Magazine - Fine Living People

La pasta lungo l’Italia, questione di gusti

Pasta Barilla punta sulla convivialità nei nuovi spot. Molisana lancia nuove comunicazioni. Tutta l'Italia sta riscoprendo il piacere del piatto principe della nostra tavola.

Partendo da Nord, in Liguria, dove gustare le trenette avvantaggiate, accompagnate da un delizioso pesto, la pasta diventa l’unico alimento che accomuna tutti gli italiani indistintamente da Nord a Sud. In momenti di post-covid c’è bisogno di condivisione e davanti a un piatto di pasta, l’italiano ritrova la sua identità. Alcune aziende proprio un queste settimane stanno lanciando nuovi meccanismi comunicativi che ruotano proprio intorno alla pietanza che identifica il nostro Paese ovunque.

Il condimento tradizionale genovese che accorda i palati di tutti i turisti, è ormai usatissimo in tutto il mondo: il pesto ha risolto molte situazioni di velocità necessaria e di questo il mondo ringrazia gli italiani.

Le paste sono però al centro di molti studi e attenzioni nel mondo perché non sempre sono di immediata comprensione. Scendendo verso l’Emilia Romagna, infatti, si possono mangiare le Lasagne alla bolognese realizzate con un gustoso ragù, considerato un vero simbolo della cucina italiana. Come farsi mancare poi La pasta alla gricia, detta anche amatriciana bianca, una ricetta davvero famosa, tipica della regione laziale. Un viaggio in Toscana, invece, esige un assaggio dei pici all’aglione, particolare piatto tradizionale, tra i più amati e richiesti, mentre viaggiando tra Umbria e Campania si possono apprezzare i deliziosi primi di origine regionale, tra cui la pasta allo scarpiarello e le pappardelle alla lepre.

OGNI SUGO CON OGNI FORMATO – Il condimento fresco e nutriente come il pesto, è famoso in tutto il mondo e conquista il palato di chiunque lo assaggi. Inoltre è facilmente preparabile in casa, accompagnato tradizionalmente, specialmente dalle trenette avvantaggiate, tipico piatto ligure. 

La cucina bolognese è caratterizzata da un elemento diventato simbolo della tradizione culinaria italiana in tutto il mondo: il ragù alla bolognese. Servito tradizionalmente con tagliatelle all’uovo, è usato però anche per le squisite lasagne al forno, facilmente preparabili anche in casa.

Nel cuore della Toscana, la tradizione culinaria si esprime in modo sano, nutriente e gustoso. I pici all’aglione sono spaghetti tipici senesi, diffusi successivamente in tutto il resto della regione, realizzabili con ricette semplici e armoniche, costituiti da ingredienti base.  

L’Umbria è una regione ricca di piatti squisiti e ricette gustose, ma tra le tante prelibatezze non si possono dimenticare le pappardelle al sugo di lepre. Grazie alla cacciagione presente nei boschi della regione, la carne del sugo è fresca e gustosa ed il sugo completo facile da cucinare

Roma è una delle città più antiche del mondo, e anche la sua tradizione culinaria ne è la prova, caratterizzata da piatti storici come la pasta alla gricia, detta anche amatriciana bianca. Questo è quello che tra i piatti tipici delle osterie romane supera tutti per anzianità, visto che secondo le ricostruzioni nacque nel 400 d.C. proprio a Roma.

La pasta allo scarpariello, con i suoi pomodorini freschi e il pecorino grattuggiato, è una ricetta molto antica, che dai Quartieri Spagnoli di Napoli si diffuse poi in tutto il resto della regione. Piatto molto rapido da preparare, mette d’accordo tutti i palati grazie ai semplici ingredienti di cui è composta.

LE AZIENDE PRODUTTRICI – In Molise la Molisana, ha elaborato per il mercato nazionale le Penne Rigate Integrali, preparate con la ricetta tradizionale: l’aria di montagna del Molise che conserva integro il grano e assicura una pasta essiccata in purezza; l’acqua di sorgente utilizzata per l’impasto che arriva fredda direttamente dal Parco del Matese; la decorticazione a pietra, svolta oggi con le più moderne tecnologie che mantengono intatte le qualità all’origine di ogni singolo chicco di grano, per una pasta ruvida e tenace, trafilata al bronzo e dall’eccellente tenuta in cottura. Non solo: La Molisana utilizza solo grano 100% italiano alto-proteico (fino al 17%) che arriva da Molise, Puglia, Marche, Lazio e Abruzzo, dove gli accordi di filiera messi in atto da La Molisana riconoscono agli oltre 1.450 agricoltori un prezzo minimo garantito e introducono modelli premiali che incentivano la qualità della materia prima. In questo modo La Molisana mette a punto un importante strumento per sostenere l’agricoltura italiana, creare un legame stabile con i coltivatori e tutelare il loro lavoro.

Pasta Sgambaro, fondata nel 1947 dal mugnaio Tullio Sgambaro vicino Treviso, è uno dei pochi pastifici di dimensioni medio-grandi ad avere tutt’oggi un mulino interno, elemento imprescindibile per finalizzare una metodologia di lavoro rispettosa dell’ambiente. La sostenibilità è uno dei valori che determinano le scelte di Sgambaro in ogni fase e aspetto della propria attività. “Si parte dai campi, dall’attenzione alle materie prime, con l’intento di reperirle nei territori più vicini”, spiega Pierantonio Sgambaro. L’integrazione del molino con il pastificio azzera gli spostamenti fra siti produttivi, mentre precisi accordi con le società di trasporto assicurano consegne a carico pieno anche con altri prodotti compatibili.

Con il Marco Aurelio Sgambaro realizza l’intera gamma “Etichetta Gialla”, diventata nel tempo garanzia di tracciabilità e di origine sicura e 100% italiana. Il grano è macinato direttamente dall’azienda all’interno dello storico stabilimento di Castello di Godego, nella campagna trevigiana.
 

La bassa quantità di anidride carbonica rilasciata nell’aria durante il ciclo di produzione rende l’Etichetta Gialla una delle linee di pasta a minor impatto ambientale. Nonostante ciò, Sgambaro ha promosso diverse iniziative di compensazione della CO2: ha adottato 600 ettari di boschi in Veneto, aderito al progetto Bosco Limite e oggi collabora con Blue Valley per la tutela del prezioso ecosistema della laguna veneta attraverso un programma che prevede la riduzione dell’anidride carbonica in atmosfera attraverso il suo stoccaggio nel suolo.

Frutto di 15 anni di ricerca per selezionare la varietà di grano duro
perfetta – il Marco Aurelio -, la linea Etichetta Gialla di Sgambaro
rappresenta un grande progetto di innovazione nel mondo della pasta che
valorizza la produzione 100% italiana.

Il chicco Marco Aurelio spicca per colore, elasticità del glutine e,
ovviamente, bontà: doti che hanno spinto Sgambaro a sceglierlo come grano monovarietale della sua etichetta d’eccellenza. L’Etichetta Gialla, che oggi conta circa 20 referenze, è una delle linee di pasta con minor impatto
ambientale in produzione e con una confezione 100% riciclabile.

Barilla, la pasta più famosa d’Italia, ha invece pronto uno spot estivo che farà molto parlare per il suo ritorno all’identità del marchio.

Lo spot tv Barilla, per l’estate 2020 con la partecipazione di Sergio Rubini alla regia.

A casa di Sergio e Carla, i nuovi Spaghetti n. 5 sono la scusa perfetta per una bella rimpatriata tra amici. La pasta ritorna escamotage di socialità, proprio come ci vedono all’estero.

il cinema italiano racconta la nuova Pasta Barilla 100% Grano Italiano, attraverso tre film di prodotto realizzati per la campagna “Nata sotto il cielo d’Italia”.

Gli spot d’autore, espressione di un cinema italiano che mette in scena l’universo valoriale Barilla e pone al centro le persone, sono firmati dai tre grandi registi Sergio Rubini, Daniele Luchetti e Alessandro Genovesi. Protagonista comune è la nuova Pasta Barilla, il grande rilancio di un prodotto iconico in Italia e nel mondo, una pasta oggi ancora più buona, corposa e realizzata con grani selezionati coltivati e lavorati nel Bel Paese.

Barilla – brand sinonimo di qualità, casa e convivialità – ha voluto comunicare oggi più che mai l’importanza dello stare insieme, anche a tavola, dando voce alle relazioni e ai piccoli momenti di vita quotidiana e domestica. Dalle esperienze condivise ogni giorno, nelle nostre case con i nostri cari, alla complicità e ai sorrisi che contraddistinguono i rapporti di amicizia, famiglia e amore.

Proprio questi ultimi sono i contesti protagonisti delle storie, uniche ma al contempo universali, raccontate sul piccolo schermo dai tre registi. Colonna sonora di tutti i film è la celebre canzone italiana, Azzurro, in una nuova versione a pianoforte elaborata da Vittorio Cosma.

Dopo l’esperienza del lockdown, in una società che si sente profondamente cambiata e sta lavorando per tornare alla normalità, non era semplice produrre uno spot che potesse rappresentare questo momento: la voglia di tornare a vivere le piccole gioie quotidiane insieme alle persone che amiamo – spiega Elena Tabellini, VP Marketing Italia Barilla e Voiello Abbiamo scelto la strada dell’autenticità e chiesto a tre grandi registi di rappresentare con sincerità come vivono la quotidianità e le relazioni oggi. La massima espressione di questo concetto è stata manifestata anche nella regia e nella scelta delle location: le case dei registi e l’utilizzo di famigliari e amici negli spot. Ciascuno di loro ha dato una personale interpretazione della Nuova Barilla associando alla pasta significati in cui in realtà ognuno di noi può riconoscersi evocando quel sentimento di vicinanza ed empatia che la campagna ‘Nata sotto il cielo d’Italia’ vuole trasmettere”.

Sergio Rubini dice: “Quest’avventura con Barilla avrà qualcosa di indimenticabile. Dopo il lockdown sono tornato a girare e, se è stato sorprendente farlo a casa mia, il fatto di aver coinvolto mia moglie oltre ai miei veri amici – sia gli “attori” che ho messo in scena che i collaboratori che mi hanno supportato nella realizzazione dello spot – ha dato un sapore unico e genuino all’intera esperienza; anche perché la gioia di ritrovarsi dopo la lunga pausa è stata vera e palpabile da parte di tutti”.



Society - 01/03/2019

Un tocco d’arte di Capodimonte alla Borsa di Milano

Borsa Italiana per l'Arte / BIG FRIDAYS è un progetto che espone arte ai visitatori e lavoratori de [...]

Design of desire - 22/04/2018

EditaMateria con Antonio Aricò e “una stanza”

In occasione della Milano Design Week 2018 Editamateria in collaborazione con Antonio Aricò esplora [...]

Fashion - 09/03/2020

Mario Costantino Triolo: abiti da sera ispirati a due Grace

Un omaggio a Grace Jones e Grace Kelly, icone uniche nel loro genere, una legata al mito degli anni [...]

Top