Magazine - Fine Living People
Targets

Targets - 14/06/2018
DA X FACTOR

Samuel Storm va a registrare a Hollywood

Oscar Generale, produttore italiano di fama internazionale, ha deciso di puntare sul talento di Samuel Storm. Il giovane, di origine nigeriana ma in Italia da un anno e nove mesi, ha attraversato il deserto a piedi e rischiato la vita in mare per arrivare in Italia (un viaggio lungo nove mesi che l’ha profondamente segnato) e poi ha partecipato a X Factor classificandosi al quarto posto.

Io credo da sempre nei nuovi talenti e sono rimasto letteralmente folgorato da Samuel. A colpirmi, in particolare, è stata una canzone da lui stesso scritta, in cui racconta il suo doloroso passato. Lui ha infatti lasciato il Lagos di nascosto dalla sua famiglia per cercare fortuna in Italia, ma ha dovuto affrontare un viaggio molto difficile. Un percorso che purtroppo tanti altri immigrati hanno conosciuto” – racconta Generale, che ora ha intenzione di realizzare il grande sogno di questo raffinato cantautore.

Oscar Generale sta dando una grande possibilità all’italo-nigeriano Samuel Storm.

Oscar Generale sta infatti producendo Samuel insieme a George Acogny, celebre produttore americano che ha lavorato con nomi del calibro di Peter Gabriel, Sinead O Connor, Natalie Cole , Etta James, Dr John, Aaron Neville, Solomon Burke, Donny Osmond,Youssou N’Dour, Nusrat Fateh Ali Khan e Chaka Khan,

Il giovane artista è quindi pronto per ripartire da Hollywood, anche con una nuova immagine, facendosi chiamare semplicemente Storm.

Per preparare il suo album, Oscar e George stanno contattando musicisti del calibro di Vinnie Colaiuta ( Sting), Steve Lukhater (Toto),Darryl Jones ( The Rolling Stones) Pino Paladino ( The Who, John Mayer), Nathan East (Eric Clapton), Steve Ferronne (Tom Petty), Armand Sabal Lecco (Paul Simon)

Oscar Generale ha intenzione di portare Storm subito nelle prime posizioni delle classifiche internazionali.
Ricordiamo che Storm oltre a cantare è anche autore dei suoi testi.



Design of desire - 20/04/2018

A Brera c’è l’Observatory di Lee Broom

A via Lovanio 6 a Milano, nel cuore del Brera Design District quest'anno c'è la nuova opera di Lee [...]

Leisure - 08/06/2018

Polys Peslikas, il cipriota che racconta l’arte tradita

The misunderstanding. The misinterpretation. Due titoli per una mostra del celebrato artista cipriot [...]

Travel - 28/08/2017

Delphina Hotels & Resorts, hotel nella Blue Zone della Sadegna

Nel mondo vengono chiamate Blue Zones, le aree dove studi scientifici e demografici hanno dimostrato [...]

Top