10 Aprile 2018

Amburgo, ecco gli edifici del futuro: Elbphilharmonie e il Fontenay

Una concert hall e un hotel di lusso hanno rilanciato l'innovazione edilizia nella metropoli tedesca del nord. Archistar e glamour avveniristico.

10 Aprile 2018

Amburgo, ecco gli edifici del futuro: Elbphilharmonie e il Fontenay

Una concert hall e un hotel di lusso hanno rilanciato l'innovazione edilizia nella metropoli tedesca del nord. Archistar e glamour avveniristico.

10 Aprile 2018

Amburgo, ecco gli edifici del futuro: Elbphilharmonie e il Fontenay

Una concert hall e un hotel di lusso hanno rilanciato l'innovazione edilizia nella metropoli tedesca del nord. Archistar e glamour avveniristico.

Il rinascimento di Amburgo ha preso definitivamente il volo lo scorso anno, con l’apertura di due edifici topici destinati a ridefinire il gusto e l’architettura della metropoli sull’Elba.

In perfetto timing tedesco, due luoghi simbolo del travel e della cultura della città fanno ora bella mostra di se. Amburgo ha infatti un nuovo punto di riferimento culturale nella HafenCity: l’Elbphilharmonie ha aperto le sue porte per la prima volta l’11 gennaio 2017.

Sulle rive del fiume Elba, sostenuto da circa 1.700 pile di cemento armato, è emerso un moderno complesso di edifici che contiene – oltre a 3 sale da concerto – un hotel, 45 appartamenti privati ​​e il Plaza, un’area di osservazione pubblica con vista a 360 gradi sulla città. Il fulcro della Elbphilharmonie è attualmente anche uno dei progetti strutturali più interessanti in Europa: una sala da concerto di livello mondiale che è separata dal resto dell’edificio per motivi di insonorizzazione. Situato ad un’altezza di 50 metri sopra il livello del suolo in una posizione unica nel porto storico di Amburgo, e con posti a sedere per 2.100 persone, l’Elbphilharmonie è la perfetta simbiosi tra architettura e musica.

La nuova sala da concerto, progettata dalla ditta svizzera di gli architetti Herzog & de Meuron, si trova direttamente sulle rive dell’Elba, circondato su tre lati da acqua e lattina essere visto da tutta la città. Arroccato sopra l’ex ex Kaispeicher A, che è stato costruito negli anni ’60 dal famoso architetto Werner Kallmorgen, la neo la struttura in vetro progettata emerge dal robusto magazzino di mattoni come un’onda di vetro.

Foto della Elbphilharmonie: Ralph Larmann e Thies Rätzke.

Il Fontenay ha aperto da pochi mesi ad Amburgo.

L’HOTEL – Il primo hotel a cinque stelle di lusso ad aprire ad Amburgo in 18 anni è finalmente attivo. Dall’autunno scorso il Fontenay è un riflesso della moderna Amburgo, un omaggio alla città anseatica sulle rive del lago Alster. L’affascinante architettura scultorea rispecchia le linee fluide del lago e del parco circostante, creando un perfetto equilibrio tra natura e urbanità.

Al suo interno vi sono due imponenti spazi aperti: un patio con giardino e un atrio alto ben 27 metri con un’installazione che crea un sottile gioco di luci. Inondate ​​di luce naturale, tutte le camere e le suite sono dotate di pavimenti in parquet, di cabine armadio e di balconi, quasi tutti con vista sul lago.

L’hotel dispone di un ristorante aperto tutto il giorno che propone piatti tipici del nord, ma ci sono anche un ristorante gourmet e un bar situato all’ultimo piano, dove è possibile apprezzare un connubio perfetto fra drink accattivanti e panorami mozzafiato sulla città. L’esclusiva spa panoramica di 1.000 metri quadrati costruita sul tetto, con piscina interna/esterna lunga 20 metri e una spettacolare vista panoramica, unisce in sé tutti gli aspetti della bellezza, del benessere, del fitness e del relax.

Architettura d’autore al Fontenay di Amburgo.

L’architetto Jan Störmer, nel realizzare i suoi primi schizzi, intitolò la sua visione “hotel nel parco”. In seguito, un’affascinante configurazione amorfa si è evoluta dall’intreccio di tre cerchi. Sulle rive del lago Alster, gode di una delle più belle posizioni nel cuore della città, e si trova a pochi passi dell’elegante via Jungfernstieg. L’esclusiva spa panoramica di 1.000 metri quadrati costruita sul tetto, con piscina interna/esterna lunga 20 metri e una spettacolare vista panoramica, unisce in sé tutti gli aspetti della bellezza, del benessere, del fitness e del relax.

Read in:

Picture of Christian D'Antonio

Christian D'Antonio

Christian D’Antonio (Salerno,1974) è direttore responsabile della testata online di lifestyle thewaymagazine.it. Iscritto all’albo dei giornalisti professionisti dal 2004, ha scritto due libri sulla musica pop, partecipato come speaker a eventi e convegni su argomenti di tendenza e luxury. Ha creato con The Way Magazine e il supporto del team di FD Media Group format di incontri pubblici su innovazione e design per la Milano Digital Week e la Milano Design Week. Ha curato per diversi anni eventi pubblici durante la Milano Music Week. È attualmente ospite tv nei talk show di Damiano Gallo di Discovery Italia. Ha curato per il quartiere NoLo a Milano rassegne di moda, arte e spettacolo dal 2017. In qualità di giudice, ha presenziato alle manifestazioni Sannolo Milano, Positive Business Awards, Accademia pizza doc, Cooking is real, Positano fashion day, Milan Legal Week.
Ti potrebbe interessare:

PuroLiving, la natura in casa

Son be 3000 i metri quadrati progettati da Michele Perlini per il nuovo esclusivo showroom PuroLiving in provincia di Verona.

Yilian Cañizares, un violino per Haiti

La giovane cantante, violinista e compositrice cubana Yilian Cañizares, che vanta importanti collaborazioni internazionali (primo tra tutti Chucho Valdés), il

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”