Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 08/09/2017
MOSTRI SACRI

Queen e David Gilmour, ritorno ai 70

Gli anni 70 non ci abbandonano mai. L’età dell’oro del rock britannico ritorna in auge nel 2017 con la pubblicazione di due eccezionali documenti, a firma Queen e David Gilmour, voce e chitarra dei leggendari Pink Floyd (in foto di apertura).

queen

QUEEN – Uno speciale cofanetto celebra il 40° anniversario di “News of the World”, imprescindibile capolavoro dei Queen pubblicato nel 1977, che viene rieditato il 17 novembre. Il disco che si apre con due canzoni famosissime (We Will Rock You e We Are The Champions) esce con un CD di out-take, inediti, rarità e una nuova versione alternativa dell’album. Grazie alle canzoni scritte dai quattro membri della band, NOTW, il sesto album dei Queen, creò un nuovo standard stilistico, dal proto-punk di Sheer Heart Attack (Roger Taylor) al groove funk-rock di Get Down Make Love, fino al tropical-calypso-pop di Who Needs You. Trovano spazio nell’album anche la hit Spread Your Wings, It’s Late e la romantica Melancholy Blues.

Il boxset include un primo CD con la versione originale dell’album (remastered 2011). Il secondo CD “Raw Sessions”, contiene versioni alternative dell’intera tracklist di NOTW; è un album parallelo che porta alla luce versioni inedite con tracce vocali e strumentali diverse (All Dead, All Dead cantata da Freddie Mercury anziché Bryan May). C’è anche un cd di “Bonus Tracks” che include alcune rare tracce di News of the World registrate dal vivo e mix alternativi, l’intera sessione live per la BBC e molte altre rarità, la US radio edit di It’s Late, al suo debutto su CD, oltre a Feelings Feelings registrata durante le sessioni di NOWT ma esclusa dalla versione finale dell’album.

Il box contiene anche l’LP realizzato con un nuovo cutting dal master analogico, confezionato con replica della busta originale, il nuovissimo documentario in DVD “Queen: The American Dream” realizzato utilizzando filmati ripresi nei backstage durante il “News of the World Tour” del 1977, una ricca selezione di memorabilia fra cui 3 poster ed un libro fotografico di 60 pagine con molto materiale inedito.

PINK FLOYD – Abbiamo visto in anteprima Live At Pompeii di David Gilmour, registrato nell’anfiteatro romano della città campana nel luglio 2016. Un documento eccezionale in cui per la prima volta nella storia le canzoni dei Pink Floyd vengono eseguite dal vivo negli scavi archeologici davanti a un pubblico. Non ci stiamo sbagliando: il leggendario live di Pompei del 1971 fu registrato dall’intera band nella stessa location ma a porte chiuse sotto un sole battente.

Nel documentario-concerto (in visione al cinema dal 13 al 14 settembre, elenco sale su www.nexodigital.it) si vede il leggendario musicista preparare il ritorno a Pompei con la sua nuova band, fatta di turnisti da capogiro, nella piovosa Brighton. L’arrivo in Campania è una rivelazione: migliaia di persone ad accoglierlo, il sole, il Vesuvio sullo sfondo e la magia di note intramontabili (“Rattle That Lock”, “On An Island”,“Wish You Were Here”, “Comfortably Numb”, “One Of These Days”, l’unica canzone eseguita anche con la band nel 1971). In scaletta anche due chicche: “The Great Gig In The Sky” da “The Dark Side Of The Moon”, che raramente propone da solista.

Colpisce l’understatement con cui Gilmour parla e suona pezzi che sono patrimonio della cultura popolare mondiale. Lo fa con una naturalezza e senza fanfara da cui molti divi pop odierni dovrebbero prendere spunto. Si emoziona veramente solo quando pensa alla location storica in cui si trova e durante il film dice: “Questo è un posto di fantasmi, di passato recente e remoto. Per me è un privilegio essere qui”. Ci crediamo: l’anfiteatro ha riaperto per una rappresentazione pubblica dopo 2mila anni. E solo per lui.

Se non riuscite a vederlo al cinema, la Sony pensa a vou: in uscita il 29 settembre su Columbia Records il disco in molteplici formati: un doppio cd, blu-ray, doppio dvd, doppio cd + blu-ray deluxe edition boxset, un boxset da 4LP,  in digitale in alta definizione.

 

Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Design of desire - 09/03/2017

Toscot, design moderno e tradizione toscana

Toscot propone modelli per l’illuminazione che coniugano la tradizione toscana del calco a mano co [...]

Society - 13/02/2017

AI Grammy Adele e David Bowie sono le star del 2017

Quello che colpisce dei Grammy Awards, gli Oscar della musica mondiale, non sono tanto le follie da [...]

Fashion - 08/07/2017

I’M Isola Marras sposa la naturalezza dello street style

Efisio Rocco Marras, figlio di Antonio, direttore creativo della linea  I'M ISOLA MARRAS ha conquis [...]

Top