Magazine - Fine Living People
Travel

Travel - 03/10/2019

Palazzi romani: i ritrovi dell’antica nobiltà

Visitare i palazzi dell'antica nobiltà romana è il modo migliore per cogliere a pieno l'essenza della Città Eterna.

Roma, una delle città più belle del mondo, ha avuto origine da un piccolo insediamento di pastori sul colle Palatino e da una lupa che ha allattato due bambini, come se fossero i suoi cuccioli. Forse è proprio il mistero delle origini e della grandezza della Città Eterna ad attrarre i milioni di turisti che ogni anno si riversano nelle sue strade, desiderosi di conoscerne l’essenza e di esplorarne ogni angolo.

Nella Capitale è impossibile annoiarsi, poiché c’è solo l’imbarazzo della scelta: monumenti colossali, fontane scenografiche, scorci caratteristici, musei stracolmi di opere d’arte e piazze maestose. Tuttavia una delle maggiori attrazioni dell’urbe sono i palazzi storici. Suggestivi ed imponenti, questi antichi edifici sono la testimonianza dello sfarzo e dell’opulenza delle famiglie nobiliari romane che hanno prosperato nel Rinascimento, nel Barocco e nei secoli XVIII e XIX.

Attualmente molti di questi gioielli architettonici custodiscono meravigliose opere d’arte dal valore inestimabile e spesso si sono trasformati in vere e proprie sedi museali, che ospitano reperti di ogni tipo. Dunque visitare le dimore della nobiltà romana vuol dire fare un viaggio nel tempo e rivivere i fasti delle famiglie che hanno contribuito a rendere grande la Città Eterna.

Le dimore nobiliari romane più belle: quali sono?

La Capitale è ricca di palazzi nobiliari che vale la pena di visitare almeno una volta nella vita. Alcuni però sono davvero imperdibili, poiché sono in grado di trasmettere lo stile di vita e le abitudini delle famiglie più in vista, che hanno segnato la storia di Roma.

Palazzo Venezia

Palazzo Venezia, posto nel cuore della Città Eterna, è una delle dimore romane di epoca rinascimentale più suggestive. Attualmente, al suo interno, ospita il Museo Nazionale di Palazzo Venezia, nonché la Biblioteca di Archeologia e Storia dell’Arte. A commissionare questa imponente e suggestiva costruzione fu il cardinale veneziano Pietro Bardo, successivamente diventato papa Paolo II.

Per l’edificazione vennero impiegate parti di travertino sottratte al Colosseo ed al Teatro di Marcello. Ancora oggi rimangono dei dubbi sulla paternità del progetto. Il nome più probabile, tuttavia, sembra essere Francesco del Borgo, un architetto estremamente accreditato presso la corte papale di Niccolò V.

Palazzo Corsini

Di fronte alla celebre Villa Farnesina, si trova Palazzo Corsini, che fu edificato verso la fine del XV secolo dai Riario, i nipoti di Sisto IV della Rovere. Questa importante dimora nobiliare romana è stata anche la residenza di Cristina di Svezia, la promotrice dell’Accademia dell’Arcadia. Gli sfarzi presenti nell’edificio sono però dovuti a  Ferdinando Fuga, che alla fine del Settecento, trasformò la villa suburbana dei Riario in una vera e propria reggia.

Palazzo Barberini

Questo suggestivo complesso architettonico è stato eretto su un progetto del Maderno, che prevedeva di sfruttare il già esistente Palazzo Sforza, seguendo i canoni rinascimentali. Successivamente, però, furono fatti coesistere i caratteri tipici dei palazzi e quelli delle ville. Il risultato è una struttura di rappresentanza, caratterizzata da ariose prospettive e da eleganti spazi verdi. In passato nel parco si poteva ammirare un giardino segreto, dove venivano custoditi prestigiosi animali esotici.

Alloggiare a Roma: quale sistemazione scegliere?

Visitare i palazzi dell’antica nobiltà romana è il modo migliore per cogliere a pieno l’essenza della Città Eterna. Per vivere al meglio questa esperienza è importante scegliere con attenzione dove soggiornare. Sicuramente a Roma le strutture ricettive non mancano, in quanto la domanda di posti letto da parte dei turisti è molto elevata. Tuttavia bisogna considerare che non tutti gli alberghi sono uguali. Alcuni, infatti, non sono in grado di garantire servizi su misura e comfort elevati.

Dunque come fare? La cosa migliore è prendersi per tempo, in modo da non rischiare di doversi accontentare, e valutare con cura ogni tipo di soluzione.

Chi vuole coccolarsi e trascorrere qualche giorno senza pensieri dovrebbe scegliere di alloggiare in uno degli hotel Mgallery, brand garanzia di qualità e servizi ineccepibili. La buona cura degli ospiti è qui di primaria importanza dal momento della prenotazione sino alla fine del soggiorno. Per completare al meglio la propria vacanza nella Città Eterna si consiglia di scegliere un boutique hotel roma. Camere ricercate ed accoglienti, atmosfera intima e servizi personalizzati, sono solo alcuni dei vantaggi garantiti da queste incredibili strutture alberghiere. Non resta, quindi, che fare la valigia e partire!



Society - 03/11/2016

Il Bello del mattone, Damiano Gallo: “Cosa c’è dietro il mercato immobiliare”

Damiano Gallo quando è venuto a Milano da Siracusa, pensava di dedicarsi alla carriera forense. Che [...]

Society - 17/05/2019

Il Foyer riapre come ristorante esclusivo al Teatro alla Scala

Un sofisticato ristorante con alti soffitti e colonne, che propone raffinate ricette milanesi in un [...]

Design of desire - 19/04/2016

KartellbyLaufen, design e precisione dalla casa agli hotel

KartellbyLaufen è il progetto in tandem di Kartell di Milano e Laufen di Basilea in Svizzera. L'azi [...]

Top