Magazine - Fine Living People

Wrangler ha una retro glory da anni 70

La capsule collection per il 2017 prevede grafiche applicate dell'artista Luke McLean. Pop e moda si fondono nel revival di un tempo positivo.

Perché Wrangler, uno dei più famosi brand denim giovane, torna ai Settanta per ispirazioni? “Gli anni ‘70 sono stati anni dell’ottimismo e del diverti mento, così come suggerisce la grafica dell’arcobaleno” dice il direttore creativo di Wrangler Sean Gormley.

E quindi ecco che la nuova collezione Wrangler Retro Glory, per la Fall Preview 2017, prima di una serie di lanci speciali per il 2017  per il settantesimo anniversario del marchio, cavalca l’’onda degli anni Settanta dai colori alle grafiche alle forme. E sono riportati in vita simbolicamente tutti i suoi avvenimenti, una decade dove Wrangler viene riconosciuto come icona del denim e continua a esserlo ancora oggi.

Il concetto di positività viene oggi rivisitato dalla cultura pop, facendo riferimento al mondo del fashion, allo stile dei festival fino a raggiungere la serie TV cult “Stranger Things.wrangler

Si celebra un’era di estrema positività nella youth culture, la collezione unica sia per l’uomo che per la donna – con loghi dedicati e brandizzati – pone il suo focus su quattro elementi distintivi: un denim dal lavaggio deep blu saturo, lo Stone Dyed denim (dal wash heavy stone), un’audace palette di sfumature luminos e e il motivo dell’arcobal e no, stampa più che popolare in tale periodo, vengono ripresi dagli archivi di Wrangler e rivisitati in chiave moderna.

Luke McLean, artista, illustratore e beatnik con base a Londra, è stato chiamato dal brand per realizzare esclusive stampe che vengono applicate ai vari capi della collezione. Richiamano al mondo e ai colori dei 70, un gioco del tempo che al pop piace molto. Luce McLean stesso lavora nell’industria creativa da 20 anni, collaborando con clienti internazionali, dalla musica (U2, Motorhead, The Horrors) ai film fino all’industria della moda (Vogue, ID, Dazed & Confused).wrangler retro

Per l’uomo, la Retro Glory include magliette e maglie con la grafica rainbow, camicie dallo stile western, jeans dal fit slim e affusolato con i riflessi brillanti dell’arcobaleno e un rigido denim dal lavaggio Stone Dyed con strappi e toppe. Entrambe le collezioni, uomo e donna, vantano dettagli anni ‘70 come patch, toppe, ornamenti e ricami, in particolare sulla limited edition di trucker jacket oversized in denim Stone Dyed con la stampa posteriore a opera dell’artista Luke McLean. Questa collaborazione artistica si ritrova anche su grafiche dedicate a tre t-shirt.

Wrangler 70

Anni 70 per Wrangler non solo per le linee ma anche per le grafiche.

Già per l’autunno/inverno 2016/2017 Wrangler ha mandato nei negozi (foto a lato) per la donna uno stile tutto anni ’70: top dai ricami floreali che richiamano le atmosfere hippy tipiche di quegli anni e denim che riportano in auge il modello flare, must-have di stagione.

Il Flare può essere facilmente abbinato a scarpe alte per slanciare la silhoutte, ma anche a sneaker basiche che completano il look, donandogli un accento più casual.

Accessori come cappelli a falda larga, cinture dalle nuance cuoio chiare,
collane lunge e bracialetti in oro invece richiamano un mood boho-chic,
per salutare l’estate e iniziare l’autunno 2016 con con un tocco vintage.

Per questa stagione Wrangler propone per l’uomo che vive nella city
uno stile metropolitano, con accenti classici che si uniscono a pezzi più moderni.

Tecnologia idrorepellente, sviluppata dal brand e denominata rain ready,
unita a un design lineare rendono la giacca di Wrangler adatta
ai primi cambiamenti climatici dell’autunno.

Il denim chino abbinato alla camicia a mini pois creano un look perfetto
sia per l’ufficio sia per un drink con gli amici, dopo il lavoro. Il brand vuole essere unico nel suo genere per affrontare la metropoli con la giusta dose di avventura.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Society - 27/09/2016

Woody Allen tra New York e Hollywood in Café Society

‘Café society’, il nuovo film di Woody Allen, presentato all’ultima edizione della mostra del [...]

Leisure - 07/05/2018

Taste of Milano, chef debuttanti e l’arena dei tifosi

I tifosi che sostengono gli amici in cucina sono una delle novità di questa nona edizione di Taste [...]

Leisure - 27/01/2017

Tutto un film in una foto, l’incredibile arte di Jason Shulman

Per la prima volta in Italia lo scultore e fotografo eclettico di fama internazionale, Jason Shulman [...]

Top