13 Gennaio 2023

A Tuttohotel 2023 arriva il gampling

Un’area visitabile dal 16 al 18 gennaio alla Mostra d'Oltremare a Napoli curata dallo studio Ars Constructa in collaborazione con FAITA Federcamping

13 Gennaio 2023

A Tuttohotel 2023 arriva il gampling

Un’area visitabile dal 16 al 18 gennaio alla Mostra d'Oltremare a Napoli curata dallo studio Ars Constructa in collaborazione con FAITA Federcamping

13 Gennaio 2023

A Tuttohotel 2023 arriva il gampling

Un’area visitabile dal 16 al 18 gennaio alla Mostra d'Oltremare a Napoli curata dallo studio Ars Constructa in collaborazione con FAITA Federcamping

A Tuttohotel per il 2023 alla Mostra d’Oltremare di Napoli dal 16 al 18 gennaio, sarà lo studio Ars Constructa che presenterà il progetto Natura: l’Architettura nel Verde in collaborazione con FAITA Federcamping. “Un’area glamping, progettata per un’esperienza di soggiorno unica e indimenticabile immersi nel paesaggio circostante e contemporaneamente nel comfort di lusso – ha dichiarato l’architetto Manuela Tirrito di Ars Constructa, che ha curato l’area glamping, in collaborazione con FAITA Federcamping e l’azienda Crippaconcept- integrando nell’ambiente naturale strutture  realizzate con materiali che rispettano l’ecosistema circostante, l’attenzione ai dettagli, al gusto, e alle più disparate possibilità di svago all’aria aperta in un’atmosfera di pace e di benessere”. In risposta alla tanto richiesta vacanza in natura, che richiede non solo ambienti naturalistici sani e rigogliosi, ma anche strutture che si sappiano ben sposare con i luoghi, per arricchirli senza svilire il paesaggio, con spirito sostenibile ed ecologico.

Tema che si aggiunge alle altre installazioni di Tuttohotel degli studi Crociferi, Fervistudio, Bellucci e del contractor Acanfora Arredi, che presentano ambienti alberghieri in scala 1:1, con la possibilità di entrarvi dentro e viverli, potendone apprezzare soluzioni e novità. Anche qui la natura è in primo piano, non lasciando al caso angoli fioriti, terrazzi o giardini, tutti ambienti che arricchiscono la bellezza di una struttura alberghiera o b&b.

In Italia oltre 2.600 aziende Open Air mettono a disposizione degli ospiti una capacità complessiva di oltre 1.300.000 posti letto con circa 150.000 addetti impegnati (tra diretti ed indotto), per un fatturato di circa 5,2 miliardi di euro e un indotto complessivo di oltre 3 miliardi di euro.
Il turismo all’aria aperta è la seconda modalità di vacanza dopo quella alberghiera.

Non a caso quest’anno con la collaborazione di FAITA (Federazione delle Aziende Italiane del Turismo all’Aria aperta) FederCamping organizzazione più rappresentativa di tutela e rappresentanza delle imprese, si è più vicini alle imprese e alla qualità e gamma dei servizi offerti agli ospiti. E il convegno di Martedì 17 gennaio alle ore re 14.30 ne è prova,con le Imprese Turistico Ricettive all’Aria Aperta – con Focus regione Campania. Parleranno Alberto Granzotto – Presidente Nazionale Faita Federcamping, Domenico Iannazzone – Presidente Faita Federcamping Campania e Marco Sperapani – Direttore Generale Faita Federcamping su prospettive di sviluppo del comparto, evidenziandone le nuove opportunità ma anche le forti preoccupazioni espresse dagli Imprenditori a causa di alcune incertezze di carattere legislativo e dell’imponderabile aumento dei costi energetici e di gestione delle Imprese, contestualizzandone i contenuti anche nella realtà regionale Campana. Per poi continuare dalle 15,30 su Turismo all’aria aperta: componente fondamentale della filiera turistico ricettiva nazionale con Enrico Toffano – Village Baia Domizia e l’Arch. Manuela Tirrito – Ars Constructa, ponendo l’attenzione, sull’importanza del verde e della sua valorizzazione all’interno delle strutture ricettive. “Con la nostra partecipazione a Tuttohotel di Napoli – ha dichiarato Alberto Granzotto Presidente di FAITA-Federcamping Nazionale e  Faita nord- facciamo un ulteriore passo del mondo dell’open air, nella direzione della crescita e della promozione della cultura d’impresa , tanto più interessante ed utile perché l’evento si rivolge alle realtà del mezzogiorno le cui potenzialità e prospettive possono essere decisive per la crescita tanto per il nostro settore quanto per l’intero comparto dell’ospitalità nazionale. Il 2022 ha visto una ripresa importante degli arrivi e delle presenze che dopo gli anni del covid sono tornati ai livelli del 2019 superandoli. È il segno di un interesse per la nostra offerta che dobbiamo cogliere migliorandone la qualità ed ampliando la gamma dei servizi alla clientela.”

Read in:

English English Italian Italian
Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”