Magazine - Fine Living People
Travel

Travel - 22/08/2021

Rifugi di benessere e buona cucina in Alto Adige

L'estate 2021 sta rimettendo in luce un angolo d'Italia ricco di eccellenze. Le storie da Bolzano, Alpin Royal Wellness, Parkhotel Holzner, Rio Pusteria, Post Alpina – Family Mountain Chalets, Naturhotel Leitlhof, Pur Südtirol, Belvita Leading Wellnesshotels Südtirol, Alpenpalace Luxury Hideaway & Spa Retreat.

L’attenzione per il benessere, il verde e l’aria pulita, unita al buon cibo, sono gli ingredienti che stanno facendo esplodere l’Alto Adige nelle preferenze dei vacanzieri, non solo italiani.

Bolzano, città dai mille volti capace di offrire numerose opportunità sia dal punto di vista storico-culturale che da quello naturalistico ha da poco inaugurato un bellissimo Parco Bioenergeticospazio ricreativo per gli amanti delle terapie naturali e polmone verde per cittadini e turisti. Ormai tutti sanno quanto la natura abbia un effetto rigenerante sulla salute psicofisica dell’essere umano: una camminata nel bosco, l’abbraccio di un albero, la meditazione e il respiro profondo all’ombra di una pianta hanno capacità curative davvero eccezionali. Ecco perchè Bolzano ha deciso di valorizzare il potenziale terapeutico del verde pubblico cittadino (ben 130 ettari distribuito lungo le passeggiate storiche del Guncina e di Sant’Osvaldo, nei 52 parchi e nei 2500 mq di aiuole delle piazze) realizzando un’area unica nel suo genere che va ad aggiungersi ai tanti “tesori” da scoprire del capoluogo altoatesino. 
Grazie quindi all’innovativa tecnica del Bioenergetic Landscapes che ha permesso di rilevare i campi bio-elettromagnetici creati da una serie di alberi lungo la passeggiata Lungo Isarco, tra Ponte Roma e via Bassano del Grappa, il nuovo Parco è diventato un luogo magico, carico di energia positiva, con un sorprendente effetto terapeutico sul corpo e sulla mente. Le frequenze generate dagli alberi, infatti, possono entrare in risonanza con determinati organi o sistemi del corpo umano portando grande beneficio. Il percorso, che si sviluppa su una superficie di 14.360 mq, invita a scaricare lo stress attraverso una semplice passeggiata, l’abbraccio di un albero (“treehugging”) o momenti di riflessione, da soli o in compagnia, seduti su una delle tante panchine accanto a questi giganti verdi per rigenerarsi e caricarsi di positività e buon umore. 

C’è un nuovo Parco Bioenergetico nel cuore di Bolzano… e tra passeggiate nella natura, shopping, eventi e visite guidate l’estate decolla.

I percorsi dell’acqua (ogni martedì di luglio e agosto): un itinerario che si snoda attraverso i corsi d’acqua che “rinfrescano” la città di Bolzano: dal rio Talvera alle numerosissime fontane fino a quello che i bolzanini chiamano “Lido”, la piscina comunale che tutte le estati vede grandi e piccini rinfrescarsi e abbronzarsi sui grandi prati a bordo vasca. Durata 3 ore circa.
Don Bosco, Bozen Melting Pop (ogni primo giovedì del mese fino ad ottobre): un viaggio temporale attraverso la storia di Bolzano e il quartiere che accoglie e condensa aspetti architettonici e stili di vita diversi. Qui si trovano allo stesso tempo le rovine del convento di Santa Maria in Augia, attestato per la prima volta nel 1166 e la Casa Semirurale, una delle ultime case semirurali costruite dal regime fascista a metà degli anni ’30. Tra installazioni di arte moderna e una parte del muro dell’ex Lager di transito si trovano bar e negozi in stile “italiano”, hanno luogo i mercati e si possono percorrere le passeggiate lungo il fiume Isarco. Durata 2 ore circa.

La zona industriale di Bolzano, il quartiere tecnologico (ogni terzo giovedì del mese fino ad ottobre) è uno dei tour organizzati dall’Azienda di Soggiorno e Turismo di Bolzano (+39 0471 307 040  info@bolzano-bozen.it www.bolzano-bozen.it). Si tratta di una panoramica significativa sulle sedi più rappresentative dell’innovazione e sostenibilità – come Technoalpin, Salewa, la sede della Fiera, il centro H2 e Alperia Tower – offerta dalla terrazza dell’Hotel Sheraton, prima tappa di questo percorso. Il tour prosegue tra i coloratissimi Murales di Via Buozzi per concludersi con una visita al NOI Techpark, ex stabilimento per la produzione di alluminio riqualificato e trasformato nel 2017 in un vero e proprio parco scientifico e tecnologico. Durata 2 ore circa.

E gli hotel non sono da meno, in quanto ad attenzione per benessere e relax. La suite “Ruscello di Montagna” sorprende gli ospiti all’Alpin Royal Wellness Refugium & Resort Hotel, nel cuore della Valle Aurina in Alto Adige.

Un’esperienza più che un soggiorno: il team dell’Alpin Royal Wellness Refugium & Resort Hotel è pronto ad accogliere i propri ospiti nella Suite “Ruscello di Montagna” per vivere un’esperienza sensoriale di relax, lusso e romanticismo in una suite avvolta dal verde del parco naturale Vedrette di Ries-Aurina.

La suite “Ruscello di Montagna” sorprende gli ospiti all’Alpin Royal Wellness Refugium & Resort Hotel in Valle Aurina.

La Suite “Ruscello di Montagna” deve il suo nome al Frankbach, un corso d’acqua che nasce dalla cascata omonima situata sopra San Giovanni, raggiungibile con una passeggiata non impegnativa che parte proprio dalla struttura. La suite ‘’Ruscello di Montagna’’ si affaccia al Frankbach che confluisce poi nel torrente Aurino circondando in parte l’Alpin Royal Wellness Refugium & Resort Hotel. Con la sua superficie di 48 mq, la suite “Ruscello di Montagna” offre interni eleganti in materiali naturali come l’abete, tipico della zona, e un’atmosfera calda e avvolgente che tende ai toni del giallo: è dotata di Whirlpool per rigenerarsi con un immediato effetto rivitalizzante, un grande letto a baldacchino, flat screen TV, radio, minibar e macchina del caffè Nespresso. Presente, inoltre, una stanza separata panoramica destinata al terzo ospite e un balcone con vista sul parco naturale Vedrette di Ries-Aurina e fiume Frankfbach, vera isola di pace e relax che assicura il totale contatto con la natura.

Respirare aria pura di montagna e rilassarsi in Valle Aurina circondati da vette maestose è possibile al Rifugio Benessere & Resort Hotel Alpin Royal, hotel 4 stelle Superior membro dei Respiration Health Resort situato a Costa Molini in Valle Aurina. La struttura accoglie ospiti affetti da allergie e asma, permettendo loro di regalarsi un soggiorno nel lusso e al contempo rimettersi in forma. L’Alpin Royal fa parte dell’Associazione Respiration della Valle Aurina, che prevede nella struttura la presenza di camere, servizi e preparazione dello staff adeguati ad accogliere gli ospiti con problematiche respiratorie o allergiche. L’Agenzia Provinciale per l’Ambiente esegue, come centro di verifica neutrale, le indagini necessarie, preleva campioni di aria nelle camere e ne analizza il contenuto. Alpin Royal ha ricevuto il certificato a seguito della verifica degli appartamenti.

Restaurant 1908, il salotto fine-dining al Parkhotel Holzner di Soprabolzano che
sostiene l’economia locale. In foto di Hannes Niederkofler, lo chef Stephan Zippl

RE:VIER è il nome della cucina servita a 25 coperti del Restaurant 1908, spazio fine-dining inaugurato nel 2016 all’interno del Park hotel Holzner, a 1.200 metri di altitudine in Alto Adige, a Soprabolzano frazione del comune di Renon: una suggestiva struttura alberghiera in stile Liberty alpino, che da 120 anni si distingue per qualità, bellezza e cordialità dei padroni di casa, la famiglia Holzner. Per vivere un’esperienza gastronomica nel segno della dolcezza, dell’acidità, della piccantezza e della croccantezza, quattro sensazioni di cui l’ospite potrà godere assaggiando i piatti ideati con sensibilità e amore per il territorio dal cuoco di Renon. Una cucina di gusto, innovativa ed elegante basata sulla sostenibilità, sulla stagionalità e su una collaborazione attiva e costante con i produttori regionali per favorire l’economia locale.

L’area vacanze sci & malghe Rio Pusteria aderisce all’iniziativa Almencard, di cui anche la camminata mattutina con colazione fa parte: si tratta di un utile strumento che vale la pena di richiedere per trascorrere al meglio la propria vacanza in Val Pusteria. La carta Almencard permette di usufruire gratuitamente delle cabinovie e il bus per l’Alpe di Rodengo-Luson. Se si opta per la versione AlmencardPlus la rosa di servizi si amplia ulteriormente: sono gratuiti i bus regionali, i treni in Alto-Adige e l’entrata a più di 90 musei ed esposizioni.

Nell’area vacanze sci & malghe Rio Pusteria si effettuano escursioni mattutine per gli amanti più esperti della montagna: salita al rifugio Lago della Pausa e colazione con vista.
Una salita impegnativa e riservata agli esperti quella verso il rifugio Lago della Pausa, ma che ripaga tutta la fatica: la vista sulle montagne altoatesine, i profumi della natura di prima mattina e una ricca colazione al rifugio. Assieme a molte altre attività, quali escursioni, tours in e-bike e gite adatte anche a famiglie con bambini, la camminata mattutina con colazione al rifugio Lago della Pausa, comune di Terento, fa parte del ricco programma che l’area vacanze sci & malghe Rio Pusteria organizza per i suoi ospiti.

Dal rifugio Lago della Pausa, situato a 2.312 mt di altitudine, si può godere di una vista mozzafiato e, ancora di più, se lo si raggiunge in mattinata accompagnati dalle luci dell’alba e dai profumi freschi della natura. Gli amanti più esperti della montagna, grazie al fitto programma di iniziative proposto dall’area vacanze sci & malghe Rio Pusteria, possono godersi una camminata mattutina verso il rifugio Lago della Pausa e gustare un’ottima colazionealtoatesina una volta giunti alla meta.

L’area vacanze sci & malghe Rio Pusteria riesce a soddisfare i gusti di tutti e i suoi ospiti, sia grandi che piccoli, lo sanno bene. Settimanalmente vengono organizzate attività di vario tipo e difficoltà; il programma della gita prevede la camminata in direzione rifugio Lago della Pausa, per un totale di mille metri di dislivello, passando attraverso le vette della Val Pusteria. Giunti a destinazione si può gustare in compagnia una tipica colazione con prodotti tipici dell’Alto Adige quali speck, formaggi, yogurt, frutta, burro e marmellata. Da lassù, precisamente a 2.312 mt di altitudine, a ristorare non è solo il buon cibo ma anche la vista che altitudini di quel tipo regalano: il cielo sconfinato di un azzurro intenso, il lago, i prati, l’aria fresca che sa di bosco e ai propri piedi l’intera vista della Val Pusteria. L’esperienza certamente è in grado di soddisfare l’animo sportivo dei partecipanti e rappresenta anche un momento di condivisione e armonia.

Al Post Alpina – Family Mountain Chalets, “Me and my kid(s)” per il genitore single e i suoi bambini. relax, divertimento e servizi su misura a Via Ombrosa 39038 Versciaco – San Candido (Bolzano).

A ridosso del comprensorio escursionistico e sciistico Tre Cime Dolomiti, a Versciaco a pochi passi da San Candido in Alta Val Pusteria, il Post Alpina accoglie gli ospiti con un edificio principale che ospita suite e dieci chalet tutt’intorno con appartamenti confortevoli per le famiglie e arredati con gusto. Il resort 4 *S fa parte del circuito dei Familienhotels Südtirol e pensa a tutti, anche ai genitori single in vacanza con i figli. Me and my kid(s) è infatti un’offerta che permette di scegliere tra suite o chalet in cui trascorrere almeno 7 notti, per vivere una vacanza in cui tutto è su misura per la famiglia, con una proposta di spazi e attività differenziati a seconda dell’età. Ambienti dedicati, programmi settimanali e assistenza (dai 3 anni in su) che includono anche tre novità introdotte con la riapertura estiva. Un nuovo baby club riservato ai bambini con meno di 3 anni, dove poter giocare con i genitori, attrezzato con altalena soft, Lego gigante e tanti altri giochi creativi tutti da provare. Il laboratorio creativo di Pina dedicato ai bambini dai 3 anni in su e ispirato alla mascotte del Post Alpina, per creare tanti tesori e opere d’arte: qui, assieme agli animatori del Post Alpina, i bambini fanno bricolage, dipingono e impastano pane e biscotti da gustare poi insieme. Parola d’ordine “divertimento” al nuovo parco giochi all’aperto, accanto alla terrazza del resort, dove i bambini si divertono con i giochi e la compagnia della mascotte Pina, mentre il genitore può godersi un aperitivo in tutta tranquillità. La struttura propone inoltre un ricco programma per scoprire il territorio, grazie alla “Family Guide” Marco che ogni settimana organizza nuove iniziative a contatto con la natura e visite ed escursioni a piedi o in mountain-bike, tra le bellezze dell’area dolomitica delle Tre Cime e delle sue tradizioni, da vivere con gli altri bambini ma anche accompagnati da mamma o papà. Da non perdere, nelle vicinanze, il sentiero a piedi nudi dell’Olperl che permette di esplorare la natura con tutti i sensi.

Al Post Alpina, infine, anche il mondo wellness è alla portata di tutti e consente di conciliare momenti di svago con i bambini e attimi di puro relax da gustare soli, mentre i più piccoli ospiti provano nuove avventure seguiti da personale qualificato. Un resort che permette di scegliere tra saune, piscina e divertimento negli spazi dedicati alle esigenze di ogni età: il Mini Club per i bambini dai tre anni in su e la Teenie-Lounge con playstation, air hockey, Wii per i ragazzini.

Laureato in economia e appartenente a una famiglia con numerose proprietà boschive, Stephan Mühlmann ha dimostrato fin da giovanissimo una forte sensibilità alle tematiche ambientali e, una volta proprietario del Naturhotel Leitlhof, ha deciso di intraprendere una sfida ambiziosa: trovare un metodo ecosostenibile che possa produrre energia sufficiente per il funzionamento dell’intera struttura e il suo riscaldamento. Un impianto che Stephan ha realizzato personalmente, studiando meccanismi simili all’esterno perché al tempo non esistenti in Italia, e perfezionato negli anni: oggi composto da una centrale termoelettrica per la gassificazione del cippato e da pannelli fotovoltaici sul tetto, dal 2012 ha permesso di certificare l’hotel da Climate Partner di Monaco di Baviera come “neutrale al clima”, ovvero a impatto zero sull’ambiente. Completamente autonomo energeticamente, abbassa infatti le emissioni di Co2 pro ospite a pernottamento da 85,5 a 12,2 kg. Un sistema che vuole bene al pianeta, permettendo di ripulire i boschi dagli alberi abbattuti dagli eventi atmosferici e trasformando rami e tronchi in fonte rinnovabile di energia pulita.

Tra i pochi hotel in Europa ad essere completamente autonomo dal punto di vista energetico, il Naturhotel Leitlhof di San Candido in Alto Adige garantisce un impatto neutrale sul clima grazie alla sfida intrapresa dal giovanissimo proprietario Stephan Mühlmann nel realizzare una propria centrale termoelettrica per la produzione di energia innovativa. Una storia di rispetto per la natura e amore per l’ospitalità autentica, ambientata nelle Dolomiti, dove la sostenibilità è declinata anche nell’architettura, nell’offerta gastronomica e nel mondo wellness. Nella cornice delle Dolomiti di Sesto, a due passi dal centro di San Candido, il Naturhotel Leitlhof si fa custode e portavoce di una storia di sostenibilità esemplare. Alla base di tutto, la filosofia di vita rispettosa dell’ambiente.

Il 4* S Naturhotel Leitlhof è un “energy positive hotel”, dove comfort e servizi di alto livello si combinano al lusso di vivere un soggiorno sostenibile e green. In questo paradiso immerso tra i paesaggi delle Dolomiti di Sesto, la sostenibilità fa rima con ospitalità e riguarda ogni ambito, dall’architettura all’enogastronomia. Luce e materiali locali, come il profumato legno di cirmolo, contraddistinguono ambienti arredati con gusto che evocano la natura insieme a eleganza e comfort, creando un continuum con il paesaggio che è possibile ammirare dalle luminose vetrate.

Al ristorante il menu, rigorosamente legato alla stagionalità, include ingredienti provenienti dal Maso Mühlhof dove, a pochi passi dall’hotel, vengono allevati i bovini di razza Angus nonché coltivati ortaggi freschi e genuini, erbe e spezie. Ma non solo, anche l’offerta wellness del Naturhotel Leitlhof abbraccia la sostenibilità, utilizzando per i propri trattamenti prodotti certificati bio e a base di elementi naturali, e offrendo ai suoi ospiti ambienti che per il contesto e i materiali utilizzati suggeriscono un contatto continuo con la natura, anche nella SPA.


Il design sostenibile dei mercati dei sapori di Pur Südtirol: essenzialità autentica ideata dal designer Harry Thaler e premiata con il German Design Award 2021.

E se siete in Alto Adige, un occhio ai sapori e uno al design che li promuove è sempre consigliato.

Nei cinque mercati dei sapori di Pur Südtirol in Alto Adige, l’eccellenza non passa solo per i prodotti. Ambienti essenziali fatti di arredi in legno, tessuti caldi, pietre locali, luci di atmosfera e spazi ampi in cui esporre i prodotti sono tutti emblema di un design sostenibile, secondo i progetti sviluppati dal designer meranese Harry Thaler. Innovazione, sobrietà e materiali locali rispecchiano la qualità propria dei prodotti proposti. Un perfetto connubio tra design e sostenibilità premiato anche dalla giuria del German Design Award 2021, che ha assegnato il premio al Concept Store del mercato dei sapori di Pur Bressanone.

Design e sostenibilità nei Belvita Leading Wellnesshotels Südtirol in Alto Adige.
Eleganza e rispetto dell’ambiente si uniscono per regalare una vacanza di autentico benessere in Alto Adige.

Design e sostenibilità. Il gruppo Belvita Leading Wellnesshotels Südtirol in Alto Adige, gruppo che unisce le 29 migliori strutture benessere in Alto Adige, si contraddistingue anche per eleganza degli ambienti, arredamenti moderni e un’architettura contemporanea che si armonizza con i paesaggi alpini circostanti. Un connubio unico tra natura e modernità, in cui il rispetto per l’ambiente passa anche per la sostenibilità. Nelle aree benessere e relax, nei ristoranti, negli spazi esterni e nelle suite, la cura per il dettaglio passa anche attraverso il rispetto dell’ambiente, creando l’atmosfera perfetta per una vacanza di benessere a 360 gradi.

Immerso nello splendido paesaggio naturale del caratteristico paese di Avelengo, in una posizione soleggiata sopra la piana di Merano, l’hotel 5 stelle Chalet Mirabell conquista grazie al suo design elegante, al fascino alpino e ad una vista a perdita d’occhio su vette e vallate. Gli ospiti vengono accolti dalla facciata in stile chalet che si fonde e si integra perfettamente con i dintorni. Il tetto, il pavimento e i balconi sono in legno locale di abete rosso, larice e di pino termo trattato. Le rifiniture interne sono state realizzate dai migliori falegnami altoatesini così come gli arredi su misura e i dettagli in legno massiccio di abete vecchio, pino cembro e quercia. Camere e suite sono state rinnovate per regalare agli ospiti il massimo comfort con bagni eleganti e grandi logge private dotate di vasche idromassaggio, tutto all’interno di un mix di stili che fonde il calore e la comodità tradizionali della regione alpina, all’eleganza urbana accompagnata da un tocco di lifestyle mediterraneo.


Il giardino di 30mila mq dell’Alpenpalace Luxury Hideaway & Spa Retreat, unico in Alto Adige, regala agli ospiti relax e privacy all’insegna del lusso e del comfort.
 

Armonia ed eleganza accolgono gli ospiti all’Alpenpalace Luxury Hideaway & Spa Retreat, in Valle Aurina, Alto Adige. Circondato dai suggestivi panorami alpini, l’hotel 5 stelle si propone come luogo dove poter rinvigorire corpo, mente e spirito con l’energia di un ambiente naturale incontaminato. Lusso e comfort permeano ogni ambiente interno ed esterno e il giardino spa di 30mila mq regala momenti di profondo relax a contatto con la natura nella completa quiete e nella privacy.

Il cinque stelle in Valle Aurina offre un’esperienza sensoriale a 360 gradi ed elementi di altissimo livello per il wellness nella sua Spa Alpin di 3.000 m². A partire dal mondo delle acque con piscina all’aperto e vasca idromassaggio riscaldate, piscina avventura coperta con idromassaggio, lettini per massaggi, cascata, massaggio riflessogeno e impianto per nuoto controcorrente, e piscina per bambini. Da provare il calore e lo stile dell’area saune, caratterizzata da materiali pregiati e legno locale, che comprende stubensauna tirolese panoramica, bagno turco e bagno turco salino, sauna alle erbe, laconium e la SPA salina con vasca d’acqua salina e parete di gradazione salina. L’eccellenza in ambito beauty è garantita dall’impiego di prodotti La Prairie, marchio cosmetico svizzero tra i più rinomati al mondo.

La proposta gourmet all’Alpenpalace si avvale dello charme inconfondibile delle Stube tirolesi, dove l’ospite ha il tavolo riservato per la collazione e per la cena à la Carte inclusa nella mezza pensione in cui apprezzare l’Alpine Cuisine immersi nello stile locale, La Brasserie, ristorante aperto tutto il giorno con menu internazionale e componenti regionali: dal Club Sandwich, al Cesar Salad, alla Tagliara fino ai Schlutzkrafen offre una scelta mista. Disponibile al Bar & Launch, Terrazzaa, Piscina, Giardini, Camera. Infine il ristorante Gourmet Aurea Vallis, vincitore di cappelli della prestigiosa guida Gault&Millau, con menu degustazione fisso dove lo chef Rosario Titone interpreta con carattere e distinzione le specialità regionali.

A San Giovanni in Valle Aurina l’Alpenpalace Luxury Hideaway & Spa Retreat è il 5 stelle superiore che permette agli ospiti di godere di un soggiorno all’insegna del lusso e del benessere. L’hotel fa parte dei Best Alpine Wellness Hotels, gruppo di alberghi che si contraddistinguono per l’ospitalità di prima classe. Tra gli highlights della struttura il giardino spa di 30mila metri quadrati, un’oasi di benessere esclusivo sotto il sole dell’Alto Adige.

Il giardino delle erbe, zona in cui vengono coltivate piante ed erbe utilizzate per la preparazione dei piatti della cucina dello Chef Rosario Titone, si dispone attorno ad un grande albero, diventando il luogo ideale per le lezioni di yoga. Ricco di siepi, che separano un’area dall’altra garantendo ad ogni ospite la propria privacy, il giardino spa offre un’ampia piscina scoperta e una vasca idromassaggio, ideali per rinfrescarsi e rilassarsi tra un bagno di sole e l’altro.

Il giardino spa si estende dal retro della struttura fino ad arrivare a guardare l’ingresso dell’hotel tra i più celebri dell’Alto Adige, con il suggestivo giardino delle rose, luogo in cui il resort organizza una volta alla settimana aperitivi all’aperto con show cooking.


In foto d’apertura, Pfundres, nei pressi di Vandoies, nella Val Pusteria in provincia di Bolzano, Alto Adige.



Design of desire - 16/03/2020

Riflessi di tecnologia nelle pareti decorative di SolaAir

La "Technology Reflection" una compagnia russa, leader di pannelli riflettenti per la decorazione, l [...]

Leisure - 18/02/2019

Irama dei record per “Giovani per Sempre”

Un altro grande risultato, arriva all'indomani della prima posizione in classficia FIMI per l'album [...]

Society - 06/08/2018

“Because The Night” quando il rock passava da Firenze

Una bella mostra fotografica ha ripercorso gli anni d'oro della musica dal vivo a Firenze. Erano gli [...]

Top
Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e sezioni extra che stiamo sviluppando. Obbiettivo: sorprendere i nostri lettori nel corso del 2021!