20 Dicembre 2022

Il 2022 dei Duran Duran

Un film, un libro, il concerto per la Regina, la Hall of Fame in America e il capodanno da festeggiare a Times Square. La band di Birmingham ancora in auge.

20 Dicembre 2022

Il 2022 dei Duran Duran

Un film, un libro, il concerto per la Regina, la Hall of Fame in America e il capodanno da festeggiare a Times Square. La band di Birmingham ancora in auge.

20 Dicembre 2022

Il 2022 dei Duran Duran

Un film, un libro, il concerto per la Regina, la Hall of Fame in America e il capodanno da festeggiare a Times Square. La band di Birmingham ancora in auge.

A novembre sono entrati nella celebre Rock & Roll Hall of Fame. I Duran Duran sono a 40 anni dalla prima esplosione commerciale sul mercato discografico mondiale ancora amatissimi in ogni parte del mondo. Anzi, l’America gli sta tributando omaggi generalmente ammessi solo a star a stelle e strisce. Basti pensare che la ABC ha ingaggiato il gruppo di Birmingham come headliner del mega-concerto per la tv a Times Square di New York il 31 dicembre 2022.

Nonostante la festa di Los Angeles sia stata funestata dall’annuncio della malattia del chitarrista originale Andy Taylor, è proprio dalle sue parole che si capisce la portata epocale per il mondo del rock dei tributi che stanno arrivando in questo 2022 alla band britannica.

Che onore assoluto è stato essere nominato ed inserito nella Rock & Roll Hall of Fame. Non c’è niente che possa eguagliare un tale riconoscimento. Quello che ci è successo si può immaginare, ma viverlo, come lo abbiamo vissuto noi, da amici è andato oltre le aspettative”, ha scritto Andy Taylor.

Simon Le Bon ha detto dal palco della Hall of Fame: “Negli ultimi 40 anni di professione ho capito che l’essenza del nostro lavoro è proprio questa, noi facciamo in modo che le persone si sentano meglio. Questa è l’industria di cui sono orgoglioso di far parte, grazie!”.

FILM A CINEMA E TV – A seguito dell’entrata della band (che è stata protagonista anche di una copertina digitale di The Way Magazine la scorsa estate) nella prestigiosa Rock & Roll Hall of Fame, durante la cerimonia presso il Los Angeles Microsoft Theater, l’ultimo disco targato Duran Duran “Future Past” (2021) è rientrato nelle classifiche mondiali. E il mercato per la band si è rivitalizzato. Il recente lungometraggio-documentario-concerto dei Duran Duran ha toccato 34 paesi in un vasto circuito cinematografico, tra cui il leggendario Dolby Theatre a Los Angeles e il Vue West End Theatre di Londra. Ora “A HOLLYWOOD HIGH” arriva finalmente a tutti per le feste di Natale tramite lo streaming Premium sulla piattaforma Veeps.

Da domenica 18 dicembre 2022 a lunedi 2 gennaio 2023 i fan di tutto il mondo potranno vivere l’esperienza dello show esclusivo dei Duran Duran registrato sul tetto di un edificio a Los Angeles. Avranno accesso inoltre a materiale inedito d’archivio, e a interviste esclusive, comodamente dalla propria casa, grazie ad una semplice visione premium ad alta definizione sulla piattaforma Veeps.com o tramite le app Veeps su Apple TV, Roku, iOS, e Android.
Sephen Davies fu ingaggiato per scrivere un libro definitivo sui Duran Duran nel 2004, ai tempi dell’epocale reunion. Il progetto fu archiviato e il frutto di quelle ricerche vede la luce solo oggi con il libro uscito per “Il Castello” “Please Please Tell Me Now”. In poco meno di 400 pagine ci sono interviste esclusive ai vari membri del gruppo, ad amici, collaborator e foto inedite tratte dagli archivi personali.

“Please Please Tell Me Now – La storia dei Duran Duran” è il libro che la manager della band chiese di scrivere al giornalista rock americano Stephen Davies nel 2004. Ma la storia doveva essere ancora scritta e l’autore fu bloccato. Il risultato esce solo oggi, con l’aggiunta di storie fino al 2020, e arriva proprio in un nuovo picco di creatività e riconoscimenti per la band. “Quando li ho visti mi colpiva moltissimo la passione, l’intimità febbrile che scorreva tra i fan – che comprendevano sia le ex ragazze del 1982, ormai mamme, che le loro figlie adolescenti“, racconta l’autore nella chiusura del corposo volume. La cavalcata della loro prima fase (300 pagine fino al 1985) è ben architettata e dettagliata.

Imprescindibile per Davies un focus sul locale notturno di Birmingham, Rum Runner, dove i ragazzini che composero poi le canzoni più memorabili degli anni Ottanta mossero i primi passi. Proprio quel club, ora inglobato in un centro polifunzionale cittadino e parte del nuovo Park Hyatt Hotel, ha avuto il riconoscimento pochi giorni fa della “Blue Plaque”, marcatore storico dei comuni inglesi.

Il bassista e co-fondatore della band, John Taylor, sul palco del Rum Runner a Birmingham in uno dei primi show della band nel 1980.
Foto storiche che appartengono al patrimonio culturale della città di Birmingham: il cantante Simon Le Bon e il chitarrista Andy Taylor, gli unici dei 5 membri della band a provenire da fuori città, sul palco del Rum Runner nel 1981, ai tempi di “Girls On Film”.

IL CLUB DI CULTO -La Birmingham Civic Society questo dicembre ha svelato una targa blu sul sito del leggendario club, che da ristorante e casino negli anni 60 si trasformò in discoteca glamour di Broad Street, dal 1979 al centro della scena New Romantic degli anni ’80. L’onore della placca blu al Rum Runner, che viene riconosciuto per il suo contributo alla vita notturna di Birmingham e cultura musicale inglese, è stato attribuito da Jez Collins del Birmingham Music Archive. Il premio celebra l’influenza del luogo storico per la musica europea, le mura dove si sono esibiti gruppi di rilevanza mondiale come The Beat, Dexys Midnight Runners e UB40.

La prima cittadina di Birmingham, Cllr Maureen Cornish, svela la placca blu dedicata al Rum Runner con l’ex manager dei Duran Duran, Paul Berrow.

Jez Collins dell’ente civico no profit cittadino che ha organizzato la cerimonia dice: “Questo premio è una brillante conclusione di un anno fantastico per Birmingham e la nostra cultura musicale. Abbiamo avuto le incredibili cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi del Commonwealth che hanno evidenziato il
la straordinaria musica della città, in cui si sono esibiti i Duran Duran. Sono stati anche inseriti nel Rock e
Roll Hall of Fame insieme ai compagni cittadini Judas Priest”.

ANNO DI TRIBUTI – Nell’anniversario numero 40 dall’uscita dell’album “Rio”, l’attività live dei Duran Duran è ripresa alla grande con performance di altissimo profilo in patria. In estate sono stati chiamati a Festeggiare il Jubilee della Regina, poco prima della sua morte, con una partecipazione allo show davanti Buckingham Palace. La band ha rivelato di aver suonato “Girls On Film” su espressa richiesta di sua maestà. Uno show altamente scenografico, che riprendeva anche elementi estetici del Rum Runner, li ha visti protagonisti della cerimonia live dei Commonwealth Games. Mentre 80mila persone hanno applaudito la performance con gli Chic di Nile Rodgers ad Hyde Park.

Per approfondire sulla storia musicale di Birmingham birminghammusicarchive.com

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Habitat Scenari possibili

Habitat Scenari Possibili Al via la terza edizione della rassegna di arte pubblica che coinvolge i territori del naviglio Martesana e

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”