10 Aprile 2024
TERRITORIO CHIAVE

Vini Etna DOC, ecco perché sono buoni

10 Aprile 2024
TERRITORIO CHIAVE

Vini Etna DOC, ecco perché sono buoni

10 Aprile 2024
TERRITORIO CHIAVE

Vini Etna DOC, ecco perché sono buoni

L’Etna, dove l’equilibrio è ottenuto da una combinazione di elementi violenti e primitivi. Fuoco e aria, attraversati da venti caldissimi provenienti dalla bocca del vulcano e dal freddo della sua sommità, spazzano le pendici della montagna, sollevando la polvere che è allo stesso tempo nera e provvidenziale, un manto che ricopre la terra di fertilità e che si deposita sui suoi frutti; di notte questa essenza si iberna fissando quest’essenza in un concentrato, che definire intenso sarebbe troppo riduttivo.

L’Etna regala preziosi frutti della terra. Animaetnea produce Animardente e Animalucente. Quest’ultimo è un vino delicato e morbido come la lava luminosa e fluente, ma allo stesso tempo forte e inarrestabile come la vita che lo genera. Splendente, etereo e fiammeggiante il nome Animalucente richiama la luminosità di una colata lavica in un ambiente selvaggio in cui la natura regna sovrana. Nella vocata Contrada Santo Spirito di Passopisciaro le suddette varietà locali.

Contrada Passopisciaro, situata precisamente nel versante settentrionale dell’Etna, è una frazione di Castiglione di Sicilia, in provincia di Catania, che faparte del circuito di uno dei borghi più belli d’Italia.

Qui opera Animaetnea, la vera cantina ambasciatrice di questo territorio unico (molti vigneti a 700 metri sul livello del mare). E qui si fanno vini con una forte personalità e un’identità inconfondibile. Vini complessi, dalle mille sfumature come il territorio da cui provengono, testimone di oltre un secolo di storia e di vita ai piedi dell’Etna.

Tra le bottiglie prodotte, Animardente è un nerello mascalese in purezza, prodotto da vigne ad alberello che si ergono a 700 metri s.l.m., su terreni a volte sabbiosi e cinerei, a volte ciottolosi e ghiaiosi sottoposti a forte escursioni termiche giorno/ notte, in condizioni climatiche estreme. Seducente, potente, materico, autentico. Etna Doc Rosso, prima vendemmia nel 2012.

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”