14 Febbraio 2024

Viaggio a Pesaro capitale della cultura 2024

Visite enogastronomiche, la scoperta della Città creativa e passeggiata in Bicipolitana. Le soluzioni di accoglienza di Lindbergh Hotels & Resorts.

14 Febbraio 2024

Viaggio a Pesaro capitale della cultura 2024

Visite enogastronomiche, la scoperta della Città creativa e passeggiata in Bicipolitana. Le soluzioni di accoglienza di Lindbergh Hotels & Resorts.

14 Febbraio 2024

Viaggio a Pesaro capitale della cultura 2024

Visite enogastronomiche, la scoperta della Città creativa e passeggiata in Bicipolitana. Le soluzioni di accoglienza di Lindbergh Hotels & Resorts.

Pesaro quest’anno è Capitale della Cultura e il suo ricco calendario di eventi fanno della città marchigiana una meta tutta da scoprire. Oltre agli appuntamenti in programma per la Capitale della Cultura, sono diverse le attività ed esperienze che si possono vivere qui, da tour storici alla scoperta della storia di Pesaro e del suo noto compositore Rossini a giornate trascorse in mezzo alla natura all’interno del Parco naturale regionale del Monte San Bartolo. Insieme a Lindbergh Hotels & Resorts, gruppo alberghiero che vanta qui ben 3 strutture, vi suggeriamo le 5 esperienze imperdibili per un viaggio a Pesaro.

È un piccolo gioiello delle Marche affacciato sul mare e quest’anno riveste il ruolo di Capitale della Cultura. Stiamo parlando di Pesaro, da qualche anno Città della Bicicletta, e, per il 2024, un vero e proprio place to be e centro di contaminazione di idee, grazie ai numerosi eventi e appuntamenti in programma.

Dall’arte alla musica, fino agli itinerari pensati per ammirare i dintorni sulle due ruote, sono diversi i motivi per cui vale la pena organizzare una vacanza alla scoperta di Pesaro e chi, se non Lindbergh Hotels & Resorts, il gruppo alberghiero che proprio qui è nato, è in grado di suggerire le attività più belle da vivere e i luoghi imperdibili della città.

  1. Un tour culturale tra musei e palazzi

Il viaggio alla scoperta di Pesaro non può che partire dal suo centro storico e dai palazzi che abbelliscono piazze e vie. Si inizia con Palazzo Ducale, un maestoso palazzo storico situato in Piazza del Popolo, il centro nevralgico di Pesaro; un vero e proprio gioiello dell’architettura rinascimentale.

Non lontano da Piazza del Popolo si trova Palazzo Mosca, un edificio che al suo interno custodisce i Musei Civici, dove è possibile ammirare l’Incoronazione della Vergine, appartenente a Giovanni Bellini, considerata un capolavoro del Rinascimento, e la Medusa di Ferruccio Mengaroni, opera maestosa (il diametro misura oltre 2 metri) realizzata in ceramica dall’artista originario proprio di Pesaro. Il Museo Oliverano, uno tra i più antichi della zona, è il luogo ideale per chi desidera scoprire la storia di Pesaro e di questa regione. Per chi è a caccia di luoghi instagrammabili, proprio nel cortile dei Musei Civici si trova Wall of Books, una libreria open air, opera di Stefano Lazaridis.

La Sfera Grande realizzata da Arnaldo Pomodoro è uno dei simboli e vanti della città in quanto si tratta di uno tre esemplari presenti in tutto il mondo; gli altri due si trovano a Roma e a New York. 

A soli 30km da Pesaro di trova Urbino, città natale del noto pittore Raffaello Sanzio. Un tour per il centro storico della città porta i turisti alla scoperta di alcuni luoghi di interesse degni di nota come il Palazzo Ducale, che è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità.

Teatro Rossini a Pesaro. L’inaugurazione del 1818 come Teatro Nuovo avvenne con un’eccezionale rappresentazione de La gazza ladra diretta dallo stesso Gioachino Rossini, già celebre all’epoca.
  1. Sulle orme del noto compositore Gioacchino Rossini

Nato a Pesaro il 29 febbraio 1792, il compositore Gioacchino Rossini, rivive nelle opere a lui dedicate in città: dal Teatro Rossini, un meraviglioso edificio in stile neoclassico, alla Casa Rossini, l’autentica dimora in cui il noto compositore nacque e visse per i primi anni della sua vita fino al Museo nazionale Rossini, situato all’interno di Palazzo Montani Antaldi.

Non solo, quest’anno, il 29 febbraio la città omaggerà il compositore pesarese proprio nel giorno del suo compleanno con diversi eventi tra cui l’inaugurazione di uno dei contenitori simbolo della Capitale italiana della cultura 2024, l’Auditorium Scavolini. E ancora, dal 7 al 23 agosto 2024, si terrà la 45esima edizione del Rossini Opera Festival, il festival musicale lirico di rilevanza internazionale che si tiene in città dal 1980. Quest’anno, il festival omaggerà i suoi ospiti con 5 opere – tra cui anche il Barbiere di Siviglia – per un totale di 30 spettacoli che animeranno la città.

Il forte legame che scorre tra la città e Rossini ha fatto sì che Pesaro diventasse nel 2017 Città Creativa Unesco della Musica.

  1. Pedalare lungo la Bicipolitana

Quasi 100 chilometri di piste ciclabili concepite come una metropolitana danno vita alla Bicipolitana di Pesaro, che detiene il record nazionale di massima estensione di km all’interno di un centro cittadino capoluogo di provincia. La Bicipolitana permette di scoprire e godersi la città tra una pedalata e l’altra: le linee ciclabili, infatti, collegano il mare con il centro, i diversi quartieri della zona e i luoghi di interesse più importanti di Pesaro.

Per respirare la vera essenza di Pesaro e dintorni, Lindbergh Hotels & Resorts mette a disposizione dei clienti che soggiornano in una delle sue tre strutture (Excelsior SPA & Lido, Nautilus Family Hotel e Charlie Urban Hotel) un servizio biciclette da utilizzare per scoprire la città in maniera green e slow. Non lontano dal Charlie Urban Hotel e facilmente raggiungibile in bicicletta, si trova il Parco naturale regionale del Monte San Bartolo, che regala la possibilità di immergersi in una natura incontaminata con il mare sullo sfondo.

  1. Una sosta gustosa nella tradizione gastronomica marchigiana

Il cibo, si sa, è una delle forme di espressione di una destinazione. La storia e le tradizioni di un luogo spesso vengono raccontate anche a pranzo, attraverso piatti e preparazioni che riprendono e valorizzano le materie prime. I turisti in viaggio a Pesaro possono degustare alcune delle prelibatezze tipiche come, per esempio, i cannelloni alla Rossini (pasta fatta a mano e riempita con fegatini di pollo e vitello e funghi porcini), le olivette di vitello alla Rossini (involtini di carne ripieni di basilico e prosciutto di Carpegna) o i cappelletti alla pesarese (pasta all’uovo ripiena di carne bovina della zona). Non si può non citare la pizza Rossini, ricetta pesarese della pizza margherita con aggiunta di uova sode e maionese, nata negli anni Sessanta all’interno di una pasticceria che iniziò a proporre queste pizzette come spuntino ideale per l’aperitivo. E ovviamente, essendo Pesaro affacciata direttamente sul litorale adriatico, la sua offerta gastronomica non può che includere anche i numerosi ristoranti di pesce che si trovano sul lungomare.

Ad accompagnare i piatti ci sono i vini prodotti in questa zona come il Bianchello del Metauro DOC e il Sangiovese dei Colli Pesaresi.

  1. Gli eventi di Pesaro Capitale della Cultura 2024

329 eventi in programma e 150 artisti internazionali coinvolti come Riūichi Sakamoto e Tin Drum, Marina Abramović, Studio Roosegaarde, Murcof e Simon Geilfus: le interazioni tra arte, natura e tecnologia sono al centro della programmazione di Pesaro 2024. Tra gli eventi da segnarsi in agenda il Pesaro Film Festival, in programma per tutto il mese di giugno, che quest’anno celebra la 60° edizione e che rappresenta uno dei festival cinematografici più importanti d’Italia. A luglio l’UlisseFest, giornate dedicate alla grande tematica dei viaggi e ad agosto il Rossini Opera Festival, che, per l’occasione presenterà un programma così ampio da coprire un periodo di 17 giorni.

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”