Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 04/05/2018
ARTE E CUCINA

Palermo e Cagliari, guide al femminile

Per Morellini Editore arrivano in libreria due nuove guide della collana ‘Guide al femminile’ dedicate ad altrettante città italiane ricche di fascino e cultura: “Palermo al femminile” di Lietta Valvo Grimaldi con fotografie di Desideria Burgio e “Cagliari al femminile” di Claudia Rabellino Becce con fotografie di Anna De Lorenzo.

“Palermo al femminile” di Lietta Valvo Grimaldi è dedicata al capoluogo siciliano, quest’anno nominato Capitale Italiana della Cultura, evento di rilievo nazionale su cui convergeranno importanti occasioni di rilancio e affermazione dell’offerta turistica e attrattiva della città come la mostra su Antonello da Messina, l’installazione dell’opera Love Difference di Michelangelo Pistoletto, le manifestazioni Manifesta 12, MigrArti Cinema e MigrArti Cartoon o gli spettacoli su tematiche queer ospitati dai Teatro Biondo e Teatro Libero, tra i tanti.

Strade e quartieri, monumenti, parchi, negozi imperdibili, hotel, ristoranti ma anche spiagge (tra cui quella di Mondello) e indirizzi ‘per rigenerarsi’ tra panelle, arancine e brioche, sono stati selezionati dall’autrice per condurre le lettrici attraverso una città ricca di fascino e mistero.

Ma non solo: Palermo si esprime con la sua millenaria cultura e cucina, il suo dialetto, le grandi donne che l’hanno rappresentata (con un’intervista alla scrittrice Simonetta Agnello Hornby) o le leggende che la vedono protagonista anche di scenari ‘horror’. Auspicio è che alla fine della lettura e della visita alla città, ogni donna si possa sentire fimmina palermitana”, con il suo fascino, i suoi vezzi e, soprattutto, la voglia di tornare in questa città baciata dal sole.

Dall’epoca neolitica, passando dai Vandali, Pisani, Aragonesi fino ai Piemontesi, Cagliari è una città dalla secolare storia che ha visto l’avvicendarsi di numerosi popoli che l’hanno vissuta lasciandovi ognuno in eredità la propria cultura. “Cagliari al femminile” di Claudia Rabellino Becce accompagna la lettrice nel dedalo di vie che si snoda nella città tra palazzi, chiese, spazi, negozi artigianali e viste di rara bellezza: dai più antichi quartieri di Castello e Stampace, passando per il seducente Villanova, sarà facile raggiungere Marina che dai suoi vicoli porta al mare.

La sentita religiosità che connota Cagliari, a partire dalla Settimana Santa, raggiunge il suo apice il 1° maggio, in occasione delle celebrazioni in onore di Sant’Efisio. Dal XVII secolo, per quattro giorni la città si veste a festa per accogliere il Santo: cavalieri, donne e uomini in abiti tradizionali, le più alte cariche cittadine e del clero, abitanti e turisti si uniscono sotto un unico nome, quello di Sant’Efisio.

Cagliari è però molto altro: sono le passeggiate in tutte le stagioni sul promontorio della Sella del Diavolo, sulla spiaggia cristallina del Poetto o alle Saline, oltre ai luculliani pranzi e cene dal sapore di mare inebriati da calici di Vermentino o di Cannonau – non sarà difficile incontrare a tavola il calciatore Gigi Riva – e memorabili dj set per le notti “brave” che faranno ben presto dimenticare la routine del “Continente”.



Uncategorized - 19/07/2018

“Fake Illusion” gli studenti Ied si confrontano con l’arte dell’illusione

Quando la moda porta gli studenti a passeggio tra i meandri conosciuti e non della storia dell'arte, [...]

Design of desire - 13/01/2018

L’abitare pop alla Triennale di Milano

L'abitare pop non è soltanto riferito al "pop" come trend ma come patrimonio popolare. E la Trienna [...]

Design of desire - 19/12/2016

I principi di progettazione di Moroso

Il design e la comodità, l'eleganza e l'avanguardia. Il rispetto della storia, non da ultimo, sono [...]

Top