31 Dicembre 2022

Capodanno d’arte a Roma

Capodarte, Martius Private Suites e Villa Farnesina: tre proposte per iniziare il 2023 tra la bellezza della capitale d'Italia.

31 Dicembre 2022

Capodanno d’arte a Roma

Capodarte, Martius Private Suites e Villa Farnesina: tre proposte per iniziare il 2023 tra la bellezza della capitale d'Italia.

31 Dicembre 2022

Capodanno d’arte a Roma

Capodarte, Martius Private Suites e Villa Farnesina: tre proposte per iniziare il 2023 tra la bellezza della capitale d'Italia.

Per il primo gennaio 2023 tante le iniziative gratuite di Roma Capodarte 2023: concerti, visite guidate, spettacoli, incontri e attività per grandi e piccoli che animeranno fino a sera musei, biblioteche comunali, teatri, cinema e altri luoghi della cultura straordinariamente aperti per l’occasione. Le scelte per il Capodanno d’arte a Roma includono anche una visita (dal 2 gennaio in poi) all’imperdibile Villa Farnesina.

SCELTI PER IL PRIMO DELL’ANNO

Musei di Villa Torlonia, Via Nomentana, 70, Roma. Visite guidate a Casina dei Principi, Casino Nobile, Casina delle Civette e Serra Moresca.

Le mura di Roma. Un monumento nella città lungo 19 chilometri (visita guidata, max 25 persone), Museo delle Mura. Via di Porta San Sebastiano, 18

Un museo nel giardino del lago: Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese
Viale Fiorello La Guardia, 6 e Viale dell’Aranciera, 4

Musica Barocca: Salone di Palazzo Nuovo – Musei Capitolini Piazza del Campidoglio, 1, 00186 Roma RM, Italia. Due appuntamenti musicali con i Cameristi di Santa Cecilia. In programma brani di Vivaldi.

Roma: la città si trasforma. Il riuso dei monumenti antichi nella città medievale

Museo di Roma in Palazzo Braschi, Piazza di San Pantaleo, 10 – Piazza Navona, 2 Piazza San Pantaleo, 10

Conferenze di Alessandra Sette e Riccardo Santangeli Valenzani.

Pasolini pittore: alla Galleria d’arte moderna Stefano Chiodi commenta la mostra (ore 16,30).

DOVE DORMIRE

Nel cuore del Centro Storico di Roma, nella splendida cornice del Rione Campo Marzio, è situato il Martius Private Suites che apre ai suoi ospiti le porte di una realtà raffinata e ricercata, offrendo un’esperienza di alta ospitalità in un’oasi di pace, eleganza e stile.

Il lussuoso boutique hotel nasce all’interno di Palazzo Lavaggi, un prestigioso palazzo del XVII secolo, i cui affreschi e soffitti originali adornano gli spaziosi ambienti valorizzati da un interior design d’influenza glamour senza tempo, con arredi di pregio e complementi preziosi a conferire l’atmosfera unica e di tendenza inconfondibile del Martius. 

Ogni confortevole camera o Suite (Superior Double Room, Premium Room, Junior Suite, Deluxe Suite, Presidential Suite, Presidential Suite SPA) garantirà un soggiorno indimenticabile ad ognuno degli Ospiti, che vivranno il lusso di un servizio cinque stelle tailor-made fra le mura di una delle più belle dimore storiche della Capitale, dove il classicismo dell’importante cultura della Città Eterna si fonde con uno stile moderno e accattivante, dando vita ad un contesto suggestivo e affascinante.  

Dal mese di Dicembre 2022, il Martius Private Suites amplia la sua offerta, aprendo un intero nuovo piano del Palazzo, dove sarà presente un prestigioso salone con cocktail bar, una sala riunione per meeting aziendali, una splendida sala colazioni e nuove camere, prestigiose suites ed esclusive Suites Spa.

Al mattino, un’ampia e luminosa sala colazioni accoglie gli ospiti nell’intimità dei suoi singoli tavoli o nella grande tavola comune da condividere. L’offerta dello chef comprende, oltre ad un ricco pacchetto colazione inclusa, un menù à la carte di varietà dolci e salate.

Capodanno d’arte a Roma. La cifra stilistica del Martius Private Suites viene arricchita da spazi nuovi, di cui sono però preservate le storiche peculiarità strutturali: la presenza di grandi camini, l’importante balconata sulla strada, il raffinato passaggio interno di origine déco che affaccia sul cortile e sulle sue statue antiche, tutto disegnato e progettato dall’architetto Marco Giammetta dello Studio Giammetta Architects. L’obiettivo dello studio è stato quello di soddisfare le necessità e le aspettative degli Ospiti più esigenti .

Le attività esterne al Palazzo offrono una grande varietà: dai più eleganti negozi di abbigliamento ai ristoranti e alle antiche gelaterie, ma soprattutto un numero incredibile di palazzi nobiliari e di monumenti tra i più importanti della Roma antica (come il Pantheon) e della Roma neoclassica (come la celebre Fontana di Trevi, raggiungibili facilmente in pochi minuti a piedi).

L’arte fa parte del DNA del Martius Private Suites, che ha sempre dimostrato un forte sostegno agli artisti locali contemporanei più interessanti, affermati o emergenti: mostre personali temporanee e permanenti arricchiscono Suites e spazi comuni, creando un vero e proprio tret trait d’union tra arte e ospitalità.

Attualmente sono esposte nell’hotel le opere di Matteo Ponzi e Roberta Morzetti.

Villa e sontuoso giardino intatto al centro della capitale d’Italia. Il percorso di visita all’interno della Villa Farnesina ha inizio dall’attuale atrio di ingresso e dalla biglietteria al piano terreno. Si visitano i locali di rappresentanza: la Loggia di Galatea, dove sono affreschi di Raffaello, Sebastiano del Piombo e Baldassarre Peruzzi, la Loggia di Amore e Psiche, dove sulla volta campeggia l’affresco realizzato nel 1518 da Raffaello e bottega; l’attigua Stanza del Fregio, così chiamata dal fregio dipinto al sommo delle pareti da Baldassarre Peruzzi.

VILLA FARNESINA

Pochi conoscono questo gioiello nel cuore della città. Villa Farnesina, nella stessa strada dell’Accademia dei Lincei (via della Lungara 230), reca oggi il nome e la memoria dei Farnese, a cui pervenne nel 1579 in violazione del vincolo ereditario posto dal suo committente. Ma in realtà essa dovrebbe invece essere intitolata ad Agostino Chigi, l’ambizioso mecenate e fine intenditore d’arte, nato a Siena nel 1466, che volle erigerla quale segno tangibile della propria personalità e cultura. Particolarità unica della villa, la presenza di affreschi romani di Raffaello Sanzio.

Il Trionfo di Galatea è un affresco (295 × 225 cm) di Raffaello Sanzio, databile al 1512 circa e conservato nella Villa Farnesina di Roma.

Galatea è una ninfa della tradizione classica e nel dipinto dell’artista simbolo del Rinascimento italiano, ha le sembianze di una donna realmente esistita. Si tratta della panettiera Margherita Luti, amante del pittore nel suo periodo romano.

Apertura (biglietti qui) dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle ore 14 (ultimo ingresso ore 13.15) e seconda domenica del mese (riapre 2 gennaio 2023). Info: (39) 0668027268; farnesina@lincei.it

A Villa Farnesina, Roma, anche l’incredibile “Gioconda nuda”: un dipinto unico della bottega di Leonardo, di metà Cinquecento.
Edificata ai primi del Cinquecento per volere di Agostino Chigi, ricco banchiere di origine senese, la Villa Farnesina a Roma, di proprietà dell’Accademia Nazionale dei Lincei, è una delle più nobili e armoniose realizzazioni del Rinascimento italiano, un’opera in cui il progetto architettonico e la decorazione pittorica si fondono in un’unica, mirabile sintesi.

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”