18 Dicembre 2023

Vacanza a Zanzibar: le attività da non perdere

Il kite surf, le meraviglie di Stone Town, l'incontro con le popolazioni locali. Una vera oasi da scoprire nell'Oceano Indiano.

18 Dicembre 2023

Vacanza a Zanzibar: le attività da non perdere

Il kite surf, le meraviglie di Stone Town, l'incontro con le popolazioni locali. Una vera oasi da scoprire nell'Oceano Indiano.

18 Dicembre 2023

Vacanza a Zanzibar: le attività da non perdere

Il kite surf, le meraviglie di Stone Town, l'incontro con le popolazioni locali. Una vera oasi da scoprire nell'Oceano Indiano.

Sono davvero numerose le attività a cui ci si può dedicare in occasione di una vacanza a Zanzibar, molte delle quali decisamente inaspettate. In questa terra-arcipelago della Tanzania al largo delle coste dell’Africa orientale, se ci si reca nella foresta di Jozani, in occasione di un tour guidato si avrà l’opportunità di vedere da vicino scimmie rosse, che esistono solo su questa isola e in nessuna altra parte del mondo. Il consiglio è di non avvicinarsi più del dovuto alle scimmie, per non correre il rischio di essere morsi. E a proposito di animali rari, a Prison Island ci si può imbattere nelle tartarughe giganti, da scoprire nel corso di una escursione in barca. A proposito: conviene anche raggiungere Nakupenda, piccola striscia di terra nel mare ritenuta una delle location ideali per dedicarsi allo snorkeling.

Il tour delle spezie

Soggiornare in un resort Zanzibar è anche la giusta occasione per prendere parte al tour delle spezie. Per farlo è sufficiente visitare una piantagione; a seconda dei casi, si avrà la possibilità di scoprire come crescono lo zenzero, la cannella, la noce moscata, i chiodi di garofano, il tamarindo, il pepe, il mentolo, il curry o la vaniglia. Una piantagione di spezie può sorprendere sia a livello visivo che, ovviamente, per i profumi: e non ci si può certo lasciar scappare l’occasione di comprare alcune spezie da tenere poi a casa.

Cosa fare a Zanzibar: a contatto con i bambini

Al di là delle spiagge da favola e dei resort da lusso, Zanzibar ha anche molto altro da offrire a chi ha la fortuna di visitarla. Stiamo parlando, infatti, di un posto in cui vivono persone di umili origini e molto semplici, che vale la pena di incontrare per uno scambio culturale ed emotivo davvero unico. Se si ha l’opportunità di interagire con un Masai, gli si può domandare di andar con lui in una scuola, specialmente se si ha qualcosa da regalare ai piccoli. Nulla vieta, poi, di comprare proprio dai Masai delle matite: un modo per promuovere l’economia locale.

Kite surf: ecco dove praticarlo

Sulla costa orientale di Zanzibar c’è una località di nome Paje in cui soffiano raffiche di vento piuttosto intense. In alcuni periodi dell’anno – e in particolare tra dicembre e febbraio e da luglio ad agosto – le spiagge di Paje accolgono un gran numero di amanti di kite surf. Ma anche coloro che non hanno una specifica esperienza si possono cimentare in tale attività prendendo lezioni per la prima volta. Non mancano, ovviamente, strutture nelle quali prendere a noleggio tutta l’attrezzatura necessaria, con la disponibilità di alloggi adeguati anche a budget ridotti.

Lo spettacolo della bassa marea

Lo spettacolo offerto dalla bassa marea, che in genere si può osservare unicamente lungo la costa orientale, permette di ammirare delle lingue di sabbia davvero uniche nei loro colori. È lungo la costa est, infatti, che il fondale marino si abbassa in maniera leggera. Così, nel giro di breve tempo il mare lascia posto alla sabbia. E a proposito di fondali marini, quando c’è la possibilità vale la pena di pianificare un’immersione subacquea: anche se non si dispone degli strumenti necessari per dedicarsi allo snorkeling, si può comunque noleggiare il tutto sul posto. Per avere informazioni in merito ci si può rivolgere alla struttura in cui si soggiorna, o comunque a un centro autorizzato nelle vicinanze.

Stone Town

Infine, l’ultimo posto da scoprire a Zanzibar è Stone Town, dove si possono visitare il forte arabo, la Casa delle Meraviglie e il Darajani market. Anche di notte, l’atmosfera è unica, con lo street food da gustare all’ora di cena e anche oltre.

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”