Magazine - Fine Living People

L’olio d’Italia a raccolta: arriva Olio Officina a Milano

Tre giorni dedicati soprattutto alle regioni del nostro paese, ma non manca una sala specifica il 7 febbraio per il resto del mondo.

Un ricco programma, come per le precedenti edizioni per la tre giorni di Olio Officina Festival, da giovedì 6 a sabato 8 febbraio a Palazzo delle Stelline a Milano. Per la prima volta a ingresso libero e gratuito, il festival dell’olio italiano alla nona edizione ha come tema portante “L’olio dei popoli”.

Teatro dell’evento è sempre il Palazzo delle Stelline, dove gli incontri, i laboratori di assaggio, le mostre d’arte e tutte le attività si svolgono distribuite in sei sale e nel chiostro interno. Per la prima volta Olio Officina Festival è a ingresso libero, salvo le sessioni delle scuole di assaggio, dove per ragioni organizzative è richiesto un numero limitato di partecipanti per ciascuna sala.

TENDENZE ASSAGGI – Dopo il successo degli anni passati, questa volta le sale dedicate agli assaggi sono ben tre. Ci sono gli assaggi di olio in purezza, ma anche degli oli in abbinamento, l’assaggio delle olive da tavola e dei paté, come pure sessioni dedicate all’olio e al gelato e occasioni per apprezzare l’olio con finger food inusuali.  Si prevedono pertanto tre giornate intense, con due punti fermi: innanzitutto la celebrazione dei sessant’anni dall’introduzione della categoria merceologica “olio extra vergine di oliva”, motivo per il quale si è pensato di prevedere l’ingresso libero alla manifestazione, aprendola così a un pubblico più ampio. E poi, non meno importante, l’altro punto fermo è il decennale della fondazione di Olio Officina, l’unico polo culturale presente in Italia intorno all’olio da olive e ai condimenti. Non è un caso che Poste Italiane sarà presente con un proprio spazio in cui è possibile, per tutti i collezionisti filatelici, usufruire di due annulli dedicati ai 60 anni dell’extra vergine e ai 10 anni di Olio Officina.

L’evento si sviluppa su tre giorni: giovedì 6 febbraio, a partire dal pomeriggio, solo in sala Leonardo, dove tra l’altro saranno assegnati i premi Olio Officina Cultura dell’olio a sei personalità del nostro tempo; venerdì 7 e sabato 8 febbraio sono invece i due giorni cardine, centrali del festival: si va dalle 9 del mattino fino alle 19.30, in un lungo non stop. Nel chiostro sarà possibile degustare gli oli provenienti da diverse regioni italiane, e in una sala specifica venerdì 7 febbraio gli oli del resto del mondo, perfino gli extra vergini giapponesi, una rarità. Cresce intanto l’attesa per la nuova collaborazione con l’Istituto europeo del Design. Saranno infatti gli allievi dello IED di Milano a interpretare con illustrazioni e videoclip il tema portante della nona edizione di OOF: “L’olio dei popoli”.



Society - 06/06/2019

L’artista Alexia Solazzo racconta il libro postumo di Andrea G. Pinketts

L’artista Alexia Solazzo ci racconta “E dopo tanta notte strizzami le occhiaie”, il libro post [...]

Design of desire - 17/04/2018

Cosa c’è da vedere a NoLo nella design week 2018

Foto d'apertura: Kostas Lambridis ad Alcova, via Popoli Uniti NoLo - Milano Vi portiamo in giro [...]

Fashion - 28/01/2017

Ad AltaRoma, Greta Boldini sfila tra eleganza d’antan e le belle militari

Ispirazione colta quella di Alexander Flagella designer del brand Greta Boldini per la collezione A/ [...]

Top