Magazine - Fine Living People
Travel

Travel - 08/07/2021

A Venezia la festa del Redentore è al Molino Stucky

Il Molino Stucky, dopo alcuni mesi di chiusura, ha riaperto i battenti in una Venezia che si risveglia e accoglie nuovamente i viaggiatori desiderosi di vivere la Serenissima in sicurezza e tranquillità, alla scoperta della storia, dell’arte e delle esperienze più vere.

La città si anima di iniziative, dalla Biennale di Architettura al Festival del Cinema, dal Salone Nautico alla Festa del Redentore, e le calli tornano ad essere vissute da italiani e stranieri.

E il luogo ideale per una vacanza da sogno in tutta sicurezza alla scoperta della Venezia più vera è proprio il  Molino Stucky, gioiello dell’architettura industriale nel cuore della Giudecca, luogo appartato ma a pochi minuti dal centro storico. Ideale per le famiglie e per un city break in coppia o con gli amici, sa alternare sapientemente l’arte antica, la creatività contemporanea, le esperienze ludiche e la scoperta degli artigiani, moderni interpreti di tradizione e bellezza.

Sabato 17 luglio il bacino di San Marco si animerà con una delle ricorrenze cittadine più amate: la tradizionale Festa del Redentore, appuntamento tanto atteso durante l’anno da tutti i veneziani e assolutamente imperdibile per i turisti. La città tutta, ma in particolare la Giudecca, si animano di musica, di luci, di decorazioni scenografiche in un carosello che coinvolge la fondamenta nella sua interezza e che vede l’apoteosi negli scenografici fuochi d’artificio. 

Fulcro della Festa, infatti, è la Giudecca, una delle isole più autentiche della laguna, e che ospita la Basilica del Redentore. Come di consueto, l’isola sarà per l’occasione collegata a Le Zattere con il famoso “Ponte Votivo”, camminamento temporaneo di barche lungo 330 metri su cui si snoda la processione che culmina con la messa officiata dal Patriarca.

L’Hilton Molino Stucky, che si erge sulla Giudecca a pochi metri dalla Basilica del Redentore, è il luogo ideale per vivere al meglio la festa e godere della visuale migliore sulle sue fasi salienti e sul fermento da essa generata. L’affaccio privilegiato sul Canale della Giudecca e sull’isola tutta, infatti, permette ai suoi ospiti di non perdere nemmeno uno degli elementi spettacolari ed emozionanti che compongono questa festa speciale.

E per l’occasione al Molino Stucky non potevano mancare le esperienze gourmet, per deliziare il palato mentre si gode lo spettacolo della Festa, che culmina con gli strabilianti fuochi d’artificio. 

L’albergo propone per la sera di sabato 17 luglio due menu speciali creati ad hoc per questa ricorrenza dall’executive chef Luca Nania. Da una parte il menù del ristorante Aromi, strategicamente collocato sulla banchina dell’isola, dall’altra la cena di gala sul rooftop, punto più alto di Venezia dopo il campanile di San Marco

Due menu inaspettati, in cui lo chef predilige i piatti di pesce, con gli abbinamenti inusuali di una cucina innovativa: al ristorante Aromi, ad esempio, troviamo un prelibato Risotto con Asparagi, Scampi e Polpa di Riccio e sull’elegante rooftop invece troviamo la Capasanta e Porcini Estivi e molti altri piatti da non perdere tutti accompagnati da una selezione accurata di vini pregiati.

Al termine della cena, riservato agli ospiti che hanno partecipato alle due cene, un brindisi con un Ferrari Maximum Brut accompagnerà degnamente il meraviglioso spettacolo dei fuochi d’artificio della festa del Redentore, ammirato dalla posizione privilegiata del rooftop del Molino Stucky.

Il giorno seguente, la domenica, la festa continua e l’albergo offre l’affaccio migliore sulle sue fasi salienti: le “Regate del Redentore” – con le gondole e con i pupparini, in attesa del culmine della festa, quando il Patriarca di Venezia presiederà la solenne concelebrazione eucaristica, con il discorso alla città.

Un luogo speciale, il Molino Stucky, da cui godere in sicurezza e tranquillità la festa più autentica della Serenissima.


Per risvegliare i muscoli intorpiditi dall’inverno le due sale fitness, dotate dei più moderni macchinari Technogym, hanno il valore aggiunto di affacciarsi sul cortile immerso nel verde, e offrono la straordinaria opportunità di allenarsi nel silenzio e nella gradevolezza di un paesaggio di per sé ritemprante e tonificante. La piacevolezza del sole e dell’acqua sono assicurati da un tuffo nella piscina collocata sul rooftop dell’albergo, o da un momento trascorso al mare, sui lettini prenotati per gli ospiti del Molino Stucky allo stabilimento Blue Moon nel famoso Lido di Venezia, celebrato da scrittori e registi di tutto il mondo.

La Spa Eforea, accoglie i suoi ospiti in un’oasi di benessere circondata dal verde giardino, dove poter ritemprare il corpo e lo spirito affidandosi alle sapienti mani delle terapiste della spa, in un nuovo concetto che coniuga semplicità e autenticità. Non solo la sauna, il bagno turco, le jacuzzi, le sale relax, ma soprattutto le cinque cabine in cui concedersi i migliori trattamenti, dove l’esperienza di bellezza e benessere è a 360 gradi. I trattamenti sono curati nel minimo dettaglio e ispirati alla città. Ideale per raggiungere un totale relax è il massaggio Romanticismo Veneziano. Così come è piacevole farsi cullare dal dolce movimento delle gondole veneziane, allo stesso modo la tecnica di questo trattamento prevede movimenti dolci e lenti in grado di riprodurre la piacevole sensazione dello stare in gondola, abbinati all’uso di candele aromatiche miscelate con olio caldo.

A completare un’esperienza mindfulness totalizzante è possibile organizzare anche un tour in bicicletta nell’Isola di Sant’Erasmo detta anche l’Orto di Venezia, perla delle isole della laguna nord. Questa isola, particolarmente interessante, è una delle più grandi e delle meno conosciute della laguna, quindi ricca di storia e segreti da scoprire in una pedalata immersi nella natura. Grazie alla sua natura pianeggiante e la l’abbondante vegetazione si presta perfettamente ad un’escursione in bicicletta, all’insegna del benessere fisico e mentale.

E per finire in bellezza la giornata si torna sul rooftop per ammirare i più bei tramonti su sulla Serenissima con i suoi tetti, i suoi campanili e le sue cupole, in un continuum architettonico fino al Bacino di San Marco.  Qui, allo Skyline Bar, si intrecciano la vista ma anche il gusto grazie al cocktail Green Passion, un analcolico salutare a base di succo di mela e lime fresco con foglie di menta, passion fruit, zucchero di canna e seltz.

Tutto questo perché il vero benessere deriva dal perfetto mix di bellezza, gusto, attività fisica e cura del proprio corpo. E Il Molino Stucky è il luogo ideale dove trovare tutto questo.



Fashion - 21/09/2018

Madrina di Stokton Federica Pellegrini

STOKTON apre a Milano il primo show-room di vendita interamente dedicato al brand toscano ed è sub [...]

Society - 26/10/2020

Gennaro Russo: “Le eccellenze meritano cucina senza fronzoli”

C'è un indirizzo sulle tortuose e affascinanti curve panoramiche della costiera amalfitana che gli [...]

Leisure - 15/04/2018

Al Miart 2018 arte da tuto il mondo. La nostra selection

Con centinaia di opening e proposte da tutto il mondo, MiArt 2018 a Milano sta accogliendo stimoli e [...]

Top
Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e sezioni extra che stiamo sviluppando. Obbiettivo: sorprendere i nostri lettori nel corso del 2021!