Magazine - Fine Living People

Pigiama da bambino: è meglio un modello con o senza piedi?

Vantaggi e svantaggi dei modelli di pigiama per bambini. È preferibile utilizzare il pigiama con i piedi, oppure quello semplice, senza piedi? Scopriamolo insieme.

Quando si parla di neonati e, in generale, di bambini molto piccoli bisogna prestare particolare attenzione. Il mercato degli indumenti per bambini offre tantissime soluzioni. È importante saper scegliere quelle adatte alle nostre esigenze.

Se si parla di abiti da notte destinati ai più piccoli, bisogna considerare diversi fattori. Sarà necessario soppesare dei parametri fondamentali, come il materiale del pigiama, la taglia, il modello e la temperatura della stanza dove dormirà il bambino. Ora analizzeremo tutte queste variabili, partendo da due tipi di modelli: il pigiama senza piedi e quello con i piedi. Prenderemo in considerazione il periodo autunno, inverno primavera, dato che per il periodo estivo è consigliabile un pigiama due pezzi a maniche corte.

Il modello di pigiama per bambini senza piedi

Questo modello di pigiama bambino è adatto in particolar modo per le mezze stagioni, ovvero autunno e primavera. Dato che la temperatura non è ancora particolarmente rigida, il bambino non ha bisogno di avere i piedi coperti. Anzi con i piedi coperti suderebbe di più, rischiando di prendersi un raffreddore, o peggio, una febbre.

Ma che tipo di materiale scegliere? I bambini piccoli sono molto delicati e potrebbero manifestare reazioni allergiche. Per questo motivo è meglio optare per materiali naturali, come il cotone. Si potrebbe anche scegliere una tutina da notte in pile, che seppur sintetico, non dà problemi. 

Per quanto riguarda la taglia è sempre consigliabile una taglia comoda, ma non eccessiva. Il bambino durante la notte deve potersi muovere liberamente, per cui un pigiama troppo piccolo non va assolutamente bene. Risparmiare, comprando un pigiama di due taglie più grande, non è la scelta giusta. Il bimbo, con addosso un indumento così largo, potrebbe svestirsi da solo e prendere freddo.

Il pigiama senza piedi può essere intero o due pezzi. Per i neonati è meglio utilizzare un pigiama intero, in modo che non entri aria fredda sul pancino. Per quanto riguarda la chiusura, meglio davanti o di lato, per poter cambiare il bambino agevolmente. Un pigiama intero con la chiusura posteriore vi costringerebbe a svegliare il bambino per cambiarlo.

Il pigiama per bambini con i piedi

Il pigiama bambino con i piedi è un modello perfetto per i neonati o per i bambini fino ai tre anni. Questa tutina da notte è indicata anche per bambini un po’ più grandi, particolarmente freddolosi.

Il discorso sulla taglia rimane lo stesso anche per questa soluzione. La taglia non deve essere né troppo grande né troppo piccola.

Il pigiama con piedi può essere in cotone, caldo cotone, lana leggera o pile. Questi materiali vanno tutti molto bene. Per fare la scelta giusta bisogna considerare la temperatura della camera dove dorme il bimbo e quanto egli sia sensibile al freddo.

Il pigiama con i piedi è composto da un pezzo unico. Anche in questo caso è preferibile scegliere un pigiama con l’apertura laterale o sul davanti, per agevolare il cambio.

In commercio potete trovare tantissimi modelli e fantasie differenti. Dopo aver seguito questi semplici accorgimenti, vi resterà solo l’imbarazzo della scelta!



Design of desire - 15/05/2018

la Nuova BMW i8 Roadster un gioiello da ammirare

Fibra di carbonio, sport a ogni livello e futuro nel presente. La Bmw i8, sin dal suo lancio del 201 [...]

Society - 22/05/2020

Facciamoci del bene compriamo italiano

Anche il polo veneto del design, con il gruppo industriale MIG fondato dall’imprenditore Gianmaria [...]

Fashion - 18/06/2018

Bellucci e Di Vaio, la riscossa degli umbri da Dolce & Gabbana

L’Italia che conquista il mondo protagonista di un grande momento per Milano Moda Donna dove Dolce [...]

Top