Magazine - Fine Living People
Design of desire

Design of desire - 18/12/2019

40 anni senza Giò Ponti, mostre di design a Roma e Como

Al grande maestro del ‘900 sono dedicate due esposizioni al Maxxi e al Teatro Sociale sul Lago.

A 40 anni dalla scomparsa del genio del design italiano, quello che ha messo la firma a progetti d’interni e residenziali che hanno definito il made in Italy nel mondo, Giò Ponti è celebrato in Italia.

ROMA – La mostra al MAXXI GIO PONTI. Amare l’architettura echeggia quello del suo libro più noto, Amate l’architettura, nella scenografica Galleria 5 del museo romano fino al 13 aprile 2020, è curata da Maristella Casciato (Senior Curator of Architectural Collections al Getty Research Institute di Los Angeles) e Fulvio Irace (critico e storico dell’architettura) con Margherita Guccione (Direttore MAXXI Architettura), Salvatore Licitra (Responsabile Gio Ponti Archives), Francesca Zanella (Presidente CSAC) ed è realizzata dal MAXXI in collaborazione con CSAC – Centro studi e archivio della comunicazione dell’Università di Parma – che conserva l’archivio professionale di Gio Ponti – e Gio Ponti Archives. Main partner Eni.

Nato nel 1891 a Milano, Gio Ponti si laureò in architettura presso l’allora Regio Istituto Tecnico Superiore (il futuro Politecnico di Milano) nel 1921, dopo aver sospeso gli studi durante la sua partecipazione alla prima guerra mondiale. Giò Ponti ha disegnato moltissimi oggetti nei più svariati campi, dalle scenografie teatrali, alle lampade, alle sedie, agli oggetti da cucina, agli interni di transatlantici.

A Roma sono esposti materiali archivistici, modelli originali, fotografie, libri, riviste, classici del design strettamente collegati ai suoi progetti architettonici e organizzati in otto sezioni che evocano concetti-chiave espressi dallo stesso Ponti.  L’allestimento è immersivo e scenografico e suggerisce l’idea dello spazio del maestro: fluido, dinamico, colorato. Già nella lobby del museo, il visitatore viene accolto da una potente installazione di grandi stendardi in Alcantara, sospesi negli spazi a tutta altezza di Zaha Hadid.

COMO – Dal 13 dicembre al 6 gennaio i suggestivi ambienti del Ridotto del Teatro Sociale di Como ospitano la mostra “Vivere alla Ponti” a cura di Molteni&C., organizzata e promossa da Ance Como – Associazione dei costruttori edili – e Società Palchettisti del Teatro Sociale di Como. Questo nuovo e ambizioso progetto culturale sigilla l’attenzione che Ance Como ormai da anni rivolge al design e all’arte facendosi promotrice, al fianco di partner qualificati, di eventi di elevata valenza artistica.



Trends - 11/06/2020

Il fattore X del 2020? Il personal branding

Il personal branding è il fattore X di questo 2020 per chi vuole affermarsi. Nel lavoro, nella vita [...]

Leisure - 13/07/2019

Eventi Fondazione Carla Fendi al Festival di Spoleto

Gli eventi della Fondazione Carla Fendi al Festival di Spoleto sono sempre variegati e interessanti. [...]

Society - 06/04/2018

Motta ora sceglie: “Voglio vivere e farvi vedere chi sono”

Un pubblico come il suo molti se lo sognano. Motta, vero nome Francesco Motta, ha 30 anni e ha già [...]

Top