Magazine - Fine Living People
Travel

Travel - 30/07/2020

Una guida per la Toscana Contemporanea

Le mostre prorogate eccezionalmente in questa estate al Centro Pecci. E tutte le segnalazioni da vivere e scoprire in una regione che non smette di stupire.

Far conoscere e valorizzare sculture e installazioni, sedi museali e opere architettoniche, luoghi, mete e i principali eventidell’arte contemporanea disseminata in una settantina di comuni della Toscana. È questo l’intento della guida realizzata da Toscana Promozione Turistica e Regione Toscana dal titolo ‘Toscana Contemporanea‘, presentata lunedì 27 luglio al Centro Pecci di Prato.

Alle importanti eredità storiche della Regione, per le quali è rinomata in tutto il mondo, si aggiungono oggi varie esperienze artistiche di rilievo e realizzazioni architettoniche significative degli ultimi decenni, in grado di tracciare linee di “continuità” o di rinnovamento rispetto alle evidenze del ricchissimo passato, includendo una molteplicità di proposte che vanno dalle arti visive ai musei, dalle architetture alle cantine, dagli spettacoli ai festival e appuntamenti culturali.

The Missing Planet. Visioni e revisioni dei 'tempi sovietici' dalle collezioni del Centro Pecci ed altre raccolte
a cura di Marco Scotini e Stefano Pezzato, progetto di allestimento di Can Altay

prorogata fino al 27 settembre 2020

 

CARTELLA STAMPA E IMMAGINI

 

 

Ingresso gratuito

 
Crediti: Erik Bulatov Perestroika, 1989. Progetto originale sulla facciata del Centro Pecci. Foto © Carlo Giann
Perestroika al Centro Pecci in Toscana. The Missing Planet. Visioni e revisioni dei ‘tempi sovietici’ dalle collezioni del Centro Pecci ed altre raccolte – a cura di Marco Scotini e Stefano Pezzato, progetto di allestimento di Can Altay. Mostra prorogata fino al 27 settembre 2020. Ingresso gratuito. Crediti: Erik Bulatov Perestroika, 1989. Progetto originale sulla facciata del Centro Pecci. Foto © Carlo Giann

In questa guida si indicano le migliori “mete e attrazioni” per scoprire la Toscana più attuale, suddivise in 7 sezioni tematiche: l’arte pubblica diffusa in spazi urbani e nel territorio regionale; i parchi e giardini d’arte o l’arte inserita direttamente nell’ambiente naturale toscano; i principali musei e collezioni d’arte contemporanea; diversi musei tematici e d’impresa che caratterizzano la storia recente di questa terra; varie architetture contemporanee prevalentemente di uso pubblico, istituzionale e culturale; numerose e meravigliose cantine d’autore; decine di eventi fra i più qualificati e interessanti degli ultimi tempi.

Ogni sezione è corredata da una mappa indicativa e segue un percorso circolare, dal capoluogo regionale alla costa e verso l’interno, in modo tale da suggerire possibili percorsi di visita. La guida non ha carattere esaustivo, ma piuttosto sintetico e serve da introduzione e sollecitazione a conoscere e identificare la Toscana contemporanea ed è scaricabile dal sito visittuscany.com. La selezione è stata affidata al Centro Pecci di Prato e curata da Stefano Pezzato.

“Così piena di espressione dell’arte classica, adesso – ha spiegato l’Assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo – la Toscana gioca la sfida del contemporaneo, una scommessa verso il futuro con una offerta culturale che ormai, per la quantità e la qualità di opere, è strutturale della nostra Regione. Una guida nata per stimolare nuovi interessi, raccogliere attenzione e proporre ulteriori mete turistiche. Fare la presentazione simbolicamente al Centro Pecci è una scelta non casuale. C’è stato un cambio di passo vero con la continuità dell’azione tra Regione e Museo rendendo questo luogo un incubatore culturale in una dimensione che non è più locale: ha qui la sua fisicità ma anche la responsabilità di questo ruolo che ha assunto divenendo polo museale di riferimento nazionale”.

“La pubblicazione – ha detto il Direttore di Toscana Promozione Turistica Francesco Palumbo – è incentrata sul legame che hanno saputo creare gli artisti e architetti contemporanei con il contesto paesaggistico, storico e culturale della Regione. Una guida come narrazione in grado di proporre attraverso una nuova ottica i luoghi suggestivi e unici della Toscana. Nuove forme di percorribilità della Regione dove il turista entra in condivisione con questo patrimonio e le sue opere diffuse attraverso percorsi turistici tematici che diventano vere e proprie motivazioni di viaggio. Un aspetto della Toscana molto attuale che vede la somma di tante installazioni, musei, opere collocate in una dimensione contemporanea con la capacità di generare innovazione e che rendono la Toscana espressione di una straordinaria vivacità, al centro di una programmazione culturale dinamica e poliedrica’.



Leisure - 11/06/2020

Can Yaman, arrivano le puntate su Canale 5 “Sulle ali del sogno”

Sarà la barba folta tanto in voga e l'apparenza da maschio protettivo, certo è che dopo i divi di [...]

Fashion - 30/06/2018

Il Fashion Hub di AltaRoma premia 5 designer portoghesi

I giovani stilisti alla conquista di Roma anche quest'anno, per la sezione Fashion Hub di Altaroma. [...]

Leisure - 05/07/2019

Le date dei tour estivi 2019: Irama, Jovanotti, Giorgia e BoomDaBash

Ritorna Eros Ramazzotti all'estero, i Subsonica fanno un tour a supporto per il disco "8" e si esibi [...]

Top