Magazine - Fine Living People
Travel

Travel - 21/10/2019

Il tocco italiano di Lema Contract per la riapertura del Great Scotland Yard a Londra

L'edificio di mattoni rossi, iconico indirizzo nella capitale: 5 stelle lusso nella location vittoriana del 1820 di Unbound Collection by Hyatt.

Tra le apertura internazionali di hotellerie più attese del 2019, le 153 camere dell’esclusivo hotel 5 stelle Great Scotland Yard sono finalmente a servizio della clientela globale. La gloriosa apertura per la Unbound Collection by Hyatt è avvenuta dopo un totale intervento di restauro durato oltre tre anni e mezzo gestito dal noto developer Galliard Group e sviluppato da Twenty Fourteen Holdings con la partecipazione di LuLu Group.
Dopo l’importante fornitura per l’Hotel Lutetia a Parigi, Lema Contract si è aggiudicata la fornitura di questo nuovo prestigioso progetto londinese nel quartiere di St James, a due passi da Westminster. Great Scotland Yard si caratterizza per l’unicità della location: l’edificio storico di sette piani classificato Grade II ha ospitato in passato il quartier generale della polizia metropolitana di Londra. Durante l’epoca della fumosa Londra vittoriana poliziotti si sono alternati in ronde, partendo dal loro quartier generale di Great Scotland Yard.
Tra questi corridoi giravano anche Charles Dickens e Sir Arthur Conan Doyle, che seguivano gli investigatori in cerca di storie e ispirazione. Citato in romanzi e film di successo, la sua storia risale ai tempi dei Tudor quando servì come ambasciata della famiglia reale scozzese durante la loro visita al re Enrico VIII e alla regina Elisabetta I nel vicino Whitehall Palace, da qui il nome Great Scotland Yard. L’hotel è un viaggio indietro nel tempo grazie ai raffinati dettagli stilistici – scudi, emblemi in vetro e metallo – che rimandano alla sua prestigiosa storia; ospita anche un raffinato ristorante, un whiskey bar “segreto” che riporta ai tempi del proibizionismo degli anni ’20, una biblioteca, una palestra, un cocktail bar, un salone in stile Palm Court, una sala da ballo e una da the.

Su progetto dello studio di architettura EPR Architects, Lema ha curato la progettazione, lo sviluppo e l’installazione di tutti gli arredi fissi delle stanze fornendo armadi su misura, unità TV, arredi bagno in legno oltre alle porte in essenza delle camere da letto e dei corridoi principali, riconfermando ancora una volta la sua grande capacità di gestire forniture tailor-made capaci di rispondere ad ogni richiesta stilistica e tecnica della committenza.

Una nuova reference particolarmente significativa per Lema Contract, che a Londra è tra le realtà nazionali più importanti per volumi nel contract residenziale e hotellerie. Ora sta completando altri importanti progetti tra cui 20 Grosvenor Square, complesso residenziale di 37 appartamenti nel cuore di Mayfair. Lema, fondata dalla famiglia Meroni negli anni 70 ad Alzate Brianza in provincia di Como,  è stata la prima azienda italiana a sviluppare un sistema a spalla portante in più finiture e l’armadio al centimetro, costruito su misura per il cliente.
Angelo Meroni, Presidente di Lema commenta:Great Scotland Yard ha riconfermato ancora una volta la nostra versatilità nel mondo del contract. L’expertise maturata in quasi 50 anni di attività e la forza di una struttura organizzata e capillare sul territorio ci permettono di soddisfare le esigenze tecniche e stilistiche specifiche di qualsiasi progetto, anche quelli più sfidanti come appunto Lutetia e Great Scotland Yard. La nostra forza risiede proprio nella capacità di riuscire ad interpretare la visione del progettista garantendo soluzioni customizzate, integrando diverse competenze come espresso anche nel motto di Lema Contract, You Think We Make”.
Umberto Salon, Managing Director di Lema UK aggiunge: “La presenza diretta sul territorio si è rivelata ancora una volta plus strategico. In un progetto cosi complesso è infatti particolarmente importante per il developer poter contare su un partner in grado di gestire le diverse fasi individuando con prontezza soluzioni ad hoc. Proprio la capacità di Lema di saper gestire l’intera catena produttiva e logistica fino ad assumere il ruolo di general contractor ci ha permesso nel giro di pochi anni di affermarci anche a Londra, hub mondiale del contract dove proprio per rispondere alle crescenti richieste di forniture chiavi in mano abbiamo aperto la branch Lema UK nel 2012 a cui è seguito il flagship di Chelsea nel 2015, concepito proprio come vetrina delle due anime di Lema, Casa e Contract”.


Luxury - 06/05/2018

Capri Watch, lo stile dell’isola più glamour del mondo in un orologio

Silvio Staiano, titolare e ideatore di Capri Watch è un autentico sognatore dell'imprenditoria [...]

Leisure - 20/09/2018

Shapiro Vandelli: “Non capivamo nel 68 l’importanza di quello che cantavamo”

Anche nelle foto di copertina di Oliviero Toscani e Angelo Trani, le personalità strabordanti di Sh [...]

Leisure - 15/05/2019

Sea Star, un festival musicale nuovo in Croazia

La terza edizione del Sea Star festival, promosso dalla stessa organizzazione dell'acclamato EXIT Fe [...]

Top