2 Dicembre 2023
PASTICCIERE UNDER 30

Un giovane tarantino ha vinto il Belcolade Award 2023

2 Dicembre 2023
PASTICCIERE UNDER 30

Un giovane tarantino ha vinto il Belcolade Award 2023

2 Dicembre 2023
PASTICCIERE UNDER 30

Un giovane tarantino ha vinto il Belcolade Award 2023

Al Food Experience Center Puratos di Milano si è svolta la finale del “Belcolade Award 2023”, un vero campionato italiano tra pasticceri Under 30. 

L’evento Belcolade, che fa riferimento a un tipo di cioccolato premium, ideato e organizzato da Puratos Italia (produttore di ingredienti per pasticceria, cioccolato e panificazione professionale)si è concluso con la vittoria come Miglior Cioccolatiere del 27enne Gianluca Trisolini titolare della pasticceria Trisolini Dolci Note a Mottola in provincia di Taranto, al secondo posto il 28enne di Grottaferrata in provincia di Roma Gabriel Gianforchetti e al terzo posto il 26enne di Palestrina sempre in provincia di Roma Gianluca Fiore.

IL PODIO di BELCOLADE AWARD 2023.
 
1° classificato – Gianluca Trisolini
27 anni, titolare della pasticceria Trisolini Dolci Note a Mottola in provincia di Taranto.
Ama definirsi “figlio d’arte” perché il padre è orafo e per le sue due passioni: la pasticceria e la musica. È diplomato al conservatorio in violino. Si è addentrato nel mondo del cioccolato circa due anni fa, dopo aver partecipato a diversi corsi di pasticceria e cioccolateria. Per il futuro sogna di affermarsi nel mondo dell’imprenditoria italiana.
 
2° classificato – Gabriel Gianforchetti
28 anni, originario di Grottaferrata, oggi lavora al Fortini Lab ad Albano Laziale in provincia di Roma.
Da giovanissimo si è iscritto all’istituto artistico, scuola di bigiotteria, per poi trasferirsi alla scuola alberghiera dove ha studiato prima in cucina e successivamente in pasticceria. Ha proseguito la formazione in Francia. Negli ultimi sei anni si è formato in un istituto di pasticceria a Lione e ha iniziato le prime esperienze lavorative in hotel, ristoranti e laboratori di pasticceria. Per il futuro vorrebbe perfezionarsi nelle sculture artistiche, di zucchero e di cioccolato. 
 
3° classificato – Gianluca Fiore
26 anni di Palestrina in provincia di Roma.
Ha scelto di fare il pasticciere fin da piccolo, imitando la nonna e la mamma nella preparazione dei dolci in casa. Il suo sogno è quello di aprire un’attività incentrata sul mondo del cioccolato. Ha scelto di partecipare al concorso per la sua innata voglia di mettersi in gioco, di sperimentare e di accrescere le proprie abilità personali.
 

. Le sue più grandi passioni sono la musica e la pasticceria. È diplomato in violino al conservatorio e ora può sfoggiare un nuovo titolo, quello di vincitore dell’edizione 2023 del “Belcolade Award”. Lui è Gianluca Trisolini, titolare della pasticceria Trisolini Dolci Note a Mottola in provincia di Taranto. Dietro il pasticcere pugliese, al secondo posto, Gabriel Gianforchetti ventottenne originario di Grottaferrata in provincia di Roma e al terzo posto Gianluca Fiore, ventiseienne di Palestrina, in provincia Roma

Il concorso, interamente dedicato al cioccolato a marchio Belcolade, viene proposto a professionisti under 30 del settore ed è ideato e organizzato da Puratos Italia; azienda con sede a Parma e filiale dell’omonima multinazionale belga, leader nell’offerta di una gamma completa di ingredienti, soluzioni e servizi innovativi per l’industria della panificazione, pasticceria e cioccolato.

Il primo classificato ha conquistato la giuria internazionale realizzando tre proposte in grado di evidenziare grande capacità tecnica, creatività e originalità rispetto ai temi da interpretare in occasione della finale: una pièce ispirata al tema della sostenibilità, interamente in cioccolato alta almeno un metro, delle praline con ridotto contenuto di zucchero e un crunch senza glutine. Unico comune denominatore delle opere ideate dal giovane pasticcere pugliese è stato il mare e la valorizzazione della sua bellezza, a partire dalla tartaruga di cioccolato a grandezza naturale alla cui base si trovava una sabbia finissima su cui poggiavano alcune conchiglie, tutto anche in questo caso realizzato impiegando solo cioccolato. Non meno sorprendenti le praline, dal gusto raffinato e decisamente instagrammabili grazie a un effetto marmorizzato e a un colore azzurro intenso. Infine, il crunch, una barretta spezza fame senza glutine, sormontata da una conchiglia in cioccolato. Col suo talento, oltre al prestigioso trofeo, Trisolini si è aggiudicato la possibilità di partecipare al COCOA TRIP, un viaggio in Messico, uno dei Paesi di origine del cioccolato Belcolade, dove potrà visitare le piantagioni di cacao e conoscere, toccandole con mano, le varie fasi di lavorazione del cacao. In Messico, come in altri 7 Paesi del mondo, Puratos ha dato vita a Cacao-Trace, un programma per la produzione sostenibile del cacao che supporta l’intera filiera, dai coltivatori ai consumatori. Nato nel 2014 e oggi attivo anche in Cameroon, Costa d’Avorio, Uganda, Papua Nuova Guinea, Filippine, Vietnam, il programma si pone l’obiettivo di produrre cioccolato sostenibile e di qualità, assicurare un’adeguata formazione e remunerazione ai contadini e supportare direttamente le comunità locali. Infatti, per ogni kg di cioccolato Cacao-Trace venduto, 10 cent ritornano direttamente alle comunità di coltivatori di cacao sotto forma di investimenti in servizi e infrastrutture che migliorano la qualità della loro vita. Nel 2022 sono stati raccolti oltre 2 milioni di euro che, attraverso l’organizzazione belga no-profit Next Generation Cacao Foundation sono tornati al 100% alle comunità locali.

«È un’emozione molto forte ricevere questo premio che corona mesi di lavoro e di sacrifici da parte mia e di tutto il mio staff che non mi stancherò mai di ringraziare. Un ringraziamento particolare anche a mio padre, artigiano-gioielliere, per i consigli che mi ha dato, utili per curare la parte estetica dei lavori finali che ho presentato al concorso». Così Trisolini al termine della finale che si è svolta lo scorso 17 novembre al Food Experience Center Puratos di Milano, recentemente inaugurato. Sul podio, assieme a lui, anche Gabriel Gianforchetti, 28 anni di Grottaferrata in provincia di Roma, e Gianluca Fiore, 26 anni di Palestrina in provincia di Roma.

Quella di Milano è stata l’ultima tappa di un percorso impegnativo che ha portato i partecipanti a confrontarsi con alcuni dei pasticceri più famosi a livello nazionale e internazionale, sotto la regia di Davide Malizia, già campione del mondo di pasticceria. Oltre a lui, anche Thierry Bamas, MOF francese, e i maestri italiani Francesco Elmi, Rocco Scutellà, Luca Mannori, Emanuele Valsecchi e Marco De Vivo.  «Siamo estremamente soddisfatti di come si è concluso il Belcolade Award che abbiamo l’onore e l’orgoglio di organizzare con l’obiettivo di promuovere la pasticceria italiana e aiutare i giovani pasticceri a crescere nel loro lavoro e nella loro professionalità – ha commentato Alberto Molinari, General Manager di Puratos Italia -. Quello della pasticceria è un settore in forte crescita e coinvolge sempre più giovani che non si limitano a “fare” un lavoro ma che investono molto in formazione, hanno una grande passione e una grande creatività».  

Tra i partecipanti a Belcolade Award sono emersi professionisti che hanno dimostrato di riuscire a ottenere risultati straordinari nonostante la giovane età, risultati riconosciuti anche dagli esponenti della giuria di livello internazionale.  «I finalisti hanno saputo presentare dei progetti innovativi, con un’attenzione particolare al rispetto dell’ambiente e al riuso nella scelta delle confezioni e della presentazione – ha aggiunto Nicola Visceglia, Technical Advisor Patisserie di Puratos Italia che per l’intera selezione ha affiancato i partecipanti mostrando l’attenzione e la passione di un fratello maggiore -. Lavorare accanto a loro in questi mesi mi ha permesso di vederli crescere e di vedere quanta passione e quanta professionalità riescono a dimostrare quando si mettono alla prova con un ingrediente straordinario come il cioccolato, che viene sempre più utilizzato da chef e pasticceri».

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Come vendere un orologio di lusso online

Orologio di lusso online: . La cosa più intelligente da fare è metterlo sicuramente in vendita in un contesto in cui possa essere apprezzato. Tra le piattaforme online che facilitano queste operazioni, sicuramente Chrono24 è market place conveniente perché ha una bassa commissione di vendita.

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”