta, ai distillati al 100%. Per giungere al risultato finale si è preso come metro di giudizio il sistema di valutazione WOB a 100 punti, creato appositamente per liquori e distillati.

 

La perfetta obiettività e imparzialità del giudizio è stata garantita da una giuria internazionale di degustatori con anni di formazione e di esperienza alle spalle.  I titoli conferiti premiano l’impegno delle distillerie e rappresentano un riconoscimento per prodotti assolutamente perfetti. Fedeli allo slogan «Simply the best in Spirits», sono stati sottoposti al giudizio della giuria soltanto i prodotti migliori che hanno letteralmente entusiasmato i severi giudici.

 

Nel complesso sono state attribuite 485 medaglie di cui 48 doppi ori (16 agli «Spirits of the Year»), 238 ori, 188 argenti e 11 bronzi.

 

Nardini si aggiudica la medaglia d’oro con l’elegante Acqua di Cedro e con la Grappa Riserva Selezione Bortolo Nardini 7 anni, dal gusto ricco e persistente, mentre Mandorla Nardini, l’Amaro Nardini e la Grappa Riserva Selezione Bortolo Nardini 15 Anni, dal gusto intenso e di grande persistenza, vincono la medaglia d’argento.

Ditta Bortolo Nardini non poteva che iniziare i festeggiamenti per i suoi 240 anni ottenendo questi importanti riconoscimenti che confermano nuovamente il prestigio e l’eccellenza di un prodotto che racconta una storia di tradizione ed esperienza.

 

Nardini, che sarà presente al prossimo Vinitaly, in scena a Verona dal 7 al 10 aprile, presenterà un’etichetta speciale dedicata ai 240 anni della grappa bianca.

 

 

DITTA BORTOLO NARDINI

La storia della famiglia Nardini è sinonimo di passione, amore per il proprio territorio e qualità. È la storia della più antica distilleria d’Italia nata nel 1779 all’ingresso del Ponte Vecchio a Bassano del Grappa e frutto del lavoro della famiglia Nardini. Una vita dedicata ad esaltare il proprio territorio, culla di un prodotto prezioso ancora oggi, dopo due secoli. Oggi è la 7° generazione, Angelo, Antonio, Cristina e Leonardo Nardini, a portare avanti la tradizione familiare e a diffondere la cultura di un’icona italiana nel mondo.

 



Design of desire - 13/06/2018

I Castiglioni conquistano il Max di Chiasso

Aveva anche un gusto fantasioso per i nomi, Achille Castiglioni, mirabile genio del deisgn italiano. [...]

Leisure - 18/10/2019

Fitness, vita sana e nutrizione: Damiano Gallo rilancia “Il bello del benessere”

Per divulgare degnamente lo sport e il benessere non come agonismo e accanimento ma come lifestyle s [...]

Fashion - 08/01/2020

I piumini eco di Canadiens incantano a Pitti Uomo

Sono belli e versatili e hanno a cuore l'ambiente. I piumini della ditta Canadiens, visti a Pitti Uo [...]

Top