4 Dicembre 2021
SCAMBIO ARTISTICO

Un’arpa e un Tazenda per l’anima del dialetto

4 Dicembre 2021
SCAMBIO ARTISTICO

Un’arpa e un Tazenda per l’anima del dialetto

4 Dicembre 2021
SCAMBIO ARTISTICO

Un’arpa e un Tazenda per l’anima del dialetto

Alle radici del dialetto italiano, un viaggio in musica che è riunito in un solo disco. Esce “Animas”, di Beppe Dettori (ex Tazenda e autore per svariati celebri artisti) e l’arpista Raoul Moretti è un album scritto a quattro mani, che raccoglie l’urgenza creativa di Beppe e Raoul, dovuta al blocco dell’attività dal vivo. Con 10 brani inediti e una cover in italiano, sardo con variazioni territoriali, versi in inglese, latino e dialetto “lagheèè”, e una rivisitazione di un brano di Peter Gabriel tradotto in sardo, questo disco rappresenta la vera essenza dei due artisti.

Si tratta di un album davvero unico, che ripercorre, in un viaggio linguistico e musicale, la cultura del nostro paese, dalle radici (il dialetto sardo e laghèe) all’attualità (italiano e la lingua universale del mondo: l’inglese), per poi proporre un’inedita versione in sardo di un brano di Peter Gabriel, l’artista inglese che tanto ha dedicato del suo lavoro alla world music negli ultimi decenni. In questo viaggio vengono raccontate le emozioni umane, senza tempo: dall’angoscia alle speranze, dal dolore alla gioia.

Con Raoul abbiamo continuato a sperimentare un proficuo “scambio artistico” composto di interconnessioni tra generi come il Folk, l’Etno-Rock e la canzone d’autore, il progressive, la sperimentazione e l’elettronica, l’album mantiene la nostra cifra stilistica tipica, basata su ricerca vocale, arpa elettrica con elettronica e chitarra, ma in più abbiamo avuto l’enorme privilegio di accogliere splendidi amici compagni di viaggio.” – racconta Beppe Dettori.

“Per ogni traccia di questo disco abbiamo deciso anche di far realizzare dei video in collaborazione con il regista Renato Cubo, che ha ripreso l’artista Vito Furio intento a creare opere con la sabbia. In questo modo ogni traccia ha il suo sfondo cromatico”. – racconta Raoul Moretti.  

Read in:

English English Italian Italian
Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Vuoi saperne di più?