30 Luglio 2020

Una guida per la Toscana Contemporanea

Le mostre prorogate eccezionalmente in questa estate al Centro Pecci. E tutte le segnalazioni da vivere e scoprire in una regione che non smette di stupire.

30 Luglio 2020

Una guida per la Toscana Contemporanea

Le mostre prorogate eccezionalmente in questa estate al Centro Pecci. E tutte le segnalazioni da vivere e scoprire in una regione che non smette di stupire.

30 Luglio 2020

Una guida per la Toscana Contemporanea

Le mostre prorogate eccezionalmente in questa estate al Centro Pecci. E tutte le segnalazioni da vivere e scoprire in una regione che non smette di stupire.

Far conoscere e valorizzare sculture e installazioni, sedi museali e opere architettoniche, luoghi, mete e i principali eventidell’arte contemporanea disseminata in una settantina di comuni della Toscana. È questo l’intento della guida realizzata da Toscana Promozione Turistica e Regione Toscana dal titolo ‘Toscana Contemporanea‘, presentata lunedì 27 luglio al Centro Pecci di Prato.

Alle importanti eredità storiche della Regione, per le quali è rinomata in tutto il mondo, si aggiungono oggi varie esperienze artistiche di rilievo e realizzazioni architettoniche significative degli ultimi decenni, in grado di tracciare linee di “continuità” o di rinnovamento rispetto alle evidenze del ricchissimo passato, includendo una molteplicità di proposte che vanno dalle arti visive ai musei, dalle architetture alle cantine, dagli spettacoli ai festival e appuntamenti culturali.

The Missing Planet. Visioni e revisioni dei 'tempi sovietici' dalle collezioni del Centro Pecci ed altre raccolte
a cura di Marco Scotini e Stefano Pezzato, progetto di allestimento di Can Altay

prorogata fino al 27 settembre 2020

 

CARTELLA STAMPA E IMMAGINI

 

 

Ingresso gratuito

 
Crediti: Erik Bulatov Perestroika, 1989. Progetto originale sulla facciata del Centro Pecci. Foto © Carlo Giann
Perestroika al Centro Pecci in Toscana. The Missing Planet. Visioni e revisioni dei ‘tempi sovietici’ dalle collezioni del Centro Pecci ed altre raccolte – a cura di Marco Scotini e Stefano Pezzato, progetto di allestimento di Can Altay. Mostra prorogata fino al 27 settembre 2020. Ingresso gratuito. Crediti: Erik Bulatov Perestroika, 1989. Progetto originale sulla facciata del Centro Pecci. Foto © Carlo Giann

In questa guida si indicano le migliori “mete e attrazioni” per scoprire la Toscana più attuale, suddivise in 7 sezioni tematiche: l’arte pubblica diffusa in spazi urbani e nel territorio regionale; i parchi e giardini d’arte o l’arte inserita direttamente nell’ambiente naturale toscano; i principali musei e collezioni d’arte contemporanea; diversi musei tematici e d’impresa che caratterizzano la storia recente di questa terra; varie architetture contemporanee prevalentemente di uso pubblico, istituzionale e culturale; numerose e meravigliose cantine d’autore; decine di eventi fra i più qualificati e interessanti degli ultimi tempi.

Ogni sezione è corredata da una mappa indicativa e segue un percorso circolare, dal capoluogo regionale alla costa e verso l’interno, in modo tale da suggerire possibili percorsi di visita. La guida non ha carattere esaustivo, ma piuttosto sintetico e serve da introduzione e sollecitazione a conoscere e identificare la Toscana contemporanea ed è scaricabile dal sito visittuscany.com. La selezione è stata affidata al Centro Pecci di Prato e curata da Stefano Pezzato.

“Così piena di espressione dell’arte classica, adesso – ha spiegato l’Assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo – la Toscana gioca la sfida del contemporaneo, una scommessa verso il futuro con una offerta culturale che ormai, per la quantità e la qualità di opere, è strutturale della nostra Regione. Una guida nata per stimolare nuovi interessi, raccogliere attenzione e proporre ulteriori mete turistiche. Fare la presentazione simbolicamente al Centro Pecci è una scelta non casuale. C’è stato un cambio di passo vero con la continuità dell’azione tra Regione e Museo rendendo questo luogo un incubatore culturale in una dimensione che non è più locale: ha qui la sua fisicità ma anche la responsabilità di questo ruolo che ha assunto divenendo polo museale di riferimento nazionale”.

“La pubblicazione – ha detto il Direttore di Toscana Promozione Turistica Francesco Palumbo – è incentrata sul legame che hanno saputo creare gli artisti e architetti contemporanei con il contesto paesaggistico, storico e culturale della Regione. Una guida come narrazione in grado di proporre attraverso una nuova ottica i luoghi suggestivi e unici della Toscana. Nuove forme di percorribilità della Regione dove il turista entra in condivisione con questo patrimonio e le sue opere diffuse attraverso percorsi turistici tematici che diventano vere e proprie motivazioni di viaggio. Un aspetto della Toscana molto attuale che vede la somma di tante installazioni, musei, opere collocate in una dimensione contemporanea con la capacità di generare innovazione e che rendono la Toscana espressione di una straordinaria vivacità, al centro di una programmazione culturale dinamica e poliedrica’.

Read in:

Picture of admin

admin

Siamo una testata giornalistica di lifestyle maschile e femminile. Ci rivolgiamo a persone interessate alle novità anche di lusso, non solo di prodotto ma anche di tendenza e lifestyle. La nostra mission: celebrare l’ambizione puntando all’eleganza dei potenziali lettori “Millennial” (età 18-34).
Ti potrebbe interessare:

Harim, la sfilata dei talenti 2018

La prestigiosa passerella del Fashion Graduate Italia dello scorso ottobre ha visto cimentarsi con la passerella le creazioni di talentuosi

Hotel di lusso, le nuove aperture 2024

Architetture congeniate per impressionare, paradisi terrestri da esplorare mimetizzati, comfort personale che si spinge sempre più oltre. Gli hotel di

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”