Magazine - Fine Living People
Travel

Travel - 27/05/2019

Cambogia, la nuova destinazione asiatica top class

Six Senses Krabey Island, Le Bokor Palace, Knai Bang Chatt: tre modi diversi di vivere l'acoglienza in un paradiso terrestre.

Six Senses Krabey Island appena aperto ci ha fornito l’aggancio per riscoprire uno dei paesi più suggestivi del sud-est asiatico, la Cambogia. Che con la sua natura e storia sta diventando un’attrattiva anche per il turismo di stile, oltre che quello avventuroso da sempre presente qui.

Six Senses Krabey Island si fonde con la rigogliosa vegetazione degli alberi e il paesaggio tropicale. Il resort privato di 12 ettari dispone di 40 ville con piscina indipendenti, un ampio centro benessere Six Senses, un bar al tramonto, due ristoranti unici, una gelateria, piscina a corsie orizzonte, circuito fitness all’aperto, lungomare lungomare, terrazza sul mare, all’aperto osservatorio del cinema e del cielo.

L’isola è distai 15 minuti dal molo continentale del resort e offre un ambiente tranquillo in cui riconnettersi e rilassarsi. Le esperienze spaziano dalle attività acquatiche, da un’isola all’altra e gite in barca alla Six Senses Spa e centro fitness, programmi di benessere personale e trattamenti.

IL PAESE DELLE MERAVIGLIE – In Cambogia si può scegliere di abitare una casa storica, una sul lago, delle esperienze storiche e folkloristiche nelle due città principali,  Phnom Penh, capitale dal XV secolo situata alla confluenza di fiumi, e Battambang entrambe con affascinanti scavi archeolgoici .

Angkor Wat è il più grande monumento religioso del mondo nonché il tesoro più prezioso della Cambogia, uno dei luoghi più straordinari del pianeta.

IlIl Bokor Palace dista 6 km da Phnom Chisor e 7 km dal Kampot Provincial Museum.

Le Bokor Palace sulla costa meridionale è uno storico “sei stelle” situato nella provincia di Kampot da sempre dedito all’accoglienza dei turisti.

Le Bokor Palace è l’edificio principale della stazione di collina di Bokor nella provincia di Kampot in Cambogia. La posizione scelta a 1000 metri di altitudine per fornire ai coloni stanchi del caldo in Cambogia, soprattutto durante la stagione secca ed evitando il rimpatrio verso la metropoli.

Le Bokor Palace è il “paradiso” per il francese. Era la famosa fuga estiva per le élite francesi e la famiglia reale.

Le Bokor Palace sul bordo della scogliera che si affaccia sulla costa marittima della Cambogia, la cosiddetta “Opal Coast”. Godersi un clima moderato e una posizione insolitamente pittoresca.

François Marius Baudoin, Résident-supérieur, decide di creare una “stazione climatica” sul monte Bokor fa parte della catena montuosa degli elefanti della Cambogia nel 1912. L’edificio è situato sulle verdi montagne e sul mare blu, vicino alla scogliera. La posizione migliore offre una vista a volo d’uccello della “Opal Coast”. così come le grandi vedute sulle montagne.

Knai Bang Chatt è invece conosciuto come il resort da visitare “a piedi nudi” nella costa della Cambogia.

Secondo la proimo dell’hotel Knai Bang Chatt è l’incarnazione di un’idea: quel viaggio può essere una forma d’arte. Crediamo che la maggior parte dei cosiddetti viaggi sia in realtà turismo: prevedibile, prodotto in serie e ignorante del mondo che lo circonda.

Durante il dominio francese, Kep era la principale destinazione balneare della Cambogia, ampiamente conosciuta come “la St. Tropez del sud-est asiatico”. Qui a Knai Bang Chatt, è stato chiamato l’architetto francese Francoise Lavielle per restaurare e ristrutturare queste splendide ville coloniali.

Ora sono il fulcro di un resort costiero dal design impeccabile che offre camere lussuose, una piscina a sfioro con vista sul Golfo della Thailandia, cucina di livello internazionale e molto altro ancora.

Gli ospiti sono ricevuti con una combinazione di privacy e servizio personalizzato, con l’orgoglio di essere l’hotel più consapevole dell’ambiente e socialmente consapevole di tutta la Cambogia.

 



Design of desire - 11/04/2017

La poltrona di Gaetano Pesce che ha spaccato il pubblico del Fuorisalone

Una poltrona ha diviso l'opinione delle migliaia di frequentatori del Brera Design District durante [...]

Design of desire - 12/04/2016

Carlo Apollo: scopriamo come è diventato il “re dei pavimenti”

Carlo Apollo fa la spola tra il suo showroom in piazza Castello a Milano e il cantiere alla BeHouse [...]

Society - 23/03/2017

Maldestro: “Adesso punto al teatro-canzone”

Da quando Canzone Per Federica ha vinto il premio della critica Mia Martini a Sanremo 2017, Maldestr [...]

Top