Magazine - Fine Living People

Giuseppe Iannotti e il “formicaio” del suo ristorante Krèsios

La stella Michelin confermata tutti gli anni dal 2013 cura la natura del Sannio con erbe e vini pregiati.

Giuseppe Iannotti Chef e patron di Krèsios, 1 stella Michelin a Telese Terme (Benevento), ha fatto il giro del web questa scorsa Pasqua con la ricetta della pastiera napoletana con la ricotta di bufala. Ora che ci si appresta alle riaperture, il popolo degli appassionati dei ristoranti stellati, punta a non farsi scappare l’opportunità di conoscere sapori e segreti della cucina di questo giovane chef.

Giuseppe Iannotti, classe 1982, rappresenta uno dei cuochi più avanguardisti del panorama nazionale e internazionale. Il suo successo è dovuto in parte anche alla dedizione con cui cura la natura attorno alla sua location immersa nel verde della Campania. Scrive sui social: “Abbiamo un giardino di 190 erbe aromatiche diverse, 40 agrumi, ortaggi, frutta, alleviamo polli di razza araucana, ayam cemani, bresse le cui uova arrivano dal nostro galliniere di fiducia @theunconventionalfarmer, le incubiamo in casa. La mia famiglia Iannotti da 5 generazioni coltiva uve di Barbera del Sannio e Falanghina“.

Un fantastico formicaio operoso, questa è la metafora perfetta che spiega Giuseppe Iannotti, il Krèsios e le sue persone. Lui ha mente ingegneristica e sguardo al futuro, ha una visione gastronomica strettamente correlata alla sperimentazione culinaria e scientifica, come testimonia il suo progetto IannottiLab, laboratorio creativo di ricerca e studio. Ricerca applicata anche nel format 8pus, inaugurato a maggio 2020, che per primo ha sviluppato una formula di delivery ready to cook di alta cucina che arriva in tutta la Penisola, curando ogni singolo aspetto del progetto, dalla materia prima agli imballaggi e alla conservazione durante il trasporto, fino al packaging ecologico. Tra i riconoscimenti, oltre la stella Michelin confermata tutti gli anni dal 2013 a oggi, i premi “Miglior giovane chef dell’anno” e “Innovazione in cucina” per la Guide de l’Espresso (2012 e 2017) e il “Premio vent’anni” di San Pellegrino nel 2013.



Society - 02/07/2018

Un giapponese in Italia, parla lo chef Jiang di Mu Fish: “Il piatto perfetto è il chirashi”

Un'oasi di buona cucina e spazio molto curato e senza frenesie. A un anno dalla sua apertura, nel no [...]

Leisure - 18/05/2020

Stefano Piccirillo: “Il mio libro per ricordarci che non c’è un tempo massimo per ricominciare”

Stefano Piccirillo a 19 anni conduceva già il suo primo programma su un network nazionale. Sarà an [...]

Society - 23/05/2018

Cosa resta di Cannes 71? Valeria Golino e tanta eleganza

L'eleganza non si è fatta attendere al Festival di Cannes conclusosi da qualche giorno. L'edizione [...]

Top
Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e sezioni extra che stiamo sviluppando. Obbiettivo: sorprendere i nostri lettori nel corso del 2021!