Magazine - Fine Living People
Travel

Travel - 31/10/2019

All’Aleph Rome Hotel le mappe personalizzate per una città a misura personale

Il dinamico albergo 5 stelle lusso capitolino lancia il test per il profilo dei turisti. Una volta attribuita la categoria giusta, via al tour personalizzato.

Ci sono bellezze eterne, viaggi inevitabilmente necessari, quelli irrinunciabili. Ma quando si sta a Roma, come dicono in tutto il mondo, bisogna fare come fanno i romani. E cioè ognuno qui ha la sua città, il suo luogo del cuore, il suo tour preferito. Ecco perché il taglio giovane dell’Aleph Rome Hotel, un cinque stelle lusso in zona appartata accanto a via Veneto, ha permesso un’innovazione divertente: la creazione di mappe turistiche personalizzate.

L’hotel nella Curio Collection (che fa capo all’Hilton) presenta da questo mese le mappe personalizzate per scoprire la Roma segreta che più si addice alle diverse personalità dei viaggiatori, in ossequio alla nuova tendenza dell’accoglienza. Che sempre più nelle destinazioni internazionali è quella di creare esperienze uniche, tailor made in base alla personalità dell’ospite.

Per farlo in modo “scientifico”  all’Aleph Rome si fa addirittura un test, veloce e divertente, in grado di profilare 5 diverse tipologie di viaggiatore e di proporre programmi di viaggio che non deluderanno.

L’idea nasce dal fatto che il brand Curio, cui l’albergo appartiene, ha seguito, filmato e perfino studiato geneticamente un gruppo di persone, con l’obiettivo di scoprire quali sono gli stimoli che muovono la loro curiosità. I risultati dell’ esperimento sono stati sorprendenti: esiste un metodo per stabilire come la personalità di ogni individuo giochi un ruolo fondamentale nel modo in cui si viaggia. E’ nato così un test, che svela ad ogni viaggiatore la sua vera indole, codificando 5 profili differenti: intellettuale, edonista, mistico, sportivo, esploratore. Ad ogni profilo sono associate le destinazioni di viaggio più consone.

 

Una volta arrivati a destinazione è buona norma scegliere cosa fare, selezionando le esperienze più significative, e per i viaggiatori che si recano all’Aleph Rome Hotel è stata messa a punto la  personalizzazione delle attività,scelte in base al profilo  svelato  dal test.

La Città Eterna, infatti, offre una serie infinita di piccole e rare “chicche” che vale la pena di vedere. per agevolare gli ospiti nella scelta dell’esperienza nascosta più affine al proprio carattere l’Aleph Rome Hotel ha creato ben 5 diverse mappe contenenti le esperienze suggerite, sia in Città che nei dintorni.

‘Aleph Rome Hotel, Curio Collection by Hilton, situato nel cuore della città eterna. Da qui si possono visitare a piedi i luoghi della Dolce Vita di via Veneto, piazza Barberini e la Fontana di Trevi.

Alcuni esempi? All’intellettuale viene consigliato di visitare il quartiere Coppedè, la nuvola di Fuksas, la Galleria Sciarra o il Giardino di Ninfa, mentre l’esploratore viene indirizzato al parco della Street Art di Tor Marancia, al bunker di Villa Torlonia o ai Giardini di Bo Marzo. L’edonista cenerà in un ristorante stellato come La Pergola di Heinz Beck, sorseggerà un cocktail in atmosfera da proibizionismo da Jerry Thomas o si concederà una visita guidata alle Cantine del Casale del Giglio. Il mistico si dedicherà alla cripta della chiesa di Maria Immacolata, alla Casina delle Civette di Villa Torlonia e andrà a scoprire i segreti di Civita di Bagnoregio, mentre lo sportivo potrà temprare il suo fisico facendo climbing al Rock it Climbing Romee provare emozioni forti praticando il parapendio a Norma.

L’ospite riceve la mappa una volta  stabilito il proprio profilo dopo aver fatto il veloce test, che può essere effettuato   al momento della prenotazione  o al check-in . Potrà così scoprire i segreti nascosti della città dedicandosi alle esperienze più adatte, per godere al massimo i benefici della sua vacanza romana.

Un esempio di mappa per la profilazione dei gusti dei clienti dell’Aleph Rome Hotel.

Prendete il profilo “Edonista” che per la clientela internazionale diventa “Epicureo”. Viene descritto così: “Navighi per il mondo attraverso le tue papille gustative, ritrovandoti nelle panetterie insolite, sul tetto ristoranti e cocktail bar tiki. Ma pur amando eventi così unici, c’è un semplice brivido dentro fotografare un Cacio e Pepe perfettamente impiattato”. Vi ritrovate? Pensate a quante declinazioni si possono avere in città per un carattere del genere. Si va dal suggerimento del book Bar Salotto 42, allo Zuma, per i poseur al piano superiore del flagship store mitico di Fendi nel palazzo storico della maison romana.
Da Cecchino 1887 c’è invece la cucina romana rivisitata, nelle sale da Tè Said e Babingtons. Completano il tour Moma, Il Pagliaccio e La Pergola, indirizzi imperdibili per chi ama la città eterna vista di notte.
La chicca è la segnalazione del Jerry Thomas Project (Via Panisperna, 101) dove i clienti sono portati indietro come atmosfera (e cocktail) agli anni Venti.

Per gli intellettuali, per i quali sono suggeriti pure i giardini di Tivoli e alcuni castelli romani, gli esperti delle guide custom made suggeriscono la Nuvola di Fuksas, Palazzo Colonna, il convento di Trinità dei Monti e tanto altro. “Per appagare la sete di esperienza che muove questo tipo di viaggiatori – si legge nel profilo – in ogni momento in cui ci si immerge nella scoperta”.



Travel - 30/05/2019

Barbados, voglio vivere così (e non solo in vacanza)

Barbados Tourism Marketing Inc ha recentemente annunciato la nuova campagna di marketing e comunicaz [...]

Trends - 15/05/2018

La casa diventa di nuovo il centro del nostre vite

Eccola qui la casa del presente, quella che ci ricorderemo essere tra 30 anni, il luogo principe dei [...]

Fashion - 17/07/2018

Anca Stetco, la modella che disegna scarpe

La scarpa. Un’arte, una passione. La storia del brand Anca Stetco parte dal catwalk nel vero senso [...]

Top