Magazine - Fine Living People
Travel

Travel - 02/11/2019

Piemonte d’autunno, ville, castelli e relais dove dormire

Abbiamo selezionato cinque tappe per soggiorni di stile: Monsordo Bernardina, Santo Stefano, Montaldo Torinese, Agliano Terme, Vigliano Biellese.

Il Piemonte dà il meglio di sè durante l’autunno. I colori e il calore delle sue strutture ricettive, talvolta interi borghi incontaminati, lasciano di stucco perché sono proprio incontaminati e in attesa di essere scoperti dai più. Il fascino discreto delle dimore gentilizie si immerge nella natura palesemente selvaggia e affascinante. Tra le nostre scelte nel mese della fiera internazionale del tartufo d’Alba, anche un intero borgo settecentesco dove sostare. E poi il relais Santo Stefano con la Nuxe Spa, la villa Malpinga con tutte le insalate dal mondo. Il castello Montaldo e la Villa Fontana con le esperienze di sapiente recupero architettonico e grande valorizzazione artistica.

RELAIS SANTO STEFANO – Immerso nel verde in un’oasi di assoluto relax, in una posizione strategica a pochi chilometri da Biella, tra Milano e Torino, il Santo Stefano SPA Relais (foto d’apertura) si compone di Cascina Casazza e Santo Stefano SPA Relais che offre trattamenti Nuxe Spa. Passato e presente, tradizione e modernità si fondono in un grande complesso turistico che viene reinterpretato quando la storia sopravvive anche all’interno con gli arredi delle camere rimasti pressocchè invariati, rinnovati però da un tocco d’arte moderna, rappresentata da straordinari quadri che curano gli ambienti, che a loro volta si trasformano in anime.

A pochi chilometri da Biella e solo a un paio d’ore da Torino e da Milano, Santo Stefano SPA Relais è la scelta giusta per un weekend all’insegna del benessere firmato Nuxe Paris nella SPA NUXE. La natura è il dna della cosmesi Nuxe. Tutti i prodotti sono frutto della ricerca in cosmetologia di origine naturale, 45 brevetti su estratti vegetali rendono esclusive queste formule, i cui principi attivi agiscono efficacemente sulla pelle. In più, l’arte di rilassarsi ed essere coccolati in una splendida atmosfera che conserva l’autenticità dei trattamenti. Nella SPA Nuxe ogni singolo arredo è curato nel dettaglio, tutti i materiali sono esclusivi, naturali, proprio come i trattamenti.

Colori pastello, tonalità calde, oro, ocra, il tutto in perfetta armonia con la tradizione che però assume colori e significati diversi. Dal Relais è facilmente raggiungibile Biella con il suo borgo medioevale che domina la parte più alta della città, i suoi palazzi storici, il Duomo e il Battistero e i musei. Con pochi chilometri si raggiunge il Ricetto di Candelo, che con il suo borgo medioevale fortificato è stato inserito tra “I Borghi più belli d’Italia”.

Ad Alba la famiglia Ceretto a la tenuta Monsordo Bernardina e propone il wine trekking in 11 tappe. La spettacolare cantina è progettata dagli architetti Marina e Luca Deabate.

TENUTA MONSORDO BERNARDINA – Nel 1987 la famiglia Ceretto scelse un antico casolare alle porte di Alba per trasformarlo in un moderno e attrezzato quartier generale. Gli architetti Maroma e Luca Deabate completarono nel 2009 una spettacolare cantina con l’acino e una scenografica bolla in materiale EFTE sospesa sulle vigne. Il recupero e valorizzazione ambientale proegue a Vigneto Brunate con l’acquisto di una cappella di inizi Novecento mai consacreata che ora è un luogo d’arte curato da Sol Lewitt e David Tremlett.

La Tenuta Monsordo Bernardina è il vero centro nevralgico dell’azienda che raccoglie i vini delle 4 diverse cantine di famiglia e inoltre, è la sede della produzione di alcune tra le etichette storiche.

Lo spazio dal moderno design dedicato alla degustazione dei vini, alla loro vendita, alla promozione di incontri, convegni ed eventi culturali.

Da qui si procede per le strutture residenziali che sono state ristrutturate da  Franco Barberis Spa: AlbaResidence, Relais Villa d’Amelia, Relais Villa Pattono, Palazzo Righini.

Il Castello di Montaldo, che ora ospita l’Hotel 4 stelle superior, il Centro Benessere Spa più grande di Torino e provincia e rappresenta una delle location per matrimoni più esclusive di tutto il Piemonte, è un affascinante complesso che inizia la sua storia più di mille anni fa. Il Castello, fondato presumibilmente tra il 1011 ed il 1038 ad opera di Landolfo Vescovo di Torino, venne completato nel 1080 circa per mano dei successori Pietro Guidone e Cuniberto.

CASTELLO MONTALDOCastello Montaldo è un esclusivo hotel vicino a Torino con centro benessere Spa, ristorante e centro congressi. Destinazione per gli amanti di un’atmosfera unica, in un antico castello medievale dal fascino inimitabile, dimora di nobili ed ecclesiastici per nove secoli nelle dolci colline del torinese, si presenta come una struttura maestosa che offre un panorama meraviglioso, ampi giardini esterni e prestigiosi ambienti interni.

Oggi è hotel con camere e suite spaziose dotate di ogni comfort, due eleganti ristoranti interni, sale meeting raffinate adatte ad ogni tipo di evento e il centro benessere Spa più grande del Piemonte a soli 7 chilometri da Torino. Per i trattamenti qui non c’è il tradizionale approccio self-service in cui il cliente è abbandonato a se stesso, non è seguito come sarebbe opportuno e per questo o si annoia o commette errori tali da compromettere l’efficacia della Spa stessa.
Come avviene normalmente per le attrazioni turistiche, qui si viene seguiti e guidati in un percorso che ha l’obiettivo di far vivere agli ospiti la Spa in modo più consapevole, coinvolgente e benefico.
Grazie alla collaborazione con AssoSauna, la prima Associazione italiana di Maestri di Sauna e Hammam, lo staff del castello ha scelto di intraprendere la strada innovativa della Spa ritualizzata, nella quale ogni ambiente viene animato, reso vivo e trasformato in un emozionante viaggio sensoriale, grazie a rituali, cerimonie e trattamenti benessere.

2 suite executive di 28 metri quadri sapientemente arredate e composte da camera da letto con letto king size (200 x 200) e salottino, bagno con doccia, tv Led satellitare, pavimento in parquet e balconcino con vista sulle colline astigiane e sulla piscina.

VILLA FONTANA NELLE LANGHE – Nel comune di Agilano Terme in provincia di Asti, nella cornice degli eleganti ambienti del Relais Villa Fontana, la particolarità è anche una consulenza psicologica per il riequilibrio emotivo della coppia. Il servizio accompagna un momento unico tra le colline, mentre l’uva degli splendidi vigneti tra Langhe e Monferrato viene raccolta e l’aria si riempie dei profumi e dei colori autunnali.

Le colline delle Langhe e del Monferrato, patrimonio Unesco, con i loro paesaggi in continuo mutamento fanno da cornice al territorio di Agliano, noto per la sua bellezza anche a Federico Barbarossa, che qui conobbe Bianca Lancia d’Agliano madre di Manfredi di Sicilia, che Dante cita nel suo Purgatorio.

Per gli ospiti, eleganti suites con vista sulle colline, Spa privata situata nelle antiche cantine, per ritrovare una sensazione di benessere per corpo e mente e trattamenti di bellezza, tra cui un massaggio all’uva dalle proprietà antiossidanti.

Fiera Internazionale del Tartufo Bianco di Alba

La Fiera Internazionale del Tartufo Bianco, giunta alla sua 89° edizione, ruota intorno al Mercato Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba, al cui interno si trova l’Alba Truffle Show: lo spazio dedicato agli Show Cooking con i grandi chef, le Analisi Sensoriali del Tartufo e le Wine Tasting Experience.

Alla Fiera troverete anche folclore e rievocazioni storiche, per scoprire la bellezza del territorio e le sue ricchezze. L’appuntamento è per ogni weekend fino al 24 novembre.

In posizione dominante sulla collina che sovrasta Vigliano Biellese, sorge Villa La Malpenga – dimora patrizia – realizzata con le attuali forme nella seconda parte del 1800. Il nome è riconducibile alla famiglia che ebbe giurisdizione sul luogo dal XV al XVIII secolo.

VILLA LA MALPEGALa Malpenga è una dimora storica situata tra le colline biellesi che offre al visitatore bellezze architettoniche e paesaggistiche di notevole interesse. La villa, con le sue monumentali strutture, è opera dei progettisti Riccio e Vellati di Torino. Il parco, all’inglese, è creatura dei fratelli Roda, gli architetti della Real Casa, in particolare di Giuseppe Roda. A Vigliano Biellese la villa La Malpenga affascina per i magnifici apparati d’arredo e strega raccontando storie di uomini e donne biellesi che con abnegazione e fatica seppero conquistarsi notorietà e fortuna.

Nell’orto di Villa Malpenga tante varietà di insalate da tutto il mondo, per effetto dei viaggi del suo titolare storico. Il disegno che determina la struttura del parco delinea una serie di ampi percorsi sinuosi ai cui lati si sviluppa l‘impianto vegetale. Le piante, allo stato attuale, sono maestose e assai imponenti, sia per l’età matura da esse raggiunta, sia per la rapidità nel loro accrescimento riscontrata in tutta l’area Biellese.

Per dormire, una volta visitato il luogo di interesse, la dimora La BÜRSCH (Frazione Oretto in provincia di Biella) il cui nome significa “la casa” nell’antico dialetto Walser, è una terra di confine da sempre crocevia di culture e tradizioni. Gli scambi intensi con le popolazioni della Valle del Lys e della Sesia dirette verso il Santuario D’Oropa e le aree pascolive, promossero la transumanza delle mandrie e il piccolo commercio locale: formaggi di malga, farina di castagne, foglie di faggio e i tipici scapin di canapa, furono i primi manufatti scambiati. Con la rivoluzione industriale si svilupparono qui le prime “fabbriche” moderne, mantiene intatta la pianta originale del XVII secolo, con diversi ambienti comuni pensati per favorire la condivisione e il piacere dello stare insieme.

Per il festival del tartufo di Biella, venerdì 15 novembre lo chef Luigi Taglienti (1 Stella Michelin), del Ristorante Lume di Milano in una dimensione intima e meravigliosamente domestica sarà presente nella villa. Per l’occasione, lo chef preparerà un menù nel quale il Tartufo Bianco d’Alba incontrerà sapori locali e internazionali e permetterà di vivere un’esperienza unica in cui ritrovare il piacere del gusto e della condivisione.

Dimora La Bürsch, Fraz. Oretto Campiglia Cervo, BIELLA. Dalla “Torre in pietra“, antico essiccatoio della canapa, saranno ricavate delle suggestive suite, mentre nel “Palazzo dei Venti” sono disponibili ambienti autonomi ed un suggestivo “Cantinone” con arcate in pietra pensato per degustazioni e lounge.

Una splendida natura di piante autoctone circonda la dimora offrendo la possibilità di raggiungere il torrente Cervo attraverso un sentiero con accesso esclusivo. Tra le tante mete nella zona il Borgo di Rosazza, a circa 4 km dalla dimora, saprà conquistarvi con gli affascinanti misteri della Massoneria e dei Rosa Croce, mentre Piè di Cavallo, ultimo comune prima dell’accesso alla Val d’Aosta, vi offrirà con i suoi sentieri nel bosco panorami incontaminati, tra fiaba e realtà fino alle magiche cascate del Pianlin.



Fashion - 23/05/2017

Beauty Bridal Trend 2018, all’Orto botanico di Brera la magia delle spose

Le spose chiedono consigli e si affidano a tanti professionisti per la realizzazione del loro sogno. [...]

Fashion - 10/11/2016

Eleventy fa arte fashion nelle cave di marmo di Henraux

Eleventy ha trovato il modo giusto per far convivere la durezza del marmo versiliese celebrato in tu [...]

Leisure - 06/09/2019

Prima italiana per i Violoncelli Guerrieri di Amsterdam

Prosegue il ricco cartellone di MITO SettembreMusica che sabato 7 settembre propone ben quattro appu [...]

Top