Magazine - Fine Living People
Travel

Travel - 16/06/2021

Viaggio nelle Langhe, esperienza immersiva nelle colline piemontesi

A Fontanafredda, in Piemone, il vino trova la sua massima espressione grazie all’alta cucina. E tante altre eccellenze locali si trovano intorno.

Tra le sinuose colline delle Langhe Patrimonio Mondiale dell’Unesco, il Villaggio Narrante è una riserva bionaturale di 120 ettari nel cuore del Barolo a Serralunga d’Alba. Un luogo dove condividere un’esperienza immersiva nella tradizione piemontese grazie a una rinnovata ospitalità.

Un villaggio storico dove gustare il proprio tempo e prendersi cura di sè, avvolti dalla bellezza delle colline del Barolo. Il Villaggio Narrante in Fontanafredda e Casa E. di Mirafiore è un luogo autentico dove ogni angolo e ogni scorcio raccontano storie uniche.

È stato Emanuele Alberto conte di Mirafiore e figlio del primo Re d’Italia, Vittorio Emanuele II, a volere la realizzazione di un villaggio a Fontanafredda, luogo acquistato dal padre nel 1858 e donato come pegno d’amore a Rosa Vercellana, la donna da lui amata. Qui, Emanuele Alberto di Mirafiore fonda l’omonima azienda vitivinicola all’interno di un villaggio fatto da cascine, una scuola, una chiesa e servizi essenziali, ma anche un circolo ricreativo dove egli stesso leggeva libri ai suoi collaboratori che erano ancora analfabeti. Per sua volontà, nel villaggio si creauna vera e propria comunità che, nel momento di massima espansione, arriva ad ospitare fino a 250 persone e che si è preservata fino ad oggi, dove vivono ancora quindici famiglie. Da sempre, nel villaggio, il vino occupa un ruolo centrale grazie alle storiche cantine di Fontanafredda e di Casa E. di Mirafiore, due realtà di eccellenza che convivono all’interno dello stesso borgo. La prima vanta il premio come “Miglior cantina europea dell’anno” da Wine Enthusiast ed è divenuta icona del Barolo in tutto il mondo. La seconda, fondata nel 1878 da Emanuele Alberto conte di Mirafiore; cantina di origine aristocratica e azienda agricola biologica di forte identità contadina, vera espressione della tradizione enologica delle Langhe. La visita alle cantine offre la possibilità di ripercorrere i passi della famiglia reale tra storia e curiosi aneddoti, ammirando la maestosità delle grandi botti di rovere e degustando i vini delle Langhe.

Storia, tradizione e qualità sono elementi ricorrenti nel Villaggio Narrante che si possono trovare in un bicchiere di vino, in un piatto e nell’atmosfera stessa del villaggio. Una vera e propria esperienza tra natura e cultura da vivere durante il soggiorno nelle Le Case dei Conti Mirafiore, il primo hotel diffuso delle Langhe composto da 4 strutture: Vigna Magica, il boutique hotel La Foresteria delle Vigne e due cascine immerse nelle vigne, Galarej e La Rosa, prossime all’apertura.
All’interno del Villaggio Narrante il vino trova la sua massima espressione grazie all’alta cucina. La ristorazione porta il marchio della storica famiglia Alciati con lo Chef Ugo e il fratello Piero a condurre l’ospite in un percorso di sapori alla scoperta dei gusti della tradizione piemontese tra memoria e stagionalità. All’interno della Villa Reale si trova il raffinato Guidoristorante, storica stella Michelin del Piemonte, mentre per una cucina più informale l’Osteria Disguido al Garden e 100vini enoteca bar a vino, location ideale per un aperitivo con tapas del territorio o l’acquisto della propria bottiglia preferita. Villaggio Narrante è anche luogo per eventi, cerimonie, meeting aziendali, grazie alle diverse location che lo compongono, oltre ad ospitare la Fondazione E. di Mirafiore, voluta da Oscar Farinetti come luogo di confronto e promozione della cultura con il Laboratorio di Resistenza Permanente e le Passeggiate Letterarie all’interno del Bosco dei Pensieri, tra gli ultimi boschi rimasti della Bassa Langa del Barolo, durante le quali ammirare alberi secolari, vigneti, noccioleti e oltre 40 mila varietà

A maggio 2021 quattro storiche Lamborghini Countach sono arrivate al Villaggio Narrante in Fontanafredda & Casa E. di Mirafiore per uno shooting che celebra i 50 anni di un’icona dell’automobilismo mondiale.

Quest’angolo di Piemonte ha molto da offrire sotto altri aspetti. Nell’anno del 50° anniversario dalla creazione della Lamborghini Countach, una delle auto sportive icona dell’automobilismo mondiale, la casa automobilistica di Sant’Agata Bolognese ha deciso di riportarla in Piemonte, luogo che ha contribuito molto alla sua linea e al suo stesso nome. Lamborghini ha quindi riunito i quattro modelli più rappresentativi della Countach e ha scelto il Villaggio Narrante come location per uno shooting scenografico. Uno storico modello quello della Countach, presentata per la prima volta nel 1971 al Salone di Ginevra, prima Lamborghini con motore in posizione longitudinale-posteriore e porte ad apertura verticale. Il suo nome deve molto al Piemonte in quanto l’origine deriva proprio dal suo dialetto.

L’Amaro Toccasana di Teodoro Negro si presta ad aprire e a chiudere i momenti di convivialità a tavola: con l’infusione delle sue 37 erbe, è l’amaro di Alba tradizionalmente apprezzato a fine pasto per le sue proprietà digestive, servito liscio o caldo con una scorzetta di limone.

Dalle erbe che si trovano qui, per rimanere in tema di piaceri della vita, si ricava l’Amaro Toccasana di Teodoro Negro è l’amaro delle Langhe per eccellenza. Un prodotto dal profumo inconfondibile e dal sapore che racchiude tutte le 37 erbe che lo compongono, scelto anche grazie anche al suo moderato contenuto alcolico, perfetto per creare cocktail classici ed originali da sorseggiare nella bella stagione.

Riportato in auge dalla famiglia Toso, la cui storia si intreccia da oltre 100 anni alla tradizione del vino piemontese, l’Amaro Toccasana di Teodoro Negro si presta ad aprire e a chiudere i momenti di convivialità a tavola: con l’infusione delle sue 37 erbe, è l’amaro di Alba tradizionalmente apprezzato a fine pasto per le sue proprietà digestive, servito liscio o caldo con una scorzetta di limone. Intensamente aromatico ed equilibrato al gusto, alterna calde sensazioni a un piacevole retrogusto amarognolo; con il suo modesto contenuto alcolico, solo 21 gradi, rivela una moderna attitudine al bere miscelato, arricchendo con le sue note amaricante anche i cocktail più classici.

Il primo vino bianco di Casa E. di Mirafiore: Langhe Nascetta 2020 Biologico. Da un antico vitigno autoctono un’etichetta che recupera la tradizione. Capace di esaltare il territorio delle Langhe quale patria non solo di grandi vini rossi, ma anche di eccellenti bianchi:

Tra le eccellenze eno-gastronomiche locali, Casa E. di Mirafiore presenta il Langhe Nascetta 2020 Biologico, il primo bianco dello storico marchio piemontese fondato nel 1878: un vino nato per rivalorizzare un antico vitigno autoctono.
Il Langhe Nascetta è un vino avvolgente, fresco e strutturato che nasce da uve Nascetta, con cui Casa E. di Mirafiore debutta nel mondodei bianchi. Con oltre 140 anni di storia e punto di riferimento per i grandi rossi piemontesi, la cantina, diventata Azienda Agricola Biologica nel 2018, esprime anche in questa etichetta l’innovazione rappresentata dal recupero delle tradizioni. Preservare la biodiversità del territorio e continuare a coltivare i vitigni della tradizione piemontese è la filosofia che ha portato alla nascita del Langhe Nascetta 2020 Biologico: un bianco proveniente da una varietà quasi dimenticata in un territorio dominato dal Nebbiolo, coltivata a circa 300 metri di altitudine su terreni argillosi ricchi di marne calcaree che donano al vino struttura, acidità, complessità e mineralità: il Langhe Nascetta 2020 Biologico è caratterizzato da un processo di vinificazione e affinamento che riprende la tradizione, preservando le qualità organolettiche dell’uva e garantendo un vino che sappia esaltare il territorio. L’uva raccolta in piccole casse da 20kg cadauna, viene conferita in cantina e avviata alla pressatura senza subire la classica operazione di diraspatura per evitare ogni possibile danno al raspo ed estrarre in modo molto soffice solo il mosto fiore, che decanta in vasca per 24/36 ore. Il mosto pulito viene poi portato alla temperatura di 16 gradi per favorire l’avvio della fermentazione alcolica che dura circa 3 settimane, dopodiché il vino sosta sulle proprie fecce fino a inizio Primavera, momento in cui inizia la preparazione per la messa in bottiglia.

Il Museo Enologico Toso a Cossano Belbo (Cn) con i suoi strumenti e la sua documentazione scritta, è la testimonianza concreta di quella “cultura materiale” che è passata attraverso l’interpretazione della materia prima, la conoscenza dei processi produttivi e la raccolta di oggetti e attrezzature che vengono dal passato.

Nelle calde e assolate giornate estive, un fresco calice di vino è ideale per accompagnare una cena in riva al mare o in un raffinato chalet di montagna. Le Cantine Toso propongono il Langhe DOC Arneis, eccellenza che nasce tra le morbide colline delle Langhe in cui ha sede l’azienda, perfetto per accompagnare ogni momento di convivialità. Toso S.P.A. è una cantina di proprietà famigliare da 4 generazioni. Nella sede di Cossano Belbo, territorio di eccellenza immerso tra le colline delle Langhe, nascono tutti i prodotti di Casa Toso: spumanti, vini, vermouth e liquori. Qui sorge anche il Museo Enologico Toso, una ricca collezione di oggetti e attrezzature della tradizione contadina.

Langhe DOC Arneis Toso: elegante vino bianco, paglierino nel colore, fruttato ed etereo al profumo, secco e intenso al sapore che nasce dal vitigno Arneis. Dall’avvincente sentore di frutta, è particolarmente apprezzato per il suo profumo delicato ed il sapore intenso, fresco e asciutto.

Ottimo come aperitivo, è ideale a tutto pasto, in particolare in abbinamento a piatti di carni bianche o di pesce.




Fashion - 07/02/2018

Puma sceglie Lewis Hamilton per la campagna 24/7

In una società così dinamica come la nostra, gli uomini non si allenano solo in palestra: ogni occ [...]

Luxury - 02/01/2017

OneOcean Port Vell, la destinazione di gusto per gli yacht di lusso

OneOcean Port Vell, il porto degli yacht di lusso a Barcellona, si affaccia al 2017 con una ristrutt [...]

Leisure - 14/12/2019

Natale a Napoli, un mese di eventi “Voglia ‘e turna’”

Natale a Napoli 2019_Voglia 'e turna' è un ricco calendario di iniziative ed eventi a Napoli per il [...]

Top
Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e sezioni extra che stiamo sviluppando. Obbiettivo: sorprendere i nostri lettori nel corso del 2021!