Magazine - Fine Living People
Travel

Travel - 15/09/2020

Sentieri del sole in Alto Adige, vetta d’Italia

Valle Aurina, un paradiso verde nel punto più a nord della Penisola. Natura, tradizione e benessere tra vette oltre i 3.000 metri.

Una vera e omogenea regione turistica Valle Aurina, la valle laterale più estesa dell’Alto Adige in cui si trova il punto più a nord d’Italia, tradizionalmente riconosciuto nella Vetta d’Italia, montagna al confine con l’Austria. Gran parte di questo territorio, circondato da ben 80 montagne oltre i 3.000 m, è compreso nel parco Naturale Vedrette di Ries-Aurina, caratterizzato da maestosi ghiacciai, laghi e boschi di conifere, dove si può godere della bellezza e dei benefici della natura in ogni stagione: in estate con 850 km di sentieri e in inverno con innumerevoli sport sulla neve. Un territorio che dalle vette al fondovalle propone attività all’aria aperta, eventi, tradizione e cultura, permettendo di scoprire una valle autentica che conserva le proprie radici. È con l’autunno che il suo paesaggio si accende con i colori caldi del foliage: il periodo ideale per intraprendere magiche escursioni tra i Sentieri del Sole.

Gli amanti dello sport possono trovare in Valle Aurina in Alto Adige un vero paradiso verde: itinerari di diverse difficoltà portano alla scoperta del territorio e dei suoi 4 comuni (Valle Aurina, Campo Tures, Predoi e Selva dei Molini), passando per malghe immerse in suggestivi paesaggi alpini segnati anche dagli affluenti del fiume Aurino, da cui la valle trae il nome che in preromano significa “Acqua corrente”. L’acquaè infatti un elemento che caratterizza la Valle Aurina – costellata da ben 10 cascate, 35 laghi e 120 sorgenti di acqua potabile – al quale è stato dedicato un museo, oltre che percorsi tematici e trattamenti a base di questa preziosa risorsa. Con i colori dell’autunno, la Valle Aurina diventa ancora più pittoresca grazie al tipico foliage dei boschi in contrasto con cime innevate. Da non perdere in questa stagione i Sentieri del Sole, una fitta rete di percorsi che si estendono sulla parte soleggiata delleAlpi Aurinee dello Zillertal: suggeriscono escursioni che attraversano foreste, cascate, chiesette ma anche masi contadini, malghe di montagna e punti di ristoro per una pausa a base di prodotti locali. Il percorso Sunnsat, ad esempio, collega i paesi di Lutago e San Pietro, passando per le località San Giovanni, Cadipietra e San Giacomo ad un’altitudine compresa tra i 1.000 e 1.450 m di quota, tracciando un percorso storico che collega il passato con il presente. Anche l’inverno in Valle Aurina è ricco di proposte: nel comprensorio Skiworld Ahrntal, le aree sciistiche Speikboden e Klausberg vantano 74 km di piste sempre perfettamente innevate e un calendario ricco di attività ed eventi. La prima, comprende 8 impianti di risalita e offre 38 km di piste da snowboard e sci per esperti e principianti, dove campioni mondiali come Christof Innerhofer hanno mosso i primi passi sugli sci. La seconda permette di raggiungere facilmente 2.510 m di quota con la moderna cabinovia K2 a 8 posti e propone 33 km di piste per tutti i livelli di preparazione, oltre al Family Park Klausilandia. Ma non solo, il territorio della Valle Aurina è ideale anche per gli amanti dello sci di fondo, delle ciaspole, in compagnia di guide esperte, e delle camminate sulla neve. Paesaggi imbiancati che diventano palcoscenico anche di eventi natalizi: lo Speikboden ospita il suggestivo Avvento “Natale in Montagna”, mentre Klausberg porta in scena l’appuntamento internazionale Ice Games e a Riva Tures si accendono i barbecue con il contest internazionale Winter Extreme South Tyrol BBQ.

Grazie all’ambiente naturale incontaminato e all’aria purissima dell’Alto Adige, la Valle Aurina è una meta dedicata al benessere di corpo e mente: tra le proposte che valorizzano la salute, il Centro Climatico di Predoi che, ricavato all’interno di una storica miniera d’estrazione del rame, porta numerosi benefici alle vie respiratorie. Fortemente legata alla tradizione e alla propria cultura, la valle permette di scoprire antichi mestieri, come l’artigianato del legno a cui annualmente è dedicato un Simposio, nonché l’arte casearia che dà vita a prodotti tipici tra cui il Graukäse, “formaggio grigio” presidio Slow Food e protagonista di eventi e degustazioni. Un territorio contraddistinto dalla calorosa ospitalità altoatesina che si declina in accoglienti wellness-hotel, baite tipiche ma anche, d’inverno, caratteristici igloo di ghiaccio per trascorrere una notte speciale ad alta quota.

In foto d’apertura: Sentieri del Sole in Alto Adige © Josef Gorfer 2017



Luxury - 19/01/2018

All’Hotel de Paris Monte-Carlo una suite per ricordare la Principessa Grace

Ci sono posti incantevoli e lussuosi che nemmeno l'immaginazione riesce a concepire. Come l'Hotel de [...]

Leisure - 04/03/2020

L’Antico Egitto a Milano, viaggio oltre le tenebre (con tecnologia)

Il Comune di Milano|Cultura, Palazzo Reale e il Museo Archeologico promuovono un progetto espositivo [...]

Leisure - 02/04/2019

Marco Bettini, dal cuore di Giorgia a “Rich is better”

Marco Bettini presenta a Milano la sua personale “Rich is better” negli spazi della 7ettanta6ei [...]

Top