Magazine - Fine Living People
Travel

Travel - 13/03/2020

Per riscoprire Viareggio, l’Hotel Plaza è un gioiello del tempo

Il ristorante Lunasia con lo chef Luca Landi. La belle epoque rivive sul lungomare dove sono nati i "bagni" più famosi del Novecento.

A soli 40 metri dalla spiaggia, l’Hotel Plaza torna a essere un punto di riferimento per l’accoglienza di turisti italiani e stranieri. A due anni di distanza dalla chiusura, Viareggio riavrà il suo hotel in una veste completamente nuova. Primo albergo costruito in città nel 1871, è stato rilevato dalla famiglia Madonna nel 1992 (già proprietaria dell’hotel Byron a Forte dei Marmi).

Nelle intenzioni di Salvatore Madonna, “il nuovo Plaza deve diventare il luogo ideale per una clientela in cerca di eccellenza, di qualità e di bellezza espressa ai massimi livelli. Ci rivolgiamo a un pubblico di ospiti che amano il “bon vivre” e noi garantiamo la migliore ospitalità e la migliore cucina, senza dimenticare il nostro meraviglioso e variegato territorio che è una ulteriore esperienza per chi sceglie la Versilia” .

La novità principale è il passaggio da 4 a 5 stelle per offrire ai clienti un servizio ai massimi livelli nel rispetto della tradizione e della storia di questo grande albergo che, tra i vari illustri personaggi, ha ospitato Rainer Maria Rilke, Gork’ij, Giacomo Puccini, fino a Giorgio Gaber.

L’opera di ristrutturazione ha richiesto un investimento pari e 5 milioni e mezzo di euro e tra i principali interventi vi è la riduzione del numero di camere che passano da 54 a 44, tra le quali spiccano due Penthouse, situate sul roof, all’ultimo piano, con vista mare. Un’offerta insolita e importante per Viareggio volta ancora una volta a valorizzare sempre più questa città e ad attrarre un turismo di alto profilo.

Lo stile classico è stato lasciato a favore di un approccio più contemporaneo e accattivante. Raffinatezza ed eleganza caratterizzano l’anima delle suite e delle stanze dotate di ogni moderno comfort affinchè la permanenza sia un’esperienza indimenticabile. Dall’arredamento, alla boiserie, alle luci, ai letti tutto parla italiano.

Infine il ristorante Lunasia, spostato dal quarto al piano terra, alla cui guida resta lo chef Luca Landi reduce dal Manresa di Los Gatos in California (3 stelle Michelin) e dal RyuGin di Tokyo. Lo chef di Bagni di Lucca propone una cucina che gli amanti del Lunasia ritroveranno in una versione più matura e affinata. Fresca e italiana ma che offrirà un tocco in più grazie alle due grandi esperienze fatte in due dei ristoranti più noti al mondo.

Questo è il più antico hotel di Viareggio, può regalare il senso di trovarsi al centro di una meraviglia cui contribuiscono in egual misura la natura e l’arte.
Costruito nel 1871 lungo la rotta del Gran Tour, diventò rapidamente un crocevia di grandi nomi che apprezzano lo stile e il servizio impeccabile e discreto di questo elegante palazzo di fronte al mare

Il Plaza fa parte del circuito Relais&Chateaux, una liason che come conclude Madonna “darà la possibilità alla struttura di crescere ulteriormente e nel contempo dare a Viareggio la visibilità che merita“.



Fashion - 08/07/2017

Un’esplosione di Stelle per Rani Zakhem ad AltaRoma

Un'esplosione di Stelle nella Collezione Couture Autunno Inverno 2017/18 di Rani Zakhem in un mood s [...]

Leisure - 06/10/2018

Wine Week, Milano è capitale anche del vino

Milano è capitale del food e anche del vino. Parte la wine week in questi giorni e parte anche il b [...]

Society - 06/02/2018

Sanremo 2018 – Il vero Festival è fuori dall’Ariston

Un plotone di ospiti, addetti ai lavori e 5mila accreditati tra giornalisti e inviati e macchinisti [...]

Top