Magazine - Fine Living People

Japandi, due stili in un solo gusto

La natura c'è sempre, con una prevalenza di toni neutri e un'essenzialità che vira all'eleganza. Due mondi lontani si uniscono e creano sorpresa.

Emerso nel 2017 ma il trend diventerà globale quest’anno e ve ne parliamo per darvi le direttive giuste. Japandi è il nuovo vocabolo del design globale, e cioè quella particolare ondata di oggetti e soluzioni che coniuga il Giappone e la Scandinavia. Due tratti simili nelle due location lontanissime geograficamente:

il legno e il ritorno al minimalismo. Lo vedete dalle foto di una banale ricerca iconografica sul web, è tutto improntato alla sottrazione e al contrasto dell’affollamento.

Se l’abbondanza e i colori delle ultime collezioni di moda e design vi hanno già stufato, quindi, il trend Japandi arriva a soccorrere la vostra esigenza di purezza visiva. Aggiungete il giusto tocco green, con materiali di contenimento naturali e il nuovo minimalismo è servito.

RUSTICO SENZA FRONZOLI – I giapponesi vogliono la funzionalità ovunque e meno possibile. Nel senso che ogni oggetto deve avere un senso, alle pareti come sui tavoli. I nordici europei a volte son freddi anche nell’arredare, quindi il legno dà calore e soprattutto le soluzioni sono rustiche. Se volete seguire Japandi, mai appendere quadri (piuttosto li adagiate a terra), combinate tessile e legno (quindi tappeti e cuscini ma mai con decori o raffigurazioni eccentriche). I colori? Sono i caldi dell’inverno nordico col fuoco in casa, uniti all’eleganza raffinata del monocromatico nipponico.

FACILE – Se siete abituati a disfarvi delle cose, il trend fa per voi. Immediatezza e contrasti sono alla base dello stile. Quindi linee essenziali, anche ferro in vista, neutrali le scelte cromatiche di pareti ed elementi d’arredo. Sembrano lontani, ma sono vicini questi due mondi che convivono nel Japandi.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Design of desire - 19/12/2016

Una giornata a City Life: vi portiamo dentro le residenze firmate Zaha Hadid

Da quando è partito City Life, il progetto di riqualificazione dello storico polo urbano della Fier [...]

Leisure - 19/06/2018

Anche Laetitia Casta e Alessio Boni al Napoli Teatro Festival

Al via l’undicesima edizione del Napoli Teatro Festival, la seconda diretta da Ruggero Cappuccio [...]

Society - 17/02/2018

“Baglietto, un sogno sul mare”, dalle orgini del cantiere a oggi

Al via il 7 aprile la mostra commemorativa "Baglietto, un sogno sul mare" che ripercorrerà le tappe [...]

Top